A2 – Carugate respinge un’ottima Acciaierie Valbruna Bolzano e aggancia la settima posizione

0

Dimensione Bagno Carugate – Acciaierie Valbruna Bolzano 61 – 54 (22-20, 30-28, 46-39, 61-54)

DIMENSIONE BAGNO CARUGATE: Morra* 10 (4/10, 0/2), Belosevic* 6 (2/5, 0/3), Usuelli 4 (2/3, 0/2), Diotti* 12 (4/7, 1/4), Osmetti NE, Andreone, Nespoli* 4 (2/4 da 2), Faroni 7 (1/1, 1/3), Baiardo* 18 (0/3, 4/11), Marino NE
Allenatore: Colombo A.
Tiri da 2: 15/33 – Tiri da 3: 6/25 – Tiri Liberi: 13/14 – Rimbalzi: 37 8+29 (Belosevic 10) – Assist: 8 (Morra 2) – Palle Recuperate: 6 (Belosevic 2) – Palle Perse: 6 (Diotti 2)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Nasraoui* 9 (2/12, 1/6), Giordano* 4 (2/2 da 2), Scordino, De Marchi 2 (1/1, 0/1), Cela 11 (2/2, 2/6), Fabbricini 10 (5/8 da 2), Grazioli NE, Schwienbacher* 6 (0/1, 2/6), Jurhar* 4 (2/8, 0/1), Marcello* 8 (1/1, 2/5)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 15/36 – Tiri da 3: 7/26 – Tiri Liberi: 3/5 – Rimbalzi: 41 11+30 (Jurhar 16) – Assist: 13 (Nasraoui 5) – Palle Recuperate: 1 (Scordino 1) – Palle Perse: 12 (Cela 3)

Entra in striscia vincente Dimensione Bagno e regola tra le mura amiche anche Acciaierie Valbruna Bolzano per 61-54 agganciando Mantova alla settima posizione in classifica.

Gara tirata, punto a punto, con Carugate sempre con la testa avanti ma sempre di poche lunghezze; dopo un primo quarto spumeggiante da parte di entrambe le formazione ( 22-20 ) si assestano le difese e la seconda frazione si conclude con un 8-8 che porta le squadre 30-28 all’intervallo lungo.

Dimensione Bagno prova lo strappo più di una volta nel terzo quarto e alla fine riesce ad accumulare un piccolo vantaggio che la porta negli ultimi 10 minuti di gioco avanti di 7 lunghezze ( 46-39 ). Bolzano non molla e recupera e si riporta a -2 sul 48-46 a 5′ dalla fine. Diotti e Usuelli in contropiede riportano Carugate di nuovo a +6 poi la precisione ai tiri liberi premia Dimensione Bagno che piazza un 6/6 dalla lunetta mentre dall’altra parte Nasraoui forza le situazioni e sbaglia tre soluzioni consecutive portando la gara nel finale verso una tranquilla vittoria del gruppo di coach Colombo, che suggella il punteggio con una “rubata” di Nespoli ed un facile canestro di Morra.

In una giornata dove le lunghe di entrambe le formazioni si sono prese a sportellate e si sono eliminate a vicenda, è il reparto piccole di Carugate che entra “on fire”, Baiardo 18, miglior realizzatrice e Diotti 12 punti nei momenti importanto della gara, fanno la differenza sulle pari ruolo di Bolzano, con la sola Cela in doppia cifra a 11 punti.

Sabato prossimo per Carugate sarà dura in casa della capolista Sanga Milano, ma intanto Diotti e compagne hanno fatto bottino nelle prime due giornate del girone di ritorno e si godono la striscia vincente, il derby milanese se lo giocherà a mente libera, forte della sua consolidata posizione in classifica.

La gallery a cura di Marco Brioschi

Baiardo

UFF.STAMPA BASKET CARUGATE