A2- Alpo scrive l’impresa, fermata la corazzata Ferrara

di La Redazione

La più brutta Pff Group dell’anno soccombe ad Alpo per 73-64 al termine di una gara piuttosto deludente. I campanelli d’allarme suonati con Astro e tutto sommato anche con la Virtus Cagliari non sono serviti da monito per la squadra, sconfitta con merito dalle brave padrone di casa. La cronaca.

Inizio di partita non semplice per le biancorosse, che appaiono da subito decisamente svagate. Il parziale di -7 (16-9) a 4’02” dal termine del primo quarto costringe Iurlaro al time-out, deluso dalla poca difesa e da un attacco che si “specchia” troppo, sbagliando facili occasioni da sotto canestro. La reazione almeno non si fa attendere e, con un parziale di 7-2, costringe la panchina di casa a fermare l’emorragia quando manca 1’34” alla fine del periodo che si chiude sul 18 pari.

Nei secondi dieci minuti le nostre sembrano più concentrate e piano piano mettiamo la testa avanti, grazie alle iniziative di Nori e Rosset. Alpo però non accenna a mollare la presa e quando mancano 3’34” siamo a +3, 26-23. L’ingresso di Terenzi è un ulteriore toccasana per le veronesi che, con i sei punti della lunga pesarese, chiudono avanti il primo tempo per 34-33.

Alla ripresa dopo l’intervallo lungo ci si aspetta una reazione che però non arriva. Continuiamo a concedere canestri troppo facili e Alpo prova l’allungo, scappando sul +5 a 7’12” dalla fine del terzo periodo, che diventa +9 sul 45-36. La sola Miccio prova a tenere a galla la squadra, ma è davvero troppo poco di fronte alle ovviamente galvanizzate padrone di casa che, nonostante la ‘box and one’ su Monica, mantengono il vantaggio, 48-39 a -2’41” e addirittura scappano a +11 grazie alla tripla di Rossi, 55-44, costringendo la panchina estense a correre ai ripari. Solo una fiammata di Aleotti permette alla Pff Group di limitare i danni e di presentarsi all’ultimo quarto sotto di appena cinque punti, 55-50.

Ben presto si capisce che è però solo un fuoco di paglia e Rossi e Monica continuano a ‘maramaldeggiare’ in attacco, riportando a distanza di sicurezza le compagne, 66-55 quando mancano cinque minuti alla fine della partita. La partita di fatto si chiude qui con Alpo in controllo: il finale di 73-64 sancisce la brutta giornata, speriamo serva di lezione

ALPO 73- FERRARA 64

Ecodent Alpo 73: Toffoli 7, Borsetto, Rossi 14, Ruffo, Zanella 13, Bottazzi ne, Pavanello ne, Zanardelli 2, Fumagalli 2, Carraro 6, Terenzi 9, Monica 20; All. Soave

Pff Group 64: Nori 4, Rosier 5, D’Aloja ne, Cecconi ne, Rulli 13, Pocaterra ne, Aleotti 7, Rosset 13, Miccio 15, Missanelli, Barlati ne, Mini 7; All. Iurlaro

Tiri liberi: Alpo 12/14, Ferrara 17/25

Parziali: 18-18, 34-33, 55-50, 73-64

Fotogallery a cura di Marco Castelletto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy