A1: Umbertide corsara sul campo di Vigarano

di Lucia Montanari, @LuciMonta15

Prosegue il cammino perfetto in trasferta per Acqua&Sapone Umbertide che vince per la quinta volta su cinque match disputati lontano dal PalaMorandi. Quella contro Vigarano non sarà una partita destinata a passare agli annali di questo sport, ma oggi era fondamentale conquistare una vittoria e il successo è arrivato con il punteggio di 50-63. Prestazione maiuscola di Jillian Robbins, autrice di 19 punti, 15 rimbalzi e 6 recuperi, in doppia cifra anche Gemelos con 17 e Swords con 13, pur limitata nel minutaggio dai problemi di falli. In casa Vigarano mancavano Zara, alle prese con un problema a un ginocchio, Moroni, che in settimana ha riportato un risentimento muscolare, Brunelli, ancora alle prese con l’ematoma all’occhio e Ugoka, non rischiata da coach Ravagni perché in condizioni non ottimali. Decisivo per Umbertide il predominio avuto in area, sia in attacco che in difesa, come testimoniano i 32 punti realizzati nel pitturato dalle ospiti contro i soli 8 di Vigarano, che ha cercato da parte sua di controbilanciare la situazione con un gioco estremamente perimetrale, 32 le conclusioni da 3 punti contro le 26 complessive da due per le ospiti, che hanno avuto le migliori marcatrici in Marshall e Cupido (12 punti) e Bestagno (11, quasi tutti nella ripresa grazie anche a 2 triple). Da segnalare il brutto colpo subito a metà del secondo periodo da Chiara Consolini in un contrasto con Cirov: per il capitano si teme la frattura del setto nasale, nonostante ciò dopo qualche minuto in panchina è tornata in campo a dare il consueto importante contributo.

Il primo canestro è segnato da Robbins che raccoglie il rimbalzo offensivo e colpisce dalla media. Vigarano sorpassa con Cirov che alla seconda occasione libera non sbaglia la tripla, ma subito Consolini con un bell’avvitamento in equilibrio precario risponde. Swords si fa sentire sotto canestro con due stoppate su Zanetti, mentre Robbins è preziosissima a rimbalzo. Tre punti della lunga da Boston College e poi una tripla di Gemelos danno il primo allungo a Umbertide in un primo quarto dal basso punteggio e dal livello tecnico non certo esaltante. Con l’appoggio di Santucci Acqua&Sapone tocca il +9, prima che Cupido infili la seconda tripla di Vigarano, che gioca molto perimetrale anche per l’indubbio vantaggio in area delle ospiti. A una bella penetrazione di Santucci risponde ancora da dietro la linea dei 6,75 capitan Venzo e poi ancora Cupido trova la quarta tripla che riporta le padrone di casa, mai a segno da 2 nel primo quarto. A fil di sirena Jacki Gemelos trova la sua seconda tripla di giornata e scrive il 12-17 che chiude il primo parziale.

La prima marcatura del secondo parziale è di Marshall che sfrutta una banale persa di Umbertide per appoggiare indisturbata. La guardia Usa si sblocca e al possesso successivo segna buttandosi indietro e rimettendo a -1 le padrone di casa. Umbertide non riesce neppure più a tirare in attacco, senza peraltro che il merito di questo sia di una difesa particolarmente arcigna, e così coach Serventi è costretto a chiamare time-out. Le parole del tecnico umbertidese danno la scossa alla squadra: a interrompere il digiuno offensivo è Caterina Dotto, poi Swords sfrutta i suoi centimetri in area con due marcature consecutive e riporta a +7 le ospiti. In area non c’è partita, la fisicità di Robbins e ancora Swords firmano il 16-27 che vale il massimo vantaggio e costringe Ravagni al minuto di sospensione. Marshall interrompe il parziale ma subito dopo Robbins segna raccogliendo il rimbalzo offensivo su una bella iniziativa di Cabrini sputata dal ferro, subisce fallo e converte il libero. L’arresto e tiro dalla media di Gemelos aggiorna ulteriormente il massimo vantaggio a +14. Vigarano tocca a colpire da 3 con Venzo e poi trova i primi punti del match da Bestagno. La parabola di Robbins che batte sul tabellone e entra vale il 23-34 con cui le squadre rientrano negli spogliatoi.

Nel terzo quarto Umbertide rientra con Consolini in panchina, ancora sofferente per una botta rimediata da Cirov nel secondo quarto, e un quintetto pesante con Santucci da 3, che però come già nel primo tempo in attacco fatica anche se soprattutto a causa di troppe palle perse in maniera banale, per distrazione più che per motivi tecnici. Vigarano non è che crei tantissimo in avanti, però trova due triple di Cirov e Bestagno che la riportano a 5. Quando poi Marshall intercetta un altro pallone e riesce ad appoggiare al vetro in un uno contro zero il meno tre. La rottura prolungata di Umbertide in attacco prosegue e Cirov avrebbe anche il pallone del pareggio che però le esce stortissimo dalle mani. Alla fine è Santucci a interrompere questa vera e propria carestia con un piazzato dalla media, ma è un lampo  Vigarano colpisce ancora da 3 con Bestagno e con la stessa lunga dalla lunetta si riporta a -1. Con il rientro di Consolini l’attacco trova spaziature migliori e subito la penetrazione di Gemelos libera Robbins che segna due punti. La guardia di passaporto greco però all’azione successiva sfonda in penetrazione, protesta in maniera eclatante e si prende un tecnico che Cirov converte. Anche Cupido guadagna una gita in lunetta che con l’1/2 vale ancora il -1, poi Robbins afferra un altro rimbalzo che converte in due punti, gli ultimi di una terza frazione di netta marca vigaranese che si chiude sul 37-40.

Si apre male per Acqua&Sapone anche la quarta frazione, con la difesa che si addormenta e concede due facili punti a Bestagno. Marshall poi in isolamento trova il canestro e addirittura le padrone di casa si portano in vantaggio, mentre Umbertide non riesce neppure a cominciare l’attacco. Poi però Dotto ruba palla e un bel gioco alto-basso Santucci – Robbins torna il vantaggio esterno. Sorpasso e controsoprasso di Cirov dalla lunetta e di Dotto in penetrazione, Poi è la solita Robbins a ridare fiato rimettendo un possesso pieno di distanza, ma subito Marshall replica. Robbins si erge su tutte e prima segna due liberi, poi ruba palla e propizia l’azione che termina con i primi due punti di Swords nella ripresa. Vigarano perde ancora palla e Gemelos può appoggiare indisturbata il +7. Quando Acqua&Sapone difende bene poi la musica cambia anche in attacco: Swords mette il +9, poi Robbins è perfetta in lunetta e  Gemelos con la tripla rimette il +14 sul tabellone, ma a chiudere il 13-0 di break arriva la bomba di Cupido. Gemelos mette uno dei due liberi che si era guadagnata, Cupido invece li converte entrambi, prima di uno spettacolare tiro da 3 della guardia nativa della California che scrive il 50-63 finale sul tabellone.

Vigarano: Bestagno 11, Cirov 9, Zanetti, Marshall 12, Cupido 12, Venzo 6, Andrenacci ne, Nako Moni ne, Ugoka ne, Brunelli ne, Zara ne, Moroni ne. All. Ravagni

Umbertide: Swords 13, Robbins 19, Consolini 2, Gemelos 17, Dotto 4, Santucci 8, Pegoraro, Bona, Cabrini, Ortolani ne. All. Serventi

Arbitri: Scudiero Daniele (Mi), Maffei Luca (Tv), Colazzo Elena

Fotogallery a cura di Roberta Banzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy