A1 – Venezia continua a ruggire, spazzata via San Martino

L’Umana Reyer si conferma capolista imbattuta della Serie A1 femminile, ipotecando già nel primo quarto la vittoria nel derby con la Fila San Martino, piegata alla fine 82-59.

di La Redazione

Umana Reyer Venezia – Fila San Martino di Lupari 82-59
Parziali: 24-6; 47-27; 67-46

Umana Reyer: Bestagno 13, Carangelo 10, Howard 12, Pan 9, Natali 7, Y. Anderson 12, Petronyte 8, Meldere, Attura 6, Penna 5. All. Ticchi.
Fila: J. Anderson 17, Fietta 4, Filippi ne, Tonello, Pasa 6, Toffolo 6, Ciaramella 11, Nezaj 4, Giordano ne, Rosignoli, Sulciute 8, Arado 3. All. Abignente.

L’Umana Reyer si conferma capolista imbattuta della Serie A1 femminile, ipotecando già nel primo quarto la vittoria nel derby con la Fila San Martino, piegata alla fine 82-59.
Nelle rotazioni delle straniere, resta fuori Fagbenle, con il quintetto formato da Carangelo, Yvonne Anderson, Penna, Howard e Petronyte. L’equilibrio dura solo 1′ (2-2): la grinta difensiva e i meccanismi offensivi di squadra delle orogranata scavano il vantaggio in doppia cifra già al 3’30” (12-2) con pronto time out ospite che però non interrompe l’inerzia. All’8′ è infatti 22-2, con coach Abignente costretto di nuovo a richiamare la squadra in panchina e, stavolta, ne sortisce qualche effetto, perché il quarto si chiude 24-6. All’inizio del secondo quarto le orogranata allungano ulteriormente fino al 32-7 (12’30”), poi, dal 38-13 di metà periodo San Martino riesce a riavvicinarsi fino al 42-25 al 18′, con il punteggio che dice 47-27 all’intervallo lungo.
Il secondo tempo si apre con il quarto fallo di Howard e una Fila che profonde il massimo sforzo per rientrare, a partire da una difesa molto fisica. Subito a metà quarto è così 55-40, con l’Umana Reyer che si affida alle proprie giocatrici di maggiore esperienza per riprendere in mano l’inerzia. Al 27′ è così di nuovo +20 (62-42) e all’ultimo intervallo 67-46. La partita è già incanalata. Le orogranata ritrovano il +25 al 31’30” (71-46) e aggiornano il massimo margine sul 76-49 al 34′. Dall’80-53 del 35’30”, comunque, San Martino riesce parzialmente a limare il ritardo e finisce 82-59.

Reyer.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy