A2- Colpo casalingo di Orvieto: battuto il GEAS

Con una grande prova difensiva le ragazze di coach Romano sono riuscite a imbrigliare l’attacco della capolista e hanno così guadagnato due importantissimi punti.

di Lorenzo Petrangeli

Importantissimo successo per la Ceprini Costruzioni Orvieto, che nel big match del PalaPorano ha inflitto la seconda sconfitta stagionale alla capolista GEAS Sesto San Giovanni, battuta per 52-50. Le due squadre hanno dato vita a una battaglia emozionante in cui le difese hanno fatto la voce del padrone, come si può notare dal basso punteggio, al termine della quale le ragazze di coach Romano hanno messo in cascina due punti fondamentali.

Non c’è stata nessuna sorpresa nei quintetti iniziali scelti dai due allenatori: a Bonasia, Brunelli, Manzotti, Manfrè e Mazionyte Cinzia Zanotti ha risposto con Arturi, Galbiati, Gambarini, Barberis e Ercoli. I ritmi sono stati bassi fin dai primi minuti di gioco, con le difese di entrambe le squadre che costringevano l’avversario a sfruttare tutti i ventiquattro secondi a disposizione per trovare un vantaggio per un buon tiro. Romano ha scelto una difesa più contenitiva, con le lunghe che si staccavano molto sul pick and roll per collassare il pitturato e negare canestri ad alta percentuale a Ercoli, mentre Zanotti ha optato per una tattica più aggressiva, che puntava a negare ricezioni facili alle biancorosse e a riempire l’area in caso di isolamento in post. Il risultato è stato un punteggio basso, con le squadre ferme sul 7-7 quando coach Zanotti ha chiamato il primo timeout della gara a quattro minuti dal termine della prima frazione. In grande equilibrio il primo quarto si è chiuso sul 14-14, con Manzotti e Mazionyte da una parte, Ercoli e Galbiati dall’altra sugli scudi.

Il secondo periodo ha seguito il canovaccio del precedente, con le due squadre che hanno iniziato ad alternare zona e uomo e hanno forzato palle perse e tiri non puliti. Per Orvieto è stato buono l’impatto della giovane Boni, che si è fatta trovare pronta e ha messo a segno la tripla del 24-24. Su questo Cinzia Zanotti ha speso il suo secondo timeout, da cui ha tratto notevoli benefici. Poco dopo il rientro in campo dalla sospensione a coach Romano è stato sanzionato un fallo tecnico per proteste, che ha dato il via al parziale GEAS. Il libero di Galbiati, il canestro di Ercoli, molto positiva e presente su entrambi i lati del campo, e la tripla di Arturi hanno siglato il 6-0 Sesto che ha rappresentato il primo vero momento di difficoltà di Orvieto. Negli ultimi minuti del periodo le biancorosse hanno reagito in difesa, ma hanno continuato a faticare in attacco, con Brunelli ben limitata dal trattamento riservatole dalla tattica di Cinzia Zanotti. In questo modo Sesto San Giovanni è rientrata negli spogliatoi avanti di otto lunghezze (24-32) e con l’inerzia dalla sua parte.

Il rientro in campo dalla pausa lunga sarebbe stato fondamentale per il resto della gara: Orvieto doveva reagire per chiudere il margine che si era aperto a fine secondo quarto, mentre Sesto aveva l’occasione per dare un ulteriore strappo potenzialmente decisivo per le sorti della gara. In questo momento le ragazze di coach Romano hanno dato prova di grande carattere e piano piano sono riuscite a richiudere il divario. Orvieto ha ripreso con grande attenzione in difesa: ha forzato molte palle perse e ha controllato la battaglia a rimbalzo, in modo da non concedere facili seconde opportunità alle ospiti. Un trattamento speciale è stato riservato al top scorer del girone Virginia Galbiati, a cui è stata resa difficile ogni ricezione e ogni iniziativa dall’ottima difesa di Giulia Manzotti. A partire dalla difesa, che ha concesso solo due punti in sei minuti, le biancorosse hanno iniziato a recuperare, grazie al lavoro dell’asse play-pivot Bonasia-Mazionyte. Proprio una tripla della playmaker ex Battipaglia ha segnato il primo sorpasso dopo oltre un quarto di Orvieto e allo stesso tempo la reazione di Sesto San Giovanni, che ha ricevuto buone risposte da Barberis e dalla positiva Ercoli. Il quarto si è concluso con Orvieto avanti di un solo punto (43-42).

Nell’ultimo quarto i numerosi spettatori presenti, molti venuti anche dalla Lombardia, hanno potuto assistere a una lotta colpo su colpo, con entrambe le squadre che nonostante la stanchezza dovuta anche alle rotazioni corte non hanno mollato di un centimetro. La zona scelta da Romano e Zanotti ha sortito l’effetto di chiudere gli spazi e di rendere difficile ogni conclusione. Negli ultimi minuti la partita si è poi infiammata. Alla tripla di Manzotti a poco più di un minuto dalla fine, che sembrava poter indirizzare la gara in direzione di Orvieto, ha risposto il gioco da tre punti di Barberis, che ha concluso una bella penetrazione. All’ultimo giro di lancette le due squadre si sono così trovate sul 50-50, con infiniti scenari che potevano avverarsi. Su uno scarico di Mazionyte Manzotti, probailmente la migliore delle sue al termine di una bella prestazione corale, ha trovato al confine dell’arco da tre punti il canestro del sorpasso biancorosso (52-50). Sul successivo attacco di GEAS le ragazze di coach Romano con una buona difesa non hanno preso canestro, ma nell’azione successiva hanno fallito con Brunelli la tripla del KO. Sesto si è così guadagnata il possesso decisiva per mandare la partita al supplementare o addirittura per chiuderla. Ancora una volta Orvieto si è distinta in difesa e ha negato la ricezione all’avversario più pericoloso, Galbiati. Dopo una rimessa nata da un tocco orvietano GEAS è andato al tiro dall’altezza del tiro libero con Gambarini, ma ha sbagliato e la vittoria è così andata nelle mani di Orvieto.

Le biancorosse escono rafforzate da questa vittoria che mantiene imbattuto il PalaPorano e conferma il loro buon momento di forma, con buoni segnali anche per gli impegni futuri, a partire dalla prossima difficile trasferta contro Castelnuovo Scrivia. Sesto San Giovanni con questa sconfitta conserva un margine ancora abbastanza rassicurante sul terzetto Crema-Sanga Milano-Orvieto, ma vede assottigliarsi a sole due lunghezze il divario con la seconda Empoli. Le ragazze di coach Zanotti sono attese dallo scontro testa-coda contro Alghero, in programma sabato 18 febbraio a Sesto San Giovanni.

Ceprini Costruzioni Orvieto-GEAS Sesto San Giovanni 52-50(14-14, 24-32, 43-42)

CEPRINI ORVIETO: Grilli S., Falanga M. NE, Mazionyte G. 14, Bonasia V. 12, Gaglio A., Manzotti G. 14, Boni R. 3, Manfrè G. 4, Brunelli G. 5, Bortolotti A. NE, Armenti V. NE, Presta C. NE. All.: Romano Massimo.

GEAS: Arturi G. 5, Galbiati V. 15, Decortes L. NE, Gambarini F. 2, Panzera, Barberis B 13, Grassia V. NE, Ercoli E. 15, Pusca I. NE. All.: Zanotti Cinzia.

Arbitri: Massafra e Rubera.

NOTE: Orvieto tiri liberi 7/8 (88%), Sesto San Giovanni tiri liberi 6/10 (60%).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy