A1 SUPERCOPPA- Ragusa doma un ottimo Geas

Vittoria della Passalacqua per 70-64 contro Geas, bella partita equilibrata decisa dal mini parziale del terzo periodo. Sugli scudi Graves con 22 punti e Marshall con 20

di Andrea Fabbian

Passalacqua Ragusa- Alianz Geas Sesto San Giovanni: 70-64   (14-15, 14-15, 18-12, 24-22)

Passalacqua Ragusa: Romeo* 13, Consolini 3, Tagliamento* 10, Olodo, Bucchieri, Tumeo, Trucco 2, Marshall* 20, Nicolodi, Santucci 8 , Kuier* 14

Alianz Geas Sesto San Giovanni: Gwathmey* 14, Verona* 7, Crudo* 7, Oroszova* 8, Graves* 22, Arturi, Gilli, Pellegrini, Ronchi 2, Merisio, Ercoli 4

Al PalaRomare va in scena un’altra bella partita in questa Supercoppa: a spuntarla è la Passalacqua Ragusa che piazza il mini parziale decisivo nel terzo quarto e si guadagna il passaggio del turno. Decisivo lo strappo finale di Nicole Romeo che trova 7 punti nel momento cruciale e, malgrado una prova un po’ spenta al tiro, risulta decisiva. Bene anche Marshall, impressiona anche la giovane Kuier. Per Geas grande prova di Crudo e di Graves, apparsa dominante sotto i tabelloni con 13 rimbalzi.

L’inizio è difficile per entrambe le squadre con molti errori, la più lucida è Oroszova che malgrado due errori manda a referto cinque punti e convince Recupido a fermare la partita dopo appena tre minuti. L’apnea continua fino all’11-0 di parziale per le lombarde, suggellato da Graves che inizia da subito a dominare i tabelloni; Ragusa riesce a mettersi in partita con Valeria Trucco abile a mettere a segno il piazzato. Le siciliane si mettono in partita con i liberi di Marshall e Santucci, arrivando sul -4 grazie alla tripla della ex lupa. Geas si scuote con Graves ma Ragusa è ufficialmente scesa in campo e con 3 triple negli ultimi 3 minuti impatta sul 14-15 alla fine del primo quarto.

Il secondo quarto inizia ancora con le marce basse innestate da entrambe le parti: ancora diversi errori e soli due punti per parte messi a segno; Tagliamento è propositiva e porta a casa un potenziale gioco da tre punti, il libero però non entra e Ragusa rimane ancora sotto di uno a sette minuti dal riposo lungo. Le siciliane pagano il mancato aggancio con un altro parziale di Geas che grazie ad una super Sara Crudo che fa pentole e coperchi garantendo una super difesa e 5 punti in attacco. Fra le file dell’Eirene Kuyer mostra le stigmate della superstar con un grande impatto da entrambe le parti del campo. Sul finale Ragusa ricuce ancora con una tripla di Santucci e due punti di Marshall che tengono il match in equilibrio sul 28-30 all’intervallo lungo.

Nel terzo quarto l’inerzia della partita sembra scivolare verso le ragazze in maglia nera: Ragusa alza il livello e l’intensità della difesa (arma in più delle lombarde nel primo tempo) e recupera diversi palloni; riesce poi a trovare finalmente il vantaggio con un tiro da 2 di Marshall a 6.40 dal riposo. Geas va in rottura prolungata e a Marshall si aggiunge anche Kuier che mostra tutti i prezzi pregiati del suo repertorio e segna altri 4 punti. Le ragazze di coach Zanotti sbagliano molti canestri e riescono a muovere il tabellone solo dalla lunetta con Graves: il punteggio dice 43-38 Ragusa a due minuti dal riposo. Nell’ultimo segmento di quarto ancora la numero 21 di Geas e Ronchi provano a riavvicinare la loro squadra ma la tripla di Tagliamento riassetta le distanze, il periodo si conclude sul 46-42 Ragusa.

La frazione conclusiva Ragusa inizia ancora con il piglio giusto con una tripla di Marshall e uno svitamento sul fondo di Kuier di pura classe. Graves segna dalla lunetta ma la fuga di Ragusa è solo rimandata a poco dopo con Santucci abile a convertire un gioco da tre punti in acrobazia che porta la squadra sul +10. Geas arranca ma si scuote con i canestri di Crudo e delle sue straniere che portano lo scarto a soli 3 punti al giro di boa: pazzesco canestro di Graves che dalla punta spara un tiro con la mano in faccia che trova solo il fondo della retina; ottima fin qui la sua prova con 19 punti. Ragusa però trova finalmente continuità da Romeo (23% dal campo) che infila 5 punti  in fila e da ossigeno alle compagne. Questo è lo strappo decisivo con Ragusa che porta a casa la partita sul  70-64   dopo un bel match deciso dal parziale del terzo periodo.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy