A2 – Castelnuovo rischia grosso, ma espugna il PalaLupe

A2 – Castelnuovo rischia grosso, ma espugna il PalaLupe

Il Fanola è andata vicina al successo interno.

di La Redazione

Comincia con il piede giusto l’avventura dell’Autosped nel campionato di serie A2 grazie alla vittoria, sofferta ma limpida, ottenuta sul difficile campo del Fanola San Martino; match che si è rivelato un durissimo testa a testa e che le giraffe sono state brave a far proprio nonostante la situazione di emergenza dell’organico, vista la prevista assenza di Podrug e Corradini. Alla palla a due coach Pozzi schiera Repetto, Bonvecchio, Claudia Colli, Pavia ed Albano ed è la trentina, su assistenza di Repetto, a replicare, sempre dall’arco, alla tripla iniziale di Pasa; Pavia, sempre imbeccata dal giovane play tortonese, firma il primo vantaggio esterno (5-3) ma le Lupe controbattono con un 8-0 figlio dei traccianti di Pasa ed Amabiglia. Il Bcc però non si scompone e prima Pavia e poi Bonvecchio, con 5 punti consecutivi, ricuciono lo strappo siglando un nuovo sorpasso (12-11); match che prosegue sul filo dell’equilibrio con le due formazioni ad alternarsi al comando e Autosped che chiude avanti di una incollatura alla prima sirena (21-20) grazie alle iniziative di Albano, Claudia Colli (4 punti) e D’Angelo (2+1). Dopo la beneficiata di punti del quarto iniziale le percentuali calano drasticamente nella frazione successiva tanto che dopo 6′ lo score parziale è un misero 2-1 interno (Albano); ultima parte più brillante, da ambo le parti, e dopo un libero di Claudia Colli ed i canestri di Albano, Bonvecchio e Pavia, è Repetto, dai 6,75, a firmare il +3 esterno del 20′ (32-29). Dopo l’intervallo si riparte con un altro libero, di Pavia, cui fa però seguito un 6-0 delle padrone di casa, per il nuovo controsorpasso (33-35) subito assorbito da Repetto, in contropiede. La sfida si mantiene sempre sui binari dell’incertezza con Pavia (8 punti nel quarto) a costituire il maggior terminale offensivo delle castelnovesi che trovano punti anche da Albano e Claudia Colli; un paio di pericolose distrazioni proprio nel finale di quarto permettono al Fanola di entrare nei 10′ finali sul +3 (49-46). Ultimo quarto che si apre con le polveri bagnate, con le due squadre a secco nei primi 3′; è l’ex capitano di Broni a rompere il digiuno con l’appoggio del -1 (48-49) poi, a dare una svolta alla partita arrivano, in rapidissima sequenza, le triple di Albano e Claudia Colli che lanciano l’allungo decisivo delle giraffe (54-51). Le ragazze di Valentini accusano il colpo e Albano, a 3′ dal termine, sigla il +5 (56-51) che sembra poter risultare determinante; è la difesa dell’Autosped a mettere l’ultimo tassello con Bonvecchio e Pavia a realizzare dalla linea della carità gli ultimi punti e con la preghiera finale di Toffolo che cade ben lontana dal ferro. Due punti molto importanti quelli ottenuti dalle ragazze di Pozzi ed in questo senso si può interpretare l’entusiasmo con cui sono stati festeggiati alla sirena; il non esaltante precampionato ed i problemi di organico avevano reso molto delicato il match ed avere superato l’ostacolo è, senza ombra di dubbio, una formidabile iniezione di fiducia. Se balzano agli occhi i 17 punti di Pavia, top scorer della sfida, va segnalato che ben 4 (oltre ad Enrica anche Albano, Bonvecchio e Claudia Colli) sono state le giraffe a chiudere in doppia cifra, tutte brave a farsi trovare pronte nel momento del bisogno; bene la giovane Repetto ed ottimo il lavoro svolto da Albano sulla temutissima Toffolo, limitata a soli 5 punti grazie ad una gabbia difensiva ben congegnata a tavolino dallo staff tecnico. Non sono mancati ma era prevedibile, i momenti difficili ma la squadra ha avuto il pregio di non disunirsi mai, restando compatta ed unità mentre, dal punto di vista del gioco, a tratti, si sono viste buone cose. Vincere è sicuramente un’ottima medicina e permetterà di lavorare, in settimana, con maggiore impegno ed entusiasmo; il recupero delle infortunate, poi, permetterà una più equilibrata distribuzione degli sforzi tra le giocatrici oltre, ovviamente, ad aumentare la cifra tecnica complessiva della squadra. Per il momento godiamoci i due punti, arrivati contro una formazione che a dispetto della giovane età ha valori importanti e che potrà togliersi parecchie soddisfazioni nell’arco della stagione se potrà scendere sul parquet sempre al completo, come stasera; intanto, però, Chapeau Giraffe !!!

Fanola San Martino – Autosped Bc Castelnuovo Scrivia 55-58 (20-21, 29-32, 49-46)

Fanola: Guarise 3, Beraldo 12, Peserico, Amabiglia 13, Coccato, Nezaj, Giordano 4, Benato 5, Pasa 13, Antonello, Rosignoli, Toffolo 5. All. Valentini

Autosped: Repetto 5, Bracco, D’Angelo 3, Pavia 17, Ca. Colli, Serpellini, Cl. Colli 11, Bernetti, Bonvecchio 11, Albano 11. All. Pozzi, v.All. Maresca

Uff.Stampa Autosped Castelnuovo Scrivia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy