A1 SF G5 – Ragusa show! Venezia sbancata, è finale

Umana Reyer Venezia – Passalacqua Ragusa 76 – 82 [2-3]

di La Redazione

Umana Reyer Venezia – Passalacqua Ragusa 76 – 82 (13-33, 35-56, 59-68, 76-82)

UMANA REYER VENEZIA: Bestagno* 2 (0/3 da 2), Carangelo* 18 (3/4, 4/8), Gorini 2 (1/3 da 2), Kacerik 3 (0/1, 1/3), Crudo NE, De Pretto* 4 (2/3, 0/1), Steinberga* 19 (4/11, 2/5), Madera NE, Gulich 5 (2/7, 0/1), Sanders* 10 (4/7 da 2), Macchi 13 (3/4, 2/6)
Allenatore: Liberalotto A.
Tiri da 2: 19/43 – Tiri da 3: 9/24 – Tiri Liberi: 11/17 – Rimbalzi: 39 12+27 (Steinberga 12) – Assist: 19 (Sanders 5) – Palle Recuperate: 7 (Gulich 2) – Palle Perse: 12 (Steinberga 5)

PASSALACQUA RAGUSA: Romeo* 8 (1/6, 1/5), Consolini* 5 (0/3, 1/1), Cinili 10 (2/2, 2/2), Formica 3 (1/1 da 3), Stroscio NE, Harmon* 12 (5/13, 0/1), Gianolla 4 (1/3, 0/1), Soli NE, Bongiorno NE, Hamby* 25 (12/16, 0/1), Kuster* 15 (2/7, 3/4)
Allenatore: Recupido G.
Tiri da 2: 23/50 – Tiri da 3: 8/16 – Tiri Liberi: 12/18 – Rimbalzi: 39 10+29 (Hamby 9) – Assist: 17 (Romeo 7) – Palle Recuperate: 9 (Harmon 4) – Palle Perse: 11 (Kuster 4)
Arbitri: Maschio D., Catani M., Barbiero M.

Non basta una grande prova di cuore nel secondo tempo, rimontando da -27 a -5, all’Umana Reyer per centrare finalmente la finale playoff: la Passalacqua Ragusa espugna il Taliercio 76-82 e chiude la serie sul 3-2.

Sempre senza Anderson, coach Liberalotto ripropone il quintetto lungo (Carangelo, De Pretto, Steinberga, Bestagno e Sanders), ma fin dalle prime battute Ragusa è più ispirata, con la panchina orogranata costretta al time out sullo 0-10 dopo 2′. Sanders sblocca l’Umana Reyer, ma l’inerzia non cambia: al 4′ è 3-18, a metà quarto 5-21. Le triple di Carangelo e Macchi provano a scuotere le orogranata (11-23 al 6’30”), però Ragusa tocca anche il +30 (11-31) al 9′ in un primo quarto da 72% al tiro e va sul +20 (13-33) anche al primo intervallo.
Le siciliane continuano a non sbagliare niente da 3, così non bastano i canestri di Macchi e Steinberga e la tripla di Kacerik: al 13′ è 20-44. Anche Steinberga infila una tripla, ma Gianolla allunga ulteriormente (23-48 al 14’30”). L’Umana Reyer prova a sfruttare il bonus speso dalle avversarie, ma Ragusa tocca anche il +27 (25-52) al 16’30”. Gulich e Carangelo (con una tripla) provano a rendere meno pesante il passivo (30-52 al 18′), poi ancora la capitana e la tripla finale di Steinberga mandano le squadre negli spogliatoi sul 35-56.

Steinberga continua la striscia in avvio di secondo tempo (39-56 al 21′), con Ragusa che riprova l’allungo sul 40-63 al 23’30”, ma l’inerzia è cambiata. Le orogranata alzano l’intensità difensiva e continuano a limare punto su punto al 25’30” i liberi di Sanders valgono il 50-63, poi è il momento della capitana Carangelo, che mette cinque di fila (la tripla dopo una grande stoppata di Macchi) per riportare l’Umana Reyer sotto la doppia cifra di ritardo: 59-68 al 28’30”. Stavolta è la panchina ospite a chiamare il time out, dopo il quale non si segna più e si va su questo punteggio all’ultimo intervallo.

Romeo e Steinberga si rispondono in avvio di ultima frazione, poi Harmon e Hamby riallungano per Ragusa: 61-74 al 32′. Dopo il time out di coach Liberalotto, Macchi completa un gioco da tre punti, con il punteggio che resta a lungo inchiodato sul 64-74. E’ Hamby, a metà quarto, a tornare a muoverlo, con un altro pronto time out orogranata. De Pretto, da recupero, ritrova lo svantaggio sotto la doppia cifra (68-76) al 35’30”, poi è una tripla di Macchi a limare ulteriormente: 73-78, quando però mancano solo 43”. Ragusa però è precisa dalla lunetta e mantiene il vantaggio, così la tripla di Carangelo, a -12”, vale di nuovo solo il -5 (76-81) con il libero finale di Consolini per il 76-82.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy