A1 – Sassari parte con il botto, spazzata via Battipaglia

La Dinamo Femminile festeggia il debutto con la prima storica vittoria: nella sfida valida per la 1° giornata di campionato Techfind di Serie A1 le ragazze di coach Antonello Restivo si impongono su Battipaglia senza difficoltà.

di La Redazione

La Dinamo Femminile festeggia il debutto con la prima storica vittoria: nella sfida valida per la 1° giornata di campionato Techfind di Serie A1 le ragazze di coach Antonello Restivo si impongono su Battipaglia senza difficoltà. Le sassaresi costruiscono il vantaggio già nel primo tempo, trascinate da una super Sierra Calhoun (17 pt con 6/9 al tiro nei primi 20’): decisivo apporto di Kennedy Burke e Michaela Fekete, unita alla solidità del gruppo italiano. Le biancoblu chiudono avanti di 15 il primo tempo e dilagano nel secondo mentre le avversarie, ancora prive di Stella Johnson, faticano a colmare il gap. Al PalaSerradimigni la prima di Arioli e compagne finisce 86-58 con cinque ragazze in doppia cifra: Calhoun (24), Fekete (15), Burke (23) e Pertile (11).

Dinamo Women. Giornata storica per la Dinamo Banco di Sardegna che oggi scrive un nuovo capitolo della sua storia con il debutto della formazione femminile nella massima serie nazionale. Un esordio trasmesso in diretta su Dinamo Tv che ha registrato un boom di ascolti. Ospiti speciali sugli spalti i colleghi della Dinamo maschile e lo staff tecnico biancoblu che hanno vestito i panni di tifosi.

Foto di Luigi Canu

PalaSerradimigni in rosa. Grande curiosità per la Dinamo in rosa e ottima risposta del pubblico biancoblu che ha vissuto il debutto delle ragazze biancoblu con tifo e trasporto. Grande emozione prima della palla a due per l’omaggio a Roberta Serradimigni, indimenticata icona del basket isolano e nazionale: il presidente della Legabasket Femminile Massimo Protani, il presidente della Fip Sardegna Bruno Perra e il vicepresidente biancoblu Gianmario Dettori hanno consegnato alla sorella Nunzia una maglia special edition dedicata a Roberta, con l’applauso commosso del pubblico del Palazzetto che porta il suo nome.

Coach Antonello Restivo manda in campo Calhoun, Arioli, Mataloni, Fekete e Burke, Battipaglia risponde con Melgoza, Olajide, Hersler, Opacic e Bocchetti. Ad aprire le danze della prima storica partita della Dinamo Femminile sono i primi due punti di Sierra Calhoun, Battipaglia si iscrive a referto con Hersler. Anche Kennedy Burke, ultima arrivata in Sardegna, infila i primi punti in maglia Dinamo mentre la numero 4 firma canestro and one per il 7 pari. Battipaglia mette la testa avanti con Melgoza, ma le ragazze di coach Restivo non ci stanno. Primi punti dalla lunetta del capitano Arioli e parziale di 5 lunghezze della Calhoun scrivono il 13-11. Le sassaresi siglano l’allungo con la bomba di Sierra, a quota 13 punti dopo 10’, e il buzzer beater di Chiara Cantone che chiude la prima frazione 20-15. È Kennedy Burke ad aprire il secondo quarto con il 2+1 che sigla il break

Foto di Luigi Canu

di 12-2 a cavallo tra le due frazioni: Bocchetti interrompe l’emorragia. La giocatrice italiana tiene a galla Battipaglia ma la Dinamo bombarda con Burke e Feckete: la tripla della slovacca dice 30-19. Le ragazze di coach Restivo volano fino a +15 con Mataloni in lunetta per il 38-23. Le campane recuperano lunghezze ma Burke e compagne restano in controllo. Alla seconda sirena il tabellone dice Dinamo 42 Battipaglia 27. È Kennedy Burke ad aprire il secondo tempo, gli fa eco Sierra Calhoun: la Dinamo continua la sua corsa trascinata dalle straniere e scrive il +20 (53-33). Le ragazze di coach Restivo correggono il massimo vantaggio e toccano il +23. Le ospiti della BricUp provano a recuperare lunghezze con la Hersler, la Dinamo sbaglia tanto a cronometro fermo ma piazza un break a fine terzo quarto di 9-0 che indirizza ulteriormente la sfida in favore delle isolane. Al 30’ Dinamo avanti 68-41. Il copione non cambia negli ultimi dieci minuti: la Dinamo prosegue la sua corsa e Battipaglia insieme. C’è spazio sul parquet per il debutto anche delle giovanissime Fara e Scanu. Le sassaresi conquistano la prima vittoria stagionale tra gli applausi di un PalaSerradimigni a capienza ridotta e in totale sicurezza: bentornato basket, ci sei mancato!

Dinamo Women 86 – PS Battipaglia 58

Parziali: 20-15; 22-12; 26-14;

Progressivi: 20-15; 42-27; 68-41; 86-58.

Dinamo Femminile. Saba, Calhoun 24, Cadoni, Arioli 1, Mataloni 4, Gagliano, Fekete 15, Cantone 8, Burke 23, Scanu, Pertile 11, Fara. All. Antonello Restivo

Ps Battipaglia. Logoh, Melgoza 16, Seka 3, Olajide 4, Potolicchio 7, Hersler 11, Opacic, Bocchetti 12, Mazza 3, Mattera 2. All. Giuseppe Piazza

Il commento a caldo di coach Antonello Restivo

È felice del debutto delle sue ragazze coach Restivo che commenta ai microfoni di Dinamo Tv la prima vittoria stagionale della Dinamo Femminile: “Devo ringraziare il pubblico che è stato fantastico fin dai primi 5’ in cui siamo partite molto contratti, non si giocava da mesi e non abbiamo potuto disputare amichevoli. Il pubblico ci ha dato quella spinta in più che ci ha fatto sciogliere. Abbiamo fatto una grande gara sotto il livello di intensità. Sono soddisfatto perché non abbiamo mai mollato mentre loro a un certo punto hanno mollato. Sono soddisfatto perché abbiamo giocato bene sugli spazi e sulla difesa, non potevo chiedere di più da questo esordio”.

La squadra è sembrata già coesa: “Portando le cinque italiane che avevano già giocato insieme volevo proprio il vantaggio di un gruppo che conoscesse il mio metodo di lavoro, le mie spaziature e le situazioni di penetra e scarica, partendo da lì le straniere si inseriscono bene. Devo fare un applauso a tutte e tre le straniere perché stanno facendo grandi progresso e, anche se non sono ancora al meglio, oggi hanno dimostrato la loro grande qualità”.

Ottimo apporto anche dalle italiane: “Erano tutte molto emozionate, soprattutto Pertile e Cantone insieme alla Gagliano: hanno fatto delle cose molto buone dal punto di vista umane, sono contento per Chiara che oggi disputava la prima partita in A1 ed era molto emozionata, infatti alla fine le compagne sono andate da lei. Sono contento di Giovanna Pertile che è una pedina molto importante, sa giocare bene negli spazi e si fa sempre trovare pronta sugli scarichi. È la sua qualità e oggi lo ha fatto vedere”.

Ecco come ha vissuto il debutto il tecnico biancoblu: “Io l’ho vissuta molto bene, ero molto tranquillo, quando vedi il lavoro della settimana e le ragazze ti danno fiducia scendi in campo sereno. Ovviamente quando siamo scesi in campo con tutto il pubblico mi sono emozionato anche io. Ora abbiamo due partite di seguito da preparare, andiamo a San Martino e poi Ragusa: dobbiamo cercare di avere dei progressi dal punto di vista fisico. Dobbiamo aumentare l’aggressività iniziale in difesa ma oggi era legata all’emozione iniziale”.

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy