A2 – Faenza, tutto facile sul parquet di Bolzano

Acciaierie Valbruna Bolzano – E-Work Faenza 48 – 74

di La Redazione

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO – EWORK FAENZA 48-74 (14-19, 6-17, 41-60, 7-14)

L’E-Work ancora imbattuta fa visita a Bolzano nella sesta giornata del girone sud di serie A2. Mischia ancora le carte nel quintetto iniziale coach Rossi, che parte con Porcu, Schwienbacher, Franceschini, Morsiani e Vente. Il pericolo numero uno tra le bolzanine è sicuramente Kuijt, capitano della nazionale olandese e vincitrice anche di un bronzo agli europei 3×3. La numero 7 in maglia biancorossa parte forte e mette a segno 3 triple nella prima frazione, trascinando le compagne. Faenza si affida alla solita intensità di Vente sotto i tabelloni e alle giocate di un’ottima Sara Franceschini, che con un paio di penetrazioni permette alle bianconere di chiudere avanti 14-19 i primi 10’ di gioco.

Faenza alza il ritmo e soprattutto la pressione difensiva nella seconda frazione, guidata dalle preziose giocate di capitan Ballardini e dall’ingresso in campo di Franceschelli, che segna due canestri importanti nel giro di pochi minuti.
Bolzano non riesce a trovare più il fondo della retina e prova ad aggrapparsi a qualche giocata di Villarini, che sotto canestro mette a referto 4 dei soli 6 punti segnati dalle ragazze di coach Pezzi nel quarto. La presenza di Soglia sotto le plance mette in seria difficoltà le padrone di casa e l’E-Work scappa avanti nel punteggio, chiudendo la frazione con un parziale di 6-17 e andando negli spogliatoi avanti 20-36, con ben 8 giocatrici già a referto.

Nella ripresa parte bene Bolzano, che trova tre conclusioni dalla distanza in rapida successione (Kuijt, Chiabotti e Bonvecchio), dando l’impressione di essersi finalmente sbloccata dal punto di vista offensivo. L’E-Work reagisce però da grande squadra, ispirata dalle giocate di Morsiani e Ballardini. Il capitano serve prima un assist al bacio per la numero 15 (numero di maglia diverso per lei in questa partita) e manda a bersaglio poco dopo la tripla che vale l’ottavo punto personale. Faenza tocca anche il +20 a pochi minuti dalla fine del terzo quarto ed entra nell’ultimo periodo avanti 41-60. Gli ultimi dieci minuti del match servono solamente a decretare il punteggio finale, con entrambe le squadre che segnano poco e con tanti errori su i due lati del campo. Faenza chiude con 10 giocatrici a referto, di cui 4 in doppia cifra: Franceschini top scorer a quota 12, doppia doppia da 11+13 rimbalzi per Vente. A Bolzano non bastano i 26 della coppia Kuijt-Villarini. L’E-Work vince in Trentino 48-74 e conquista la sesta vittoria consecutiva in campionato. Prossimo impegno previsto per sabato 14 novembre alle 20.30 al Bubani contro Umbertide.

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Luppi 3 (1/6 da 3), Kuijt* 16 (1/5, 4/5), Chiabotto* 9 (3/8, 1/5), Piermattei* 2 (1/7, 0/2), Fabbricini*, Bonvecchio 3 (0/4, 1/2), Assentato 2 (1/2, 0/3), Hafner 1 (0/2 da 2), Marcello 2 (1/2 da 2), Villarini* 10 (3/6 da 2)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 10/40 – Tiri da 3: 7/23 – Tiri Liberi: 7/11 – Rimbalzi: 35 15+20 (Hafner 6) – Assist: 3 (Luppi 2) – Palle Recuperate: 4 (Kuijt 2) – Palle Perse: 17 (Luppi 5)

E-WORK FAENZA: Franceschelli 8 (4/6, 0/3), Schwienbacher* 11 (4/7, 1/2), Franceschini* 12 (4/8, 1/2), Morsiani, Ballardini 8 (1/2, 2/2), Caccoli, Soglia 10 (3/5 da 2), Meschi* 9 (3/10 da 2), Brunelli 2 (1/3, 0/1), Vente* 11 (4/8 da 2), Porcu* 3 (0/3, 1/3)
Allenatore: Rossi P.
Tiri da 2: 24/53 – Tiri da 3: 5/14 – Tiri Liberi: 11/18 – Rimbalzi: 53 19+34 (Vente 13) – Assist: 4 (Schwienbacher 1) – Palle Recuperate: 8 (Franceschelli 2) – Palle Perse: 17 (Vente 3)
Arbitri: Meneghini F., Biondi M.

Uff.Stampa Faenza Basket Project

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy