A2 – Cagliari lotta fino alla fine, ma è Savona a spuntarla

Surgical Virtus Cagliari – Cestistica Savonese 60 – 67

di La Redazione

Surgical Virtus Cagliari – Cestistica Savonese 60 – 67 (16-21, 37-35, 42-46, 60-67)

 
SURGICAL VIRTUS CAGLIARI: Puggioni 12 (3/7, 2/5), Sorrentino* 4 (2/5, 0/1), Raiola* 8 (2/9, 0/2), Georgieva* 13 (5/8, 1/4), Markovic* 2 (1/2, 0/2), Vargiu 3 (0/3 da 3), Orsini* 15 (5/8, 1/3), Melis NE, Podda 3 (1/1 da 2), Pastena, Pellegrini Bettoli, Sanna NE
Allenatore: Ferazzoli I.
Tiri da 2: 19/41 – Tiri da 3: 4/21 – Tiri Liberi: 10/16 – Rimbalzi: 39 8+31 (Orsini 9) – Assist: 17 (Raiola 5) – Palle Recuperate: 10 (Raiola 4) – Palle Perse: 15 (Vargiu 3) – Cinque Falli: Sorrentino

 
CESTISTICA SAVONESE: Zanetti* 20 (9/19, 0/1), Aleo* 7 (1/3, 1/6), Sansalone 3 (1/1 da 3), Villa* 4 (2/5 da 2), Penz* 15 (3/6, 1/4), Guilavogui, Roncallo NE, Bianconi NE, Michelini 3 (0/1, 1/2), Tosi* 15 (4/8, 0/1)
Allenatore: Pollari V.
Tiri da 2: 19/42 – Tiri da 3: 4/15 – Tiri Liberi: 17/26 – Rimbalzi: 42 8+34 (Tosi 11) – Assist: 12 (Aleo 5) – Palle Recuperate: 9 (Zanetti 5) – Palle Perse: 15 (Michelini 3)
Arbitri: Roberti E., Barbieri M.

Ancora una volta la dea bendata ha voltato la faccia alla Virtus Surgical Cagliari e la costringe all’ennesima sconfitta in casa. A conquistare, forse anche in maniera immeritata, i due punti in via Pessagno è stata la Cestistica Savonese che si è imposta al termine di una gara combattuta fino all’ultimo secondo con il punteggio di 67-60. Peccato, perché a 2’ abbondanti dalla sirena Paola Raiola era riuscita a firmare il pareggio a quota 60, poi errori e i canestri di Tosi e Penz hanno messo la parola fine alla sfida. Virtus concentrata e determinata fin dalle prime battute di gioco. Si studia l’avversario nel primo quarto, ma sono le ragazze liguri a trovare il primo acuto e andare alla prima sirena in testa sul 21-16. La reazione delle ragazze allenate da Iris Ferazzoli c’è! Nel secondo periodo la squadra di casa: corre, lotta e segna, ma soprattutto mette il bavaglio alla formazione ospite che subisce il gioco della Virtus ed è costretta ad andare al riposo lungo in ritardo sul 37-35. Puggioni, Georgieva e Orsini sugli scudi. Al rientro in campo le cagliaritane sembrano bloccate, mentre le ospiti, trascinate da Tosi e Zanetti piazzano un parziale di 11-1. Il vantaggio è perso, ma non certo la grinta: quella non manca mai. Solo nel finale di tempo Orsini e compagne ritrovano la via del canestro, ma non il vantaggio, quello è della Cestistica Savonese che chiude la terza frazione 46-42. Negli ultimi 10’ la Virtus prova a confezionare l’impresa. La squadra non si disunisce e le indicazioni dalla panchina sono utili per riprendere i fuggitivi. Canestro dopo canestro la Virtus riduce le distanze. Le ospiti hanno paura e sbagliano tanto. Le virtussine ne approfittano e a 2’ e 43 riaprono la sfida. Paola Raiola dalla lunetta firma il 60-60. Il tecnico avversario Pollari chiama il time out per parlarci sopra e inserisce nel gruppo Tosi. La risposta della squadra coincide con un break di 7-0 che mette fine al match.

Uff.Stampa Virtus Cagliari

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy