A2 – Esulta Albino, punti d’oro contro Vicenza

Edelweiss Albino – A.S. Vicenza 45 – 42 (9-14, 19-25, 35-36, 45-42)

di La Redazione

Edelweiss Albino – A.S. Vicenza 45 – 42 (9-14, 19-25, 35-36, 45-42)

EDELWEISS ALBINO: Birolini, Agazzi* 13 (4/8 da 2), Rizzo 9 (4/10 da 2), Birolini, Laube* 6 (2/5, 0/2), Panseri* 3 (1/5 da 2), Mazza NE, Veinberga 5 (1/5, 1/6), De Gianni* 5 (2/7, 0/1), Carrara* 4 (0/1, 0/1), Torri, Peracchi
Allenatore: Stazzonelli M.
Tiri da 2: 14/43 – Tiri da 3: 1/10 – Tiri Liberi: 14/18 – Rimbalzi: 50 12+38 (De Gianni 16) – Assist: 15 (De Gianni 9) – Palle Recuperate: 7 (Rizzo 2) – Palle Perse: 27 (Agazzi 7)
A.S. VICENZA: Monaco* 6 (3/6, 0/3), Grazian NE, Lazzaro* 2 (0/4, 0/3), Priante NE, Mioni, Gobbo*, Villarruel* 16 (2/8, 3/9), Colabello NE, Bellon NE, Tibè* 13 (3/12 da 2), Sartore 3 (1/1 da 3), Tagliapietra 2 (1/2, 0/3)
Allenatore: Rebellato C.
Tiri da 2: 9/36 – Tiri da 3: 4/20 – Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 37 8+29 (Lazzaro 11) – Assist: 10 (Lazzaro 5) – Palle Recuperate: 13 (Lazzaro 5) – Palle Perse: 23 (Squadra 6)
Arbitri: Biondi M., Sironi M.

Dopo una partita molto in equilibrio Albino dà respiro alla sua classifica vincendo con merito contro un Vicenza dalle idee molto confuse e che è apparso in gran difficoltà nel centrare il canestro. 42 punti sono davvero pochi e se si pensa che 12 provengono da tiri liberi e altri 12 da “bombe” ne esce che il tiro dal campo ha avuto esiti chimerici. Dato ad Albino quello che giustamente ha conquistato sul campo con un match generoso e intenso, si è vista una partita brutta, che se ha fermato il risultato finale sul 45/42, significa che è stata costellata da tantissime palle perse, medie di tiro deficitarie, con una nota decisiva: 13 rimbalzi in più per le bergamasche. Il primo tempo è stato di appannaggio berico; metà del secondo tempo sulla parità; il quarto delle ragazze di coach Stazzonelli. E veniamo al momento decisivo. Si apre il quarto periodo sul 35/36 per Vicenza. Da qui cambia la partita già di per sè irta di problematiche. Vicenza perde la via del canestro e in 8 minuti segna un tiro libero con Villarruel mentre Albino pian pianino, ma inesorabilmente fa l’allungo decisivo piazzandosi sul 45/37 a meno di 2 minuti dalla fine. Capito che la partita sta andando, le giocatrici beriche con uno scatto d’orgoglio a cui hanno abituato tutti in questo campionato reagiscono e prima con una bomba di Villarruel poi con un canestro di Tibè Vicenza si riporta a tre punti con la palla del possibile pareggio gettata alle stelle: si doveva giocare la tripla, si è andati a finire (come a Crema) con un inutile tiro da due che sbatte sul ferro. Nella brutta serata piace segnalare l’uno su uno da tre della giovane Matilde Sartore al primo canestro della stagione; gli 11 rimbalzi di una generosissima Maria Lazzaro; le prestazioni delle giovanissime Agazzi e Rizzo, due belle realtà, che sono risultate le migliori in campo. Ora sabato prossimo si attende l’arrivo della capolista Delser Udine che ieri è incappata in casa nella sua prima sconfitta casalinga contro Crema. Si giocherà sabato ore 18.00 al Palasport.

Ufficio Stampa A.S. Vicenza Basket Femminile

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy