A2 – Costa Masnaga col dubbio Picotti contro Pallacanestro Femminile Bolzano

Picotti in dubbio per domani

di La Redazione

Tornano a giocare in casa le pantere che, dopo la bella vittoria di Moncalieri, non hanno intenzione certo di fermarsi. Acciaierie Val Bruna Bolzano si trova in piena zona retrocessione, al penultimo posto in classifica con un bilancio di 3 vittorie e 14 sconfitte.
Nella gara di andata, la terza giornata, le “Sisters” riuscirono a mettere notevolmente in difficoltà la B&P Autoricambi Costa Masnaga, che si impose solamente nel finale con un canestro di Liga Vente. Da quel match, Acciaierie Val Bruna Bolzano ha vinto solo tre partite (a Varese, 42-55, in casa contro Ponzano, 59-40, e a San Martino di Lupari, 44-65), riuscendo ad impensierire, però, anche la prima della classe, Alpo Villafranca. Nadia Mossong è certamente il terminale offensivo principale: 16,9 punti a partita con il 40% da tre, a cui aggiunge anche 8,7 rimbalzi di media.

Le avversarie ai raggi-x

Pallacanestro Bolzano ha conquistato il 27 maggio 2018 una storica promozione in Serie A2. Dopo una finale di andata vinta in casa di 15 punti contro Parma, il ritorno vede la seconda affermazione delle bolzanine e il tanto agognato salto di categoria.

L’ultimo turno in serie A2 è stato, però, molto complicato in campionato per Acciaierie Valbruna Bolzano, sconfitta in casa 47-73 per mano di Castelnuovo Scrivia. Dopo un primo quarto in equilibrio (chiuso 16-18), le ragazze di coach Pezzi hanno subito un devastante e decisivo break (5-25) nel secondo quarto. Miglior realizzatrice dell’incontro Egwho, con 12 punti e 9 rimbalzi in soli 22′.

Le statistiche

In queste prime sedici giornate, Acciaierie Val Bruna Bolzano ha segnato 53,7 punti di media, tirando con il 36% da due punti, con il 29% dal perimetro e con il 69% dalla lunetta. I rimbalzi di media catturati sono 31,2 e gli assist 9.6, mentre ha un saldo in passivo tra palle perse (16,9) e palle recuperate (7,6).

La migliore realizzatrice è Mossong con 16,9 punti di media, seguita a ruota da Zanetti (9,7 pt) ed Egwho (7 pt). A rimbalzo spiccano ancora Mossong (8,7 di media) e Consorti (6,7), mentre tra gli assist guidano Rossi e Consorti, entrambe con 2,1 di media.

Il precampionato delle nostre avversarie

Tecmar Crema-Acciaierie Valbruna Bolzano 47-43

Givova Cup: Treofan Battipaglia-Acciaierie Valbruna Bolzano 67-41

Ecodent Point Alpo-Acciaierie Valbruna Bolzano 57-38

Baviera Cup: Acciaierie Valbruna Bolzano-TSV Wasserburg 33-49

Basket Montecchio-Acciaierie Valbruna Bolzano 37-67

Roster

#3 Martina Luppi (1993 – guardia)

#6 Nadia Mossong (1986 – ala)

#7 Alessandra Gottardi (1989 – guardia)

#8 Chiara Rossi (1988- play)

#9 Camilla Mingardo (1999 – guardia)

#11 Lucrezia Zanetti (1997 – guardia)

#12 Benedetta Consorti (1986 – pivot)

#13 Giulia Bertol (1991 – ala)

#15 Daniela Hafner (1992 – ala)

#18 Miriam Hafner (1992 – ala)

#19 Alessia Egwho (1997 – centro)

#27 Greta Rossetto (1993 – ala)

Allenatore: Alessandro Pezzi

Ass. Allenatore: Andrea Voto – Luca Chistè

La presentazione del match con coach Pirola

Dalla terza giornata il cammino di Basket Costa e Pall. Bolzano è stato diametralmente opposto: che tipo di partita ti aspetti domani sera? “Mi aspetto la partita ostica e difficile dell’andata, dove ci misero molto in difficoltà con le loro caratteristiche. Pur essendoci differenze di classifica si tratta di una squadra capace di metterci il bastone tra le ruote”.

All’andata era stata una partita condotta per due quarti e poi punto a punto, con il rischio anche di perderla. Bolzano vi mise molto in difficoltà con una zona mobile e ben preparata: ti aspetti di riaffrontarla domani sera? “All’andata facemmo confusione sia su zona che su uomo: domani sera mi aspetto di attaccare con ordine”.

Abbiamo parlato di partita di personalità a Castelnuovo, poi mentalmente sul pezzo a Moncalieri: contro Bolzano si può definire un piccolo esame di maturità, soprattutto nella gestione dei ritmi e del punteggio? “Ogni partita è un esame: voglio lo step mentale e un passo avanti sulla difesa”.

La chiave difensiva sarà quella di togliere ritmo al loro potenziale offensivo, mentre in attacco ordine e movimento saranno i due elementi chiave? Il controllo dei rimbalzi (Bolzano viaggia a 31,2 di media contro i 40,4 di Bolzano) sarà importante? “Il controllo dei rimbalzi è fondamentale e va cercato meglio che a Moncalieri”.

Tutte a disposizione o no? “Non è detto: Picotti è in dubbio con la febbre”.

Giovanni Matteo Tuzzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy