A2 COPPA ITALIA – Tre supplementari e un sacco di emozioni, Alpo batte La Spezia e va in semifinale

Al termine di una partita durata ben tre supplementari, Alpo vince il primo quarto di finale e stacca il pass per le semifinali.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Se questo è l’inizio, mettiamoci comodi. Il basket in rosa è tornato anche con l’A2 e lo ha fatto nel modo migliore possibile. Tre overtime, cinquantacinque minuti, è il tempo servito ad Alpo per strappare il pass per la semifinale contro una La Spezia mai morta. Vince la formazione di Soave, dopo che nei primi venti minuti la gara sembrava in discesa, grazie ai primi due quarti di una pazzesca Vitari. Nella ripresa musica opposta: Packovski (22pt, 16rb, 9ass) entra subito in ritmo e le liguri cambiano marcia trovando in Templari (33pt) la bocca principale sul fronte offensivo con l’1/2 di Linguaglossa a un secondo dalla fine che regala il giusto supplementare per quanto visto in campo. Nell’extratime continui sorpassi su sorpassi, con La Spezia che a 1’24” dal termine del secondo overtime è avanti di quattro palla in mano, ma neanche quello sarà il margine definitivo perchè come scritto si deciderà tutto nel terzo e ultimo supplementare, quando ancora una volta sono Vespignani (32pt) e Conte (34pt) a prendersi la copertina decretando il definitivo 111-106 al termine di una partita bellissima.

La Spezia: Packovski, Templari, Hernandez, Linguaglossa, Sarni
Alpo: Vespignani, Conte, Reani, Dell’Olio, Dzinic

VITARI LANCIA ALPO – E’ Dell’Olio dalla lunga distanza ad aprire le marcature per Alpo. Spezia risponde con Templari ma sono le folate di Vespigani e Conte permettono alle venete di rimanere al comando sul 6-8. Si gioca a ritmi elevati fin dai primi minuti con le due squadre a rispondersi colpo su colpo. La prima spallata prova a darla la formazione di Soave, con due bombe di Coser e una di De Marchi per il 15-22. Sarni ricuce in lunetta ma il buzzer beater di Conte riallontana le veronesi che chiudono sul 17-24 la prima frazione di gioco. Vitari apre la contesa nel secondo periodo con cinque punti in fila, scrivendo il massimo vantaggio sul 17-29. La Spezia prova a diminuire il passivo dalla lunetta, ma il settimo punto di Vitari vale il nuovo più dieci Alpo con la Drain By Ecodem che da anche spettacolo con una serie di dentro-fuori che portano al canestro di Reani. Templari dall’altro lato prova a scuotere le compagne, con quattro punti in fila che obbligano al timeout immediato le avversarie. E’ una pausa che fa bene, perchè al rientro prima colpisce Conte in contropiede poi Vespignani dall’arco propiziando il 31-41. Doppia cifra che non cambia, con i primi venti minuti in archivio sul 35-45.

PACKOVSKI MONUMENTALE, VESPIGNANI NON E’ DA MENO. OVERTIME – Al rientro in campo La Spezia prova subito a tornare in scia, con Packovski e Templari a segno dalla lunga distanza per il 43-47. Templari si ripete poco dopo cun 2+1, con Reani che risponde sul lato opposto a sbloccare Alpo. LA Spezia però è scatenata e con la bomba di Packovski è 49-49 dopo due minuti di gioco. Attacchi scatenati: break nel segno di Conte e Vespignani, Packovski ed Hernandez replicano con la stessa moneta e a metà frazione, è 54-54. Packovski e Templari continuano il proprio show, con il 2/2 di Linguaglossa che vale il sorpasso sul 60-59. A suonare la carica per Alpo è Vespignani, che insieme a Conte firma il controsorpasso sul 64-66. Finale di frazione tutta nel segno di Mosetti, protagonista nel sancire il 69-71 a dieci dal termine. Ultimo periodo che parte col canestro di Sarni che vale l’ennesima parità sul tabellone ma a complicare le cose arriva poco dopo il quarto fallo di Packovski tra le spezzine. Alpo prova così ad approfittarne, con il trio Vespignani-Conte e Mosetti a scrivere il 73-76. Coach Corsolini è così costretto a rimettere in campo la propria play, autrice in lunetta del nuovo sorpasso dando vita a un finale vibrante. Sale in cattedra anche Conte, che trova un gran canestro ma non da meno è quello firmato da Sarni per il 79 79. Botta e risposta in lunetta tra Vespignani e Packovski, con le due formazioni che entrano sul punteggio di 80-80 negli ultimi due minuti. Dzinic fa 2/2 in lunetta, ma Packovski continua il suo show e dall’arco mette avanti La Spezia. La partita s’infiamma, Conte s’iscrive al festival del tiro da tre mentre i liberi di Giuseppone valgono l’84-85. Vespignani sbaglia il match point e così sul fronte opposto La Spezia trova un fallo a due secondi dalla fine: Linguaglossa fa però solo 1/2 costringendo all’overtime le due squadre sul punteggio di 85-85.

TRE SUPPLEMENTARI IRREALI, VESPIGNANI E CONTE PORTANO ALPO IN SEMIFINALE – Extra time che si apre con l’1/2 di Conte, che rimette avanti Alpo. La Spezia risponde col piazzato di Giuseppone, con le due compagini che dimostrano segnali evidenti di stanchezza. Una magia di Vespignani vale l’87-88, ma l’1/2 di Packovski vale ancora la parità. Vespignani è però la giocatrice in più di Alpo e da un suo recupero, Coser finalizza il nuovo più due a poco più di un minuto dalla sirena. Sarni in lunetta firma il 90-90, quando si entra nell’ultimo giro di lancette. Gli errori di Giuseppone da una parte e di Conte dall’altra valgono il secondo supplementare. Templari dalla linea della carità tocca quota 30 sul bottino personale aprendo l’extra time. Reani la pareggia poco dopo, ma Templari dall’arco esalta La Spezia che scappa a più tre. I liberi di Conte rimettono in scia Alpo, con Vespignani che in contropiede segna il 95-96. Sarni dalla lunga distanza punisce la difesa veneta, ma è Giuseppone a riallontanare le compagne segnando il 100-96 a 1’24” che sembra archivare la contesa. Al rientro succede invece l’incredibile: Dell’Olio perde palla, ma La Spezia non la chiude e la bomba di Conte seguita dal 2/2 di Dell’Olio vale il sorpasso a 24” dal termine. Packovski però non ne vuole sapere e a due secondi dalla sirena, mette l’1/2 che firma il 101-101 che vale il terzo overtime. Reani apre nuovamente la contesa segnando un canestro pesante da tre punti, mentre il 2/2 di Conte vale cinque lunghezze di margine. I liberi di Sarni riavvicinano fino al meno tre La Spezia sul 103-106, ma è la bomba di Linguaglossa a valere ancora la parità a quota 106 dando vita all’ennesimo ultimo minuto vietato ai deboli di cuore. A spezzare l’equilibrio è l’ennesimo capolavoro di Vespignani, mentre La Spezia inizia a sentire la fatica di una rotazione più corta e l’errore di Giuseppone seguito dal fallo antisportivo a rimbalzo su Conte è il primo segnale di resa. La guardia va in lunetta nel giro di pochi secondi due volte piazzando il 3/4 che vale due possessi di margine a dieci secondi dalla sirena. Il tiro di Templari non va a bersaglio mettendo così la parola fine all’incontro. Alpo vince con il punteggio finale di 106-111.

MVP BASKETINSIDE.COM: Vespignani
LA SPEZIA – ALPO 106 111

La Spezia: Packovski 22, Templari 33, Hernandez 13, Linguaglossa 9, Sarni 19, Moretti ne, Tosi 3, Della Margherita, Tori ne, Giuseppone 3, Guerrieri, Amadei 4. All. Corsolini
Alpo: Vespignani 32, Conte 34, Dell’Olio 9, Reani 9, Dzinic 2, De Marchi, Gualtieri ne, Bertoldi, Vitari 11, Coser 8, Mosetti 6, Franco. All.Soave

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy