A2 – Carugate fa l’impresa, Alpo si conferma altalenante

Carugate-Alpo 65 62

di La Redazione

Blackiron-rentpoint.it Carugate – Drain by Ecodem Alpo 65 – 62 (6-17, 27-28, 44-43, 65-62)

BLACKIRON-RENTPOINT.IT CARUGATE: Discacciati, Marino NE, Miccoli 4 (1/3 da 2), Meroni, Allevi NE, Usuelli 9 (4/4 da 2), Diotti* 16 (5/7, 0/2), Osmetti NE, Canova* 8 (3/6, 0/2), Grassia* 6 (3/5 da 2), Micovic* 12 (4/8, 0/5), Colognesi* 10 (4/8, 0/1)
Allenatore: Cesari L.
Tiri da 2: 24/41 – Tiri da 3: 0/12 – Tiri Liberi: 17/22 – Rimbalzi: 34 8+26 (Colognesi 13) – Assist: 16 (Usuelli 3) – Palle Recuperate: 10 (Colognesi 3) – Palle Perse: 18 (Micovic 6)
DRAIN BY ECODEM ALPO: Vespignani* 6 (0/3, 2/5), Conte* 8 (0/2, 2/6), Dell’Olio* 22 (5/10, 4/5), Reani* 7 (2/3, 1/7), De Marchi 6 (2/3 da 3), Gualtieri, Dzinic* 4 (1/3 da 2), Bertoldi NE, Vitari, Coser, Mosetti 9 (3/4, 1/4), Franco NE
Allenatore: Soave N.
Tiri da 2: 11/31 – Tiri da 3: 12/30 – Tiri Liberi: 4/6 – Rimbalzi: 35 13+22 (Dell’olio 8) – Assist: 15 (Reani 4) – Palle Recuperate: 7 (Conte 5) – Palle Perse: 18 (Conte 3) – Cinque Falli: De Marchi, Dzinic
Arbitri: Fusari R., Colombo M.

Basket Carugate non lascia. Anzi, raddoppia. Un’altra vittoria. La seconda consecutiva. La prima in casa. Contro un’avversaria forte. Una delle più forti del campionato. Drain by Ecodem Alpo battuta, 65-62 in una partita thrilling vietata ai deboli di cuore. Perché Blackiron Rentpoint.it già a fine primo quarto si è ritrovata sotto di 11 punti, parziale 6-17 firmato da un’incontenibile Veronica Dell’Olio (alla fine chiuderà con 22 punti, 8 rimbalzi e 4/5 da 3). Una situazione già vista durante questa prima parte di campionato. Una situazione da cui spesso, la squadra, ne era uscita con le ossa rotte.
Il capitano: “Adesso abbiamo voglia di vincere”

Non stavolta. La vittoria di Sarcedo ha ridato linfa e fiducia a Francesca Diotti e compagne. Qualcosa è cambiato e si vede. “Adesso abbiamo voglia di vincere” commenta infatti il capitano subito dopo il match. “Questa è la vittoria del gruppo” aggiunge Matteo Catalfamo. “E’ il gruppo che sta diventando squadra” conclude Gigi Cesari. Ancora a casa per motivi di salute, il coach di Blackiron Rentpoint.it Basket Carugate ha chiamato la squadra al telefono pochi istanti dopo la sirena e ha voluto parlare con quella che, in condivisione con Silvia Colognesi, doppia doppia con 10 punti e 13 rimbalzi, si è meritata il titolo di mvp della gara. Qualcuno che non ti aspetti.
Usuelli, che spettacolo!

Entrata nel secondo quarto, Sara Usuelli ha disputato una partita spettacolare, che va al di là del 4-4 al tiro e dei 9 punti realizzati, record carriera in serie A2. “Ha difeso fortissimo e molto bene a zona -continua Cesari- aiutando molto anche su Dell’Olio, mettendola in difficoltà”. Più in generale Sara ha disputato un match da veterana, gestendo ogni possesso con freddezza, lucidità e consapevolezza dei propri mezzi. Atletici innanzitutto, che le hanno permesso di bruciare in più di un’occasione la sua diretta avversaria in uno contro uno arrivando fino a canestro e trovando due punti in mezzo alle maglie (e alle “spilungone”) di Alpo. Sempre al posto giusto al momento giusto, ha giocato bene anche il pick and roll (tre assist) trovando inoltre tre rimbalzi importantissimi, di cui uno in attacco, lei, Sara, 17 anni appena compiuti e con i suoi 160 centimetri di altezza.
Meroni non ce la fa, quintetto inedito

Come detto da Catalfamo, va ribadito che è stata una vittoria del gruppo. Il quintetto mandato in campo da coach Cesari è inedito, viste anche le non perfette condizioni fisiche di Laura Meroni. Grassia e Colognesi nel ruolo di lunghe, poi un backourt composto da Micovic-Canova-Diotti. La partenza però è complicata. Alpo non segna per i primi 4′, poi si scatena con la coppia Dell’Olio-Muselli, che firma tutti i 17 punti del primo quarto per la squadra veneta.

Alpo, triple a raffica ma Basket Carugate non cede

Un parziale 12-0 per Basket Carugate avviato da 4 punti di fila di Milica Micovic ridà equilibrio al match e proprio in questo break c’è la firma di Usuelli (le due compagne hanno quasi 20 anni di differenza) che ne segna 5, compreso il canestro del 18-17, quello del sorpasso. La zona delle lombarde dà i suoi frutti, anche Chiara Discacciati trova minuti di qualità, ma Alpo è eccellente nel tiro da tre (terminerà con 12-30, segnando più dall’arco che da due) e non si dà per vinta: il secondo quarto proseguirà punto a punto e si conclude 26-27 per le ospiti, ma con parziale 21-11 per le padrone di casa.

Ripresa a strappi, Colognesi domina a rimbalzo

La ripresa ricomincia a strappi. Primo break per Blackiron Rentpoint.it Basket Carugate: 6-0, con Diotti, Micovic e Greta Miccoli (anche lei molto positiva). Alpo risponde con un controbreak 0-9 e si riporta avanti 33-37 ma Basket Carugate rende pan per focaccia. Valentina Grassia alla ribalta: 9-0 e 4 punti consecutivi realizzati dalla lunga mentre Colognesi, che cattura tutto quello che passa vicino al ferro, firma il massimo vantaggio: 42-37 a 70″ dalla fine del terzo quarto, prima che Vespignani metta la tripla a ridosso della sirena per il 44-43.

Decisiva la lunetta, con il trio Canova-Micovic-Diotti

Alpo è squadra tosta e lo dimostra negli ultimi dieci minuti. Pronti via e Laura Reani realizza il nuovo canestro del sorpasso ma Basket Carugate esplode di salute e di determinazione, rispondendo canestro su canestro alle avversarie, che continuano a pungere da tre punti, al contrario delle lombarde, che chiuderanno 0-12 dall’arco. Ma le partite si vincono anche senza il tiro da fuori. Ad esempio cercando il contatto in area e sfruttando la precisione dalla lunetta, in particolare con Sara Canova e la solita Micovic, le due veterane di Basket Carugate. Blackiron Rentpoin.it chiuderà con 17-22 ai liberi. A 3’23 Alpo però si porta avanti di tre lunghezza con la solita bomba firmata Sofia Vespignani.

Nel finale, la firma del capitano

Potrebbe essere la fine, perché è un canestro che pesa come un macigno ma Usuelli, ancora lei, segna il -1 con un layup in penetrazione dopo l’ennesimo rimbalzo di Colognesi (“Si è meritata il quintetto”, dirà alla fine coach Cesari). Micovic dalla lunetta firma il 60-59 ed ecco che arriva il momento del capitano. Francesca Diotti, che chiuderà con 16 punti, miglior marcatrice di Carugate, prima realizza il 62-59, poi fa 1-2 ai liberi dopo fallo antisportivo fischiato a Dzinic. Alpo non si arrende e con una tripla di Conte si riporta sul 63-62 a 8” dalla sirena. Ma Carugate, pur stanca, resta lucida. Sulla rimessa si affida al proprio capitano che, chirurgica ancora dalla lunetta, chiude i conti: 65-62 ed è il regalo di Natale più bello che la squadra avrebbe potuto regalarsi. In classifica, Blackiron Rentpoint.it non è più ultima e sale a quota 4.

ASD Basket Carugate

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

Carugate

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy