A2 – Carugate fatica, ma batte Marghera

A2 – Carugate fatica, ma batte Marghera

Carugate passa a Marghera.

di La Redazione

Giants Basket Marghera – Basket Carugate 49 – 52 (19-29, 40-33, 42-48, 49-52)

GIANTS BASKET MARGHERA: Callegari* 4 (1/7 da 2), Vettore 2 (0/4 da 2), Grattini 13 (4/6, 1/4), Tasca* 2 (1/2, 0/1), N’Guessan 2 (0/0, 0/0), Crocetta, Castria* 9 (0/2, 3/8), Villarruel* 15 (4/10, 1/6), Favaretto* 2 (0/2 da 2), Vettori NE, Camporeale
Allenatore: Tomei M.
Tiri da 2: 10/34 – Tiri da 3: 5/23 – Tiri Liberi: 14/16 – Rimbalzi: 33 11+22 (Villarruel 7) – Assist: 9 (Villarruel 3) – Palle Recuperate: 7 (Villarruel 3) – Palle Perse: 13 (Squadra 3)
BASKET CARUGATE: Possali NE, Schieppati* 8 (3/7, 0/1), Usuelli NE, Diotti* 12 (6/6 da 2), Canova* 10 (1/3, 2/5), Maffenini* 9 (4/9, 0/4), Grassia 4 (2/6 da 2), Gambarini 2 (1/6 da 2), Fossati NE, Colombo, Tomasovic* 7 (3/7 da 2)
Allenatore: Cesari L.
Tiri da 2: 20/44 – Tiri da 3: 2/11 – Tiri Liberi: 6/10 – Rimbalzi: 44 12+32 (Maffenini 10) – Assist: 6 (Schieppati 2) – Palle Recuperate: 5 (Schieppati 2) – Palle Perse: 13 (Canova 4)
Arbitri: Foschini M., Cirinei D.

Esordio al cardiopalma per Matteo Catalfamo alla prima da capo allenatore. Senza coach Luigi Cesari, fermo per problemi di salute, Mapptools Carugate supera Giants Marghera in trasferta al termine di una partita in cui ogni singolo quarto ha fatto storia a sé. Ma che alla fine ha visto prevalere il carattere della squadra lombarda, che col punteggio di 49-52 centra la quarta vittoria nelle ultime cinque e il quinto posto in classifica a pari merito con Castelnuovo e Sarcedo, quest’ultima avversaria sabato prossimo a Carugate.

Diotti perfetta (e decisiva), Maffe “rodmaneggia”
Il punteggio basso premia il gioco di squadra e l’equa distribuzione dei punti tra le ragazze al servizio di Catalfamo ben affiancato da Greg Minotti, coach del settore giovanile: spiccano i 12 punti ma soprattutto il 6-6 al tiro di Francesca Diotti, i 10 a referto di Sara Canova con due triple e i 9 di Giulia Maffenini che cattura anche 10 rimbalzi.

“Vittoria che dedichiamo a Gigi”
“Marghera ha dimostrato di essere squadra vera nonostante gli zero punti in classifica -ha commentato coach Catalfamo-. Pessimo il nostro secondo quarto in cui abbiamo subito molto la zona. Siamo rientrati nella ripresa con la giusta concentrazione riuscendo a fermare le avversarie a soli 2 punti. Poi abbiamo sofferto fino alla fine. Ovviamente è una vittoria che dedichiamo a Gigi, sperando che torni presto”. Mapptools parte subito con la quarta ingranata. Primi novanta secondi e mini parziale 0-8, Marghera si rifà sotto ma nuovo break per Colombo e compagne: 0-7 e 11-17 a metà del primo quarto, che si chiude con un altro parziale 4-12 a fissare il punteggio sul 19-29 a favore di Carugate,

Improvvisa paralisi in attacco
Sembra una partita destinata ad alti punteggi ma non è così. Le padrone di casa si piazzano a zona e l’attacco Mapptools s’inceppa. Le lombarde sono riescono mai a segnare dal campo. Il parziale del secondo quarto non ha bisogno di tanti aggettivi: 21-4 per Marghera, che ribalta il meno dieci portandosi in vantaggio all’intervallo di sette lunghezze: 40-33.

Secondo tempo: cuore e classe
All’intervallo Catalfamo e Minotti trovano le parole giuste per motivare la squadra, che torna in campo con un altro atteggiamento, un’altra concentrazione e una difesa che non lascia più passare niente e nessuno. Il risultato è un controparziale micidiale: 15-2. Come Carugate nel secondo quarto, così Marghera nel terzo non trova canestri su azione, Mapptools perde Natasa Tomasovic per una botta al gomito ma tiene il campo magnificamente e si riporta avanti di sei lunghezze. Un vantaggio che negli ultimi dieci minuti difende con le unghie e con i denti e che porta immediatamente a otto con il primo canestro dal campo di Francesca Gambarini. Ma Marghera ha ancora benzina, riportandosi a -1 grazie a 5 punti consecutivi di Grattini. Come è già accaduto, a segnare il canestro decisivo a 150 secondi dalla fine, è Francesca Diotti, che mette in ghiaccio il 49-52 finale non senza qualche brivido a ridosso della sirena, con Grattini che fallisce due volte la tripla del pareggio.

Sabato scontro diretto con Sarcedo
In classifica come detto, Carugate ora è quinta a quota 14 punti, gli stessi di Sarcedo e Castelnuovo, che sono proprio le prossime avversarie di Mapptools. Sabato prossimo arriva la squadra veneta che ha inflitto il primo ko in stagione a Moncalieri mentre tra due settimane sarà la volta di Ecosped, a Tortona.

Uff.Stampa Basket Carugate

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy