A2 – Athena sfiora l’impresa, Zolfanelli salva Cagliari nel finale firmando la vittoria

A2 – Athena sfiora l’impresa, Zolfanelli salva Cagliari nel finale firmando la vittoria

Gruppo Stanchi Athena Roma – Virtus Surgical Cagliari 46 – 52

di La Redazione

E anche fuori dal Pala Restivo la Virtus Surgical riesce a conquistare due punti. I primi stagionali ottenuti, in trasferta, sul campo dell’Athena Roma battuta per 52-46.

Quella di stasera è stata una gara dai due volti con la Virtus che ha sofferto nei primi due quarti la precisione al tiro, ma anche la voglia di lottare dell’Athena che, pur priva di Mia Masic (andata a rinforzare le fila di Campobasso) voleva, tra le mura di casa, conquistare i primi due punti stagionali. Poi nella ripresa le cagliaritane hanno dato dimostrazione di essere in grado di poter ribaltare qualsiasi risultato. Hanno dapprima ridotto le distanza e poi nell’ultimo quarto è arrivata la zampata vincente. Una nota di merito ovviamente va a tutto il gruppo che come sempre ha lottato pur di riuscire a conquistare i due punti, ma certamente un plauso va a Martina Zolfanelli. Per lei stasera 18 punti di bottino personale e una prova da incorniciare.

Come sempre si parte con le due squadre che si alternano al comando. Equilibrio fino al 4’ poi cinque punti di fila firmati da Cutrupi staccano Roma che si porta sull’11-6. La Virtus prova a reagire, ma sbaglia tantissimo  e fatica ad entrare in partita. A 3’ dalla prima sirena due liberi realizzati da Pellegrini sembrano scuotere la Virtus. Ma è solo un fuoco di paglia perché dall’altra parte l’Athena difende bene e nel finale riesce anche a trovare la via del canestro e chiudere sul 13-8. Al rientro in campo Roma continua a sfruttare il momento negativo delle avversarie per allungare ulteriormente e portarsi a + 8 (18-10 al 13’). Coach Ferazzoli, dall’altra parte le prova tutte, facendo sopratutto ruotare la panchina, ma tutto inutile. Si sbaglia tanto al tiro e non solo. Passano i minuti ma la situazione non cambia. Anzi cambia dalla parte dell’Athena Roma che si affida a Cutrupi e Introna per allungare ulteriormente. Il vantaggio diventa di 10 punti a 1’12 dalla sirena del riposo lungo e addirittura 12 a pochi secondi dalla sirena (29-17) prima che Iva Georgieva firmi con una tripla il -9 del riposo lungo che lascia aperta la porta alla speranza (29-20 al 20’).

Al rientro in campo la gara cambia volto. La Virtus appare più determinata mentre dall’altra parte l’Athena sembra aver perso la verve dei primi 20’. Brunetti prima e Anna Lussu poi prendono per mano la squadra (che tra l’alto difende bene su ogni azione avversaria) portandola a -4 nel giro di pochi minuti (31-27 al 22’). Le capitoline sbagliano tanto mentre la Virtus rosicchia ancora con Guilavogui (31-28 al 24’). L’aggancio è nell’aria. Il -1 lo firma Georgieva (3130), ma Roma ha ancora qualche freccia nella faretra e cerca di riprendersi. Nel finale arriva il pareggio. Prima con due liberi di Guilavogui (32-32) e poi con Zolfanelli (35 pari a 10 secondi dalla sirena). Nel ribaltamento però Perrotti subisce fallo e dalla lunetta riporta avanti Roma sul 37-35.La Virtus c’è e soprattutto è consapevole del fatto che la gara si può vincere. Al rientro in campo per gli ultimi 10’ Martina Zolfanelli si scatena. Firma il vantaggio a 8’16 (40-39) e poi butta dentro ben 8 punti di fila. Quelli che permetto alla Virtus Surgical Cagliari di sbancare l’Arena Altero Felici di Roma e rientrare a Cagliari con due importanti punti.

Iris Ferazzoli
“Devo ammettere che nel primo tempo abbiamo preso solo schiaffi dalle nostre avversarie. Poi però nella ripresa le ragazze sono state brave a giocare con la giusta intensità, quella che in effetti è mancata nei primi 20’. Abbiamo recuperato diversi palloni e soprattutto fatto dei contropiede facili. Da questo il gruppo ne ha tratto giovamento. La squadra ha trovato le energie giuste che le hanno consentito, una volta prese le misure, di attaccare la loro zona. Zolfanelli? brava sicuramente, ma anche un plauso ad Anna Lussu in grande spolvero. Guilavogui buona difesa nel secondo tempo”.

Gruppo Stanchi Athena Roma: Vanin 8, Cutrupi 16, Introna 12, Perrotti 5, Panniello 5, Raiola, Moretti, Hernandez, Bernardini, Camarda. Allenatore: Goccia.
Virtus Surgical Cagliari: Brunetti 10, Lussu 9, Georgieva 8, Zolfanelli 18, Guilavogui 5, Podda, Pellegrini Bettoli 2, Pillari, Sanna, Boneva. Allenatore: Ferazzoli. Assistente: Calandrelli.

Parziali: 13-8; 16-12; 8-15; 9-17.
Tiri da due: Athena 10 su 26; Virtus 16 su 42
Tiri da tre: Athena 5 su 16; Virtus 4 su 17;
Tiri liberi: Athena 11-18; Virtus 8 su 11.
Arbitri: Angelica Marconi e Luca Bartolini

Uff.Stampa Virtus Cagliari

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy