A2 – Derthona supera La Spezia e aggancia la vetta

0

Autosped BCC Derthona Basket – Cestistica Spezzina 79 – 62 (22-21, 46-34, 60-45, 79-62)

AUTOSPED BCC DERTHONA BASKET: Marangoni 6 (3/4, 0/2), Cerino* 15 (3/8, 3/4), Espedale 4 (2/2 da 2), Leonardi* 5 (1/2, 1/3), Baldelli 8 (1/1, 1/5), Gianolla NE, Thiam 4 (1/3 da 2), Juric*, Attura* 30 (8/13, 2/6), Castagna, Melchiori* 7 (2/5, 1/2). Allenatore: Cutugno O.

Tiri da 2: 21/39 – Tiri da 3: 8/22 – Tiri Liberi: 13/16 – Rimbalzi: 44 7+37 (Cerino 9) – Assist: 12 (Baldelli 3) – Palle Recuperate: 12 (Attura 5) – Palle Perse: 17 (Attura 5)

CESTISTICA SPEZZINA: Colognesi* 12 (4/13, 1/1), Cappellotto, Templari* 12 (6/13, 0/4), Baldassarre* 12 (3/4, 0/4), Carraro, Favre* 13 (5/10, 1/2), Guzzoni* 8 (2/8, 1/4), Guerrieri, Ratti, Capra 5 (1/3, 1/5). Allenatore: Corsolini M.

Tiri da 2: 21/53 – Tiri da 3: 4/21 – Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 38 13+25 (Colognesi 13) – Assist: 16 (Colognesi 4) – Palle Recuperate: 11 (Guzzoni 4) – Palle Perse: 15 (Baldassarre 3)

Arbitri: Giovagnini F., Marconetti C.

Ancora una prestazione convincente per la formazione di Cutugno che vince, con margine, il match di recupero contro la Cestistica Spezzina raggiungendo così in cima alla classifica San Giovanni Valdarno che però ha il vantaggio di essersi aggiudicata lo scontro diretto. Successo meritato quello delle giraffe che dopo aver sofferto le ospiti nel primo quarto hanno preso decisamente in mano le redini della partita, prendendo il largo e non venendo più raggiunte dalle liguri. Nonostante la collocazione infrasettimanale il Camagna offre anche questa sera una bellissimo colpo d’occhio e, come sempre, non fa mancare il proprio grande sostegno alle proprie giocatrici; nessuna novità alla palla a due con La Spezia al completo mentre tra le padrone di casa Gianolla è a referto ma inutilizzabile. Sono le ragazze di Corsolini ad uscire meglio dai blocchi di partenza punendo con puntualità le distrazioni di una difesa castelnovese non sempre impeccabile in questo avvio di gara; Autosped sempre costretta ad inseguire nei primi 10′, toccando anche il -6 (2-8) e restando comunque a contatto grazie ad una manovra offensiva che comunque si rivela efficace. Dal 16-21 del 8′ le giraffe piazzano, in 7′, un devastante 18-0 che rivola come un calzino l’inerzia della partita; dopo aver chiuso sul +1 (22-21) la frazione di apertura il Bcc prende il largo con le spezzine che provano un timido accenno di rimonta (30-38) ma che sono costrette a rientrare negli spogliatoi con un distacco che supera la doppia cifra (46-34). Match teoricamente ancora aperto ad ogni soluzione ma al rientro in campo dopo la pausa lunga è ancora l’Autosped a dare l’ultima spallata alle avversarie con un altro 9-0 che vale il +21 (55-34) e toccando poco dopo il massimo vantaggio (59-36) che sembra scrivere la parola fine alla sfida; a questo punto le locali, forse convinte di aver piegato definitivamente la resistenza delle spezzine, alzano il piede dall’acceleratore e così le liguri riescono a rosicchiare qualche punto entrando nei 10′ finali sul -15 (45-60). Le speranze delle ospiti di poter riaprire la contesa si scontrano con la saggia gestione delle giraffe che non permettono mai che il divario tra le due formazioni si riduca, restando sempre abbondantemente oltre lo doppia cifra e non mettendo mai in discussione la legittima vittoria delle castelnovesi che possono così festeggiare, alla sirena del 40′, con i propri tifosi i due punti che valgono il primato in classifica. Prestazione autoritaria dell’Autosped, trascinata da una super capitan Attura (30 punti) ma che ha avuto giocate importanti, a turno, da tutte le giocatrici scese sul parquet; anche la difesa, dopo un primo quarto di sofferenza, è tornata su livelli di eccellenza, provocando i due break che hanno in pratica deciso la contesa. Era importantissimo vincere, questa sera, e vittoria è stata, per nulla scontata peraltro ed ottenuta contro una avversaria che ha comunque dimostrato di avere qualità e valori tecnici e fisici; in più è arrivata con il conforto anche di un gioco che per larghi tratti è stato assai convincente. 

uff.stampa derthona basket