A2- Astro Cagliari al via con le novità Canalis e Ljubenovic

0


L’ora “X” era fissata per le 19 di lunedì 1° settembre. Ruolino di marcia perfettamente rispettato. Con tante conferme e un pizzico di novità è ripresa l’attività agonistica dell’Astro Cagliari. La formazione cepina, in corsa per il secondo anno consecutivo nella Serie A2 femminile di basket, si è ritrovata sul parquet di via Talete agli ordini di coach Carlo Zedda e del nuovo preparatore atletico Renato Ibba. L’apprezzato tecnico federale ha preso il posto di Andrea Collu, dirottato nel settore maschile. Nel roster le uniche novità portano il nome di Claudia Canalis (San Salvatore Selargius) e Ana Lubjenovic. Soddisfazione arriva però soprattutto dalle conferme di Sabrina Pacilio (’76), Pat Marcello (’76), Sonia Cirronis (‘79) e Tatiana Martellini (’78). Veterane chiamate a trascinare un gruppo nel quale spiccano le personalità di Michela Laccorte (‘90) e Alessandra Ganga (’80). Di rientro dopo un anno all’Antonianum Quartu (A3) la lunga Francesca Cavalieri. Completano la lista di atlete a disposizione di Zedda Carla Gambino (’89) e l’ingresso delle giovani gemelle  classe ’99, le esterne Caterina ed Eleonora Argiolas.
Abbiamo un anno di esperienza sulle spalle – dice Carlo Zedda – la squadra è certamente più equilibrata e ha il vantaggio di partire con maggiore consapevolezza dei propri mezzi”. Salutata Martina Letkova, veste il giallonero Ana Lubjenovic. “Guadagniamo in tecnica ed agonismo – prosegue il coach – con in più la certezza di poter contare su una giocatrice che già conosce a meraviglia il campionato”. Nel menu di questa prima fase di preparazione una durissima settimana senza palla sulla spiaggia del Poetto e altri sette giorni in compagnia di sfera e  canestro. La prima doppia sgambata è invece in programma dopo il 20 settembre, probabilmente in un confronto andata e ritorno contro la pari categoria Mercede Alghero. Per il campionato c’è però ancora da attendere. L’Astro è infatti inserita nel girone nord-est con le cugine della Virtus, prima palla a due il 14 ottobre in casa contro le bergamasche della Fassi Albino. “Per valori è un girone sulla carta simile a quello dell’anno scorso – conclude Zedda –  anche se mancano corazzate come Genova, Torino e Geas Milano, c’è però un ottima Ferrara”. La Virtus? “Non ho una profonda conoscenza della sua nuova straniera ma ha fatto un ottimo acquisto con Melissari  e ha tra le sue fila Oppo e Gambuzza, giocatrici che conoscono bene la categoria. Sono convinto che la squadra punterà certamente ai playoff”. Per l’Astro, invece, ancora caccia a una sofferta quanto preziosa salvezza.