A1F-Colpo Lavezzini, violata Lucca

0

Il quintetto partente parmigiano vede l’esordio proprio di Kireta spalleggiata da Antibe, Adriana, Franchini e Corbani. Al quinto siamo 0 a 9 ed il coach lucchese Mirko Diamanti è costretto a chiamare il suo primo di una lunga serie di timeout. Ma il meglio deve ancora venire e nel finale di primo quarto Antibe e compagne compiono il capolavoro ed allungano sul 6 a 19. Funzionano a meraviglia le triple di Adriana, oggi letteralmente immarcabile. Nel secondo parziale le ducali sembrano spiccare addirittura il volo arrivando dapprima ad un più sedici con il primo canestro di Battisodo che la dice tutta (6-22), ma soprattutto al più 21 con la tripla di Slavcheva a metà quarto. I due punti sembrano in ghiacciaia: 10 a 31! Ma ecco la prima piccola riscossa delle padrone di casa che infilano un mini-break di 6 a 0 interrotto però ancora da Battisodo: 16 a 34. Negli spogliatoi si va con altri 2 punti di Kireta oggi bravissima anche ai rimbalzi (12 in tutto!). Si riparte nel secondo tempo dal tranquillo 19 a 36 e la cronaca, infatti, diventa deficitaria perché Parma amministra bene il vantaggio. Il terzo minitempo si chiude però con le toscane che iniziano l’opera di recupero: 35 a 47. L’ultimo quarto è scarno di canestri. Dopo 5 minuti siamo ancora 35 a 50 coi canestri di Adriana. Ma nella seconda parte dell’ultima frazione di gioco il Lavezzini tira giustamente i remi in barca e si fa recuperare ancora. Dal 37 a 52 del settimo minuto si arriva al 47 a 53 con la tripla di Gentile. Ma resterà praticamente l’ultimo tentativo di Lucca di rifarsi sotto. Negli ultimi due minuti, infatti, fioccano i falli ed i conseguenti tiri liberi da una parte e dall’altra che portano all’uscita, per aver raggiunto il numero massimo di falli, in rigoroso ordine cronologico, Hampton, Adriana ed Andrade. I punti finali di Battisodo ed Antibe (8 punti totali per la francese oggi) fissano il finale sul già citato 47 a 57. Domenica prossima il Lavezzini affronterà una nuova insidiosa trasferta in quel di Priolo. Salto a due alle canoniche ore 18.