A1 – Schio, vittoria netta contro il Geas

0

Famila Wuber Schio – Allianz Geas Sesto San Giovanni 67 – 38 (20-7, 42-15, 56-23, 67-38)
FAMILA WUBER SCHIO: Bestagno* 13 (5/7, 0/1), Mestdagh, Sottana 7 (2/5, 1/1), Verona 4 (2/3, 0/3), Howard 11 (2/4, 2/10), Crippa NE, Keys 10 (3/5, 1/1), Penna* 5 (1/4, 1/4), Zahui Bazoukou 6 (1/3, 0/2), Ndour Gueye* 11 (4/10, 1/3)
Allenatore: Dikaioulakos G.
Tiri da 2: 20/42 – Tiri da 3: 6/29 – Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 54 17+37 (Bestagno 9) – Assist: 23 (Sottana 5) – Palle Recuperate: 12 (Howard 3) – Palle Perse: 14 (Zahui Bazoukou 3)
ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Dotto* 3 (0/6, 0/6), Moore NE, Begic* 8 (4/9 da 2), Gorini* 7 (2/11, 1/2), Resemini 2 (1/2, 0/1), Bestagno, Tava 7 (1/1, 1/3), Trucco* 7 (2/7, 1/6), Panzera* 4 (1/5, 0/2), Ramon
Allenatore: Zanotti C.
Tiri da 2: 11/48 – Tiri da 3: 3/21 – Tiri Liberi: 7/9 – Rimbalzi: 50 20+30 (Begic 9) – Assist: 12 (Dotto 4) – Palle Recuperate: 8 (Dotto 2) – Palle Perse: 20 (Gorini 4)
Arbitri: Attard L., Forni M., Pellegrini A.

Bagna l’esordio casalingo con una vittoria il Famila Wuber che supera un rimaneggiato Geas per 67-38. Tante le assenze per le rossonere che hanno creato un divario tecnico tra le due formazioni netto sin dalle prime battute. Con un’alta intensità sulle due metà campo, Schio ha indirizzato la gara già nel primo tempo (42-15) mentre nella seconda metà ha fatto fatica a mantenere alto il ritmo.

Per il pubblico scledense è stata l’occasione per vedere all’opera Rhyne Howard, arrivata domenica in Italia e che, seppur con pochissimi allenamenti nella gambe, ha già dato un saggio delle proprie qualità. Inoltre il DG De Angelis ha annunciato la firma di Christinaki con Valencia: la giocatrice greca lascerà dunque Schio per accasarsi in Spagna, dopo aver aiutato Sottana e compagne nella preparazione e nel conquistare la Supercoppa Italiana.

Non è stata la serata più entusiasmante per una scarsa percentuale al tiro di entrambe le squadre (36% dal campo per Schio, 20% per Geas), ma lo spettacolo al PalaRomare quest’anno non mancherà di certo. Ndour, Bestagno e Zahui sono state le protagoniste del primo quarto, chiuso sul 20-7. Nei secondi dieci minuti, invece, si è sbloccato il tiro dall’arco con Trucco e Ndour, seguite da Howard e Sottana che hanno condotto le orange fino al 42-15. È stata sicuramente la miglior frazione delle padrone di casa con un’ottima difesa che ha fruttato recuperi e canestri veloci.

Il ritorno in campo è stato invece approcciato con minor lucidità tanto che per oltre 4 minuti il Famila non ha trovato la via del canestro. L’ingresso di Keys ha cambiato l’inerzia del gioco: due canestri e un assist per tornare a muovere il tabellino. Sono arrivati i primi punti anche di Penna che nell’ultimo periodo ha infilato anche una tripla in mezzo a diverse realizzazioni ospiti per l’unico parziale vinto dalle milanesi. Risultato finale 67-38.

Uff.Stampa Famila Basket