A2 – Altro successo per Vicenza, battuta Albino

VelcoFin InterLocks Vicenza – Edelweiss Albino 57 – 45

di La Redazione

VelcoFin InterLocks Vicenza – Edelweiss Albino 57 – 45 (15-12, 30-25, 40-35, 57-45)

VELCOFIN INTERLOCKS VICENZA: Monaco* 10 (2/4, 2/7), Grazian NE, Lazzaro 8 (2/5, 1/1), Mioni 2 (0/2 da 2), Gobbo* 7 (2/3 da 2), Villarruel* 2 (1/4, 0/3), Colabello, Vella* 8 (4/8, 0/3), Tibè* 11 (2/10 da 2), Sartore NE, Tagliapietra 9 (0/6, 3/3)
Allenatore: Rebellato C.
Tiri da 2: 13/44 – Tiri da 3: 6/18 – Tiri Liberi: 13/19 – Rimbalzi: 42 16+26 (Tibè 11) – Assist: 11 (Vella 3) – Palle Recuperate: 15 (Lazzaro 4) – Palle Perse: 17 (Vella 4)
EDELWEISS ALBINO: Birolini, Lussignoli, Rizzo* 10 (3/5, 0/2), Birolini, Laube* 6 (3/7 da 2), Panseri*, Mazza, Veinberga* 5 (0/4, 1/4), De Gianni* 6 (3/7 da 2), Cancelli 3 (1/3 da 2), Carrara 15 (5/7 da 2), Torri
Allenatore: Stazzonelli M.
Tiri da 2: 15/40 – Tiri da 3: 1/8 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 37 8+29 (Veinberga 7) – Assist: 10 (Rizzo 3) – Palle Recuperate: 10 (Veinberga 4) – Palle Perse: 23 (Rizzo 7) – Cinque Falli: Laube
Arbitri: Di Pinto F., Caravita G.

E tre! Terza consecutiva vittoria per i colori biancorossi che ora appaiano imbattute in classifica le corazzate Moncalieri e Crema, le favorite per il salto di categoria. Aldilà del punteggio è stata una partita maschia, dura e Albino ha dato tanto filo da torcere a Monaco e compagne. Ma diciamo subito che le basi della vittoria posano sulla difesa: coriacea, aggressiva, a volte asfissiante, che ha portato a 15 recuperi e a far perdere alle bergamasche 23 palloni. Il timbro più evidente e meritevole della serata la difesa sulla temutissima Veindeberga (che ha esordito con un canestro da tre, l’unico della sua squadra) relegata a 5 punti; e qui una nota di plauso a tutte le giocatrici, ma in particolare a Claudia Gobbo, inesorabile francobollatrice della lettone.
Il primo quarto vede il massimo vantaggio di Albino (9-4), ma un 11-1 porta Vicenza in testa e si chiude a 15-12
Equilibrato anche il secondo, che vede sugli scudi Maria Lazzaro (alla vigilia del suo ventiquattresimo anno): 30-25 per VelcoFin InterLocks. Anche il terzo round corre sul filo dell’incertezza: 40-35.
Ma è il quarto tempo che riserva la parte migliore. Vicenza si scatena a va sul più12 (49-37) al 5°, sembra irraggiungibile: una grande Elena Vella si erge a protagonista. Invece Albino reagisce e piazza uno 0-6 in men che non si dica. E a questo punto il canestro in jump di capitan Monaco arriva liberatorio (8° minuto) e per le bergamasche non c’è più scampo. Finisce con la giovanisima diciannovenne Milena Mioni in lunetta a firmare i primi 2 punti dell’anno. Se son rose…Finiamo annotando una bella curiosità. Dopo il magico 3/3 dalla lunga distanza realizzato a Sarcedo, Francesca Tagliapietra si è ripetuta ieri sera, mettendo tre bombe su tre altrettanto decisive ieri sera. Adesso aspettiamo anche i canestri da due!

Ufficio Stampa
A.S.Vicenza VelcoFin InterLocks

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy