A2 – Faenza supera agevolmente Viterbo

A2 – Faenza supera agevolmente Viterbo

E-Work Faenza – Belli 1967 Viterbo 70 – 48

di La Redazione

E-Work Faenza – Belli 1967 Viterbo 70 – 48 (17-10, 41-28, 58-41, 70-48)

E-WORK FAENZA: Franceschelli* 9 (2/4, 1/2), Bodan, Chiabotto 6 (1/4, 1/4), Dell’Olio S. 5 (2/3 da 2), Schwienbacher* 8 (2/4, 0/1), Franceschini 5 (2/10 da 2), Morsiani* 10 (4/8 da 2), Sangiorgi 2 (1/3, 0/1), Ballardini 6 (0/1, 1/2), Baldi* 4 (2/4 da 2), Soglia 7 (3/4 da 2), Brunelli* 8 (4/8, 0/1)
Allenatore: Rossi P.
Tiri da 2: 23/57 – Tiri da 3: 3/11 – Tiri Liberi: 15/25 – Rimbalzi: 50 15+35 (Chiabotto 10) – Assist: 15 (Ballardini 3) – Palle Recuperate: 14 (Schwienbacher 3) – Palle Perse: 16 (Schwienbacher 3)
BELLI 1967 VITERBO: Martin 3 (0/2, 1/2), Grimaldi* 6 (3/10, 0/2), Bevolo, Veinberga* 17 (5/11, 1/3), Gasbarri, Boccalato*, Patanè* 5 (2/7, 0/1), Cirotti 6 (2/4, 0/1), Pasquali, Spirito* 2 (1/2, 0/1), Stoichkova 9 (4/6, 0/1)
Allenatore: Scaramuccia C.
Tiri da 2: 17/48 – Tiri da 3: 2/11 – Tiri Liberi: 8/16 – Rimbalzi: 42 9+33 (Veinberga 13) – Assist: 6 (Veinberga 2) – Palle Recuperate: 4 (Veinberga 2) – Palle Perse: 20 (Grimaldi 5)
Arbitri: Scaramellini E., Ragionieri M.

Tutto come da pronostico per Faenza nella settima giornata di campionato. Così come successo nell’amichevole pre campionato dove con le squadre ancora in fase di rodaggio Faenza si impose per 78 a 45, anche al Palasport di Castelbolognese è stata confermata la netta superiorità del E-Work. Evidente fin da subito la differenza di qualità dei due roster sia sotto il profilo tecnico che di esperienza.

Faenza parte subito forte e dopo tre minuti giocati sul canestro di Baldi si porta sul +7 sul parziale di 8 a 1. Viterbo prova a recuperare ma nonostante l’impegno le difficoltà sono evidenti. Coach Rossi decide di non affondare il colpo e fin da subito inizia a ruotare tutte le giocatrici a disposizione. L’occasione è giusta per dare minuti importanti a chi fino ad oggi ha giocato poco. Da segnalare i primi punti della giovane Sangiorgi e i primi minuti di Bodan entrambi classe 2003.

I parziali della partita vinti tutti dalle padrone di casa sottolineano come non ci sia stato mai la possibilità per Viterbo di mettere in dubbio il risultato. 17 a 10 fine primo e +13 all’intervallo sul 41 a 28. Al rientro dagli spogliatoi stessa musica con Faenza che si impone per 17 a 13 e nel quarto per 12 a 7 che fissa il vantaggio finale sul +22 sul risultato di 70 a 48.

Uff.Stampa E Work Faenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy