A2 – Doppia doppia di Pochobradska, Firenze batte Livorno nel derby toscano

Palagiaccio Pall. Femm. Firenze – Jolly Acli Livorno 65 – 53

di La Redazione

Palagiaccio Pall. Femm. Firenze – Jolly Acli Livorno 65 – 53 (19-8, 31-28, 42-35, 65-53)

PALAGIACCIO PALL. FEMM. FIRENZE: Morello NE, Rossini* 13 (4/9, 1/4), Calamai, Perini NE, Rossini* 13 (2/4, 2/7), Cecchi NE, Pochobradska* 18 (4/8, 2/3), Scarpato* 8 (1/5, 2/3), Salvucci 4 (2/3 da 2), Poggio* 4 (1/2 da 2), Conti, Donadio 5 (2/6 da 2)
Allenatore: Corsini S.
Tiri da 2: 16/38 – Tiri da 3: 7/17 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 29 10+19 (Pochobradska 12) – Assist: 15 (Rossini 6) – Palle Recuperate: 10 (Scarpato 5) – Palle Perse: 21 (Rossini 5)
JOLLY ACLI LIVORNO: Degiovanni* 16 (8/11, 0/3), Cirillo, Ceccarini 8 (2/4, 1/1), Patanè* 8 (4/6, 0/1), Simonetti* 3 (1/2 da 3), Poletti 4 (1/2 da 2), Guilavogui* 6 (3/7 da 2), Sassetti, Nannipieri NE, Evangelista* 8 (2/5, 1/3)
Allenatore: Pistolesi M.
Tiri da 2: 20/36 – Tiri da 3: 3/10 – Tiri Liberi: 4/11 – Rimbalzi: 25 4+21 (Degiovanni 6) – Assist: 0 (Squadra 0) – Palle Recuperate: 7 (Ceccarini 4) – Palle Perse: 21 (Guilavogui 5)
Arbitri: Attard L., Giunta A.

Comincia con una sconfitta la stagione agonistica del Jolly Acli Basket Livorno. Arrivata a Firenze priva di due giocatrici importanti (la capitana Francesca Orsini e l’esterna Sara Giangrasso), la squadra di Marco Pistolesi si è arresa (non senza lottare) alle quotate padroni di casa del PFF, guidate da un’ottima Klara Prochobradska. La partita ha vissuto fasi altalenanti: un inizio prodigioso di Firenze che domina la scena nel primo quarto e chiude sul 19-8, con un Jolly che appare incapace di assemblare una reazione degna di tal nome. Ma nel secondo periodo le cose cambiano di colpo, con Livorno che ribalta la frittata e con un 12-20 d’autore si riporta a stretto contatto, toccando persino il vantaggio grazie ad una tripla di Matilde Simonetti. Sembra il preludio ad una ripresa equilibrata, ci si attende una lotta spalla a spalla. Invece, una volta fuori dagli spogliatoi le padroni di casa appaiono ancora una volta più toniche, e punto dopo punto, riescono a mettere in ghiaccio la partita, e chiudono la gara sul 65-53, senza patemi d’animo particolari.

Cosa ha funzionato: sicuramente l’atteggiamento generale, lo spirito di sacrificio e la voglia di lottare con la consapevolezza di essere prive della giocatrice più rappresentativa, una con tanti punti nelle mani. Una buona difesa, che in certi frangenti ha concesso pochissimo alle avversarie, e la buona impressione che hanno destato alcune giocatrici: su tutte Sara Ceccarini che ha disputato una gara attenta, concreta, con poche sbavature, dimostrando di aver fatto un bel passo avanti mentale rispetto alla scorsa stagione.

Cosa ha funzionato meno: la fase offensiva, che necessita ancora del tempo per essere messa a punto a dovere. Un 4/11 ai liberi che ha tolto 7 punti importanti nelle fasi cruciali del match. E l’approccio iniziale che, ancora una volta, ha costretto ad una continua rincorsa. Subire troppi punti nel primo quarto (segnandone pochi), è un handicap dal quale occorre porre rimedio il prima possibile.

Le parole di coach Marco Pistolesi: «Non posso che essere contento. Siamo venuti a Firenze con una squadra rinnovata, senza due giocatrici importanti, ad affrontare un’avversaria di livello. E faccio un plauso alle ragazze che hanno messo tutto quello che avevano, non ho niente da dire. Abbiamo fatto errori, in attacco e difesa, certo, ma usciamo a testa alta; ed oggi, qui, non era affatto scontato».

Uff.Stampa Jolly Livorno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy