A1 SF COPPA ITALIA – Schio non sbaglia e s’impone contro Ragusa

0

Ragusa è costretta ad arrendersi a Schio. Priva di Spreafico, la formazione di Lardo disputa un grandissimo primo tempo prima di inchinarsi a un secondo tempo tutto di marca Famila. Guirantes e compagne dopo aver inseguito a lungo, concretizzano il sorpasso in chiusura di terzo periodo prima di allungare negli ultimi cinque minuti di partita raggiungendo la Reyer in finale.

Schio: Verona, Guirantes, Parkes, Keys, Juhasz
Ragusa: Milazzo, Thomas, Juskaite, Miccoli, Chidom

CRONACA – Tre punti di Thomas e due punti di Chidom avviano la seconda semifinale. Verona dall’arco sblocca Schio, ma l’inerzia in apertura è tutta siciliana con Miccoli che dall’arco fa 3-8. Verona e Parks rimettono in scia le orange, ma Juskaite piazza il nuovo più cinque ospite sul 7-12. Keys fa meno due ma Ragusa è scatenata e grazie a Thomas prima e Jakubcova poi, allunga in chiusura di tempo andando al primo riposo sul 10-20. Nel secondo quarto Juskaite fa subito più tredici, ma Schio c’è e con Bestagno e Penna resta in scia sul meno dieci (17-27). Chidom e Juskaite ridanno margine alla squadra di Lardo, che prova a scappare volando sul 17-33. E’ uno schiaffo che risveglia dal letargo l’attacco scledense, con Guirantes e Parks che finalmente iniziano a trovare la via del canestro firmando il 10-0 di parziale che vale il meno sei, sul 27-33. Juskaite sblocca Ragusa (15pt già per lei), ma Parks è scatenata e rimette a contatto le compagne sul 34-37. Ragusa però riscappa e con le triple di Juskaite e Chidom è 36-43 all’intervallo. Ritmi elevati in avvio di terzo quarto: Pastrello firma subito il più otto (39-47), ma Parks col piazzato e Guirantes dalla lunetta tengono a contatto il punteggio sul 43-47. Ragusa sente il fiato su collo e Guirantes punisce nuovamente, con la tripla del meno uno che obbliga Lardo al timeout. Al rientro è sorpasso orange, con tre triple in fila di Parks e Bestagno a valere il 55-50. Jakubcova limita i danni, al trentesimo è 55-53. L’ultima frazione riparte ancora con una straripante Guirantes, protagonista del break che vale il 60-53. Pastrello dalla distanza torna a sbloccare la Passalacqua (60-56), ma Juhasz replica con la stessa moneta per il nuovo più sei. Keys allunga ulteriormente (64-56), Guirantes mette il punto esclamativo con il ventesimo punto personale mandando con anticipo i titoli di coda (67-56). Il finale serve solo a decretare il punteggio: Schio vince 67-58

MVP BASKETINSIDE.COM: Guirantes

Famila Wuber Schio – Passalacqua Ragusa 67 – 58 (10-20, 36-43, 55-53, 67-58)

FAMILA WUBER SCHIO:
Juhasz* 3 (1/2, 0/1), Bestagno 8 (2/3, 1/2), Sottana, Sivka NE, Verona C.* 10 (2/2, 2/5), Guirantes* 20 (3/12, 3/6), Mutterle NE, Crippa, Parks* 18 (3/5, 4/9), Keys* 6 (1/4, 1/2), Penna 2 (1/4, 0/2)
Allenatore: Dikaioulakos G.
Tiri da 2: 13/36 – Tiri da 3: 11/30 – Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 41 11+30 (Guirantes 8) – Assist: 9 (Verona 3) – Palle Recuperate: 8 (Juhasz 3) – Palle Perse: 10 (Bestagno 3)

PASSALACQUA RAGUSA:
Thomas* 8 (1/6, 2/4), Spreafico NE, Di Fine, Milazzo*, Jakubcova 6 (2/5 da 3), Pastrello 5 (1/2, 1/2), Juskaite* 20 (3/8, 3/6), Miccoli* 3 (0/3, 1/2), Chidom* 16 (6/16, 1/2), Nikolic NE
Allenatore: Lardo L.
Tiri da 2: 11/36 – Tiri da 3: 10/23 – Tiri Liberi: 6/8 – Rimbalzi: 38 7+31 (Chidom 17) – Assist: 12 (Thomas 3) – Palle Recuperate: 6 (Thomas 2) – Palle Perse: 13 (Thomas 5)

Arbitri: Puccini P., Ferretti F., Maschietto C.