A2 – Fanola corsaro a Carugate

Blackiron Rentpoint.it Carugate – Fanola San Martino 55-60

di La Redazione

Blackiron Rentpoint.it Carugate – Fanola San Martino 55-60

BASKET CARUGATE: Marino ne, Miccoli 4, Olajide 13, Allevi 8, Usuelli, Diotti 2, Canova 9, Grassia 13, Colognesi 6. All. Fassina.
LUPE SAN MARTINO: Guarise 9, Beraldo 12, Peserico 19, Amabiglia, Nezaj 5, Giordano, Frigo ne, Arado 2, Varaldi 7, Antonello 6, Rosignoli, Pini. All. Di Chiara.
ARBITRI: Naftali di Pecetto Torinese (TO) e Barra di Torino.
PARZIALI: 14-18, 24-25, 37-42.
NOTE: Uscita per 5 falli: Varaldi (34′). Tiri da due: Carugate 18/46, San Martino 18/39. Tiri da tre: Carugate 1/10, San Martino 5/18. Tiri liberi: Carugate 16/26, San Martino 9/15.

Arriva sul parquet del Blackiron Rentpoint.it Carugate la prima vittoria del Fanola nel campionato di A2 2020/21. Dopo la beffarda sconfitta in overtime con Albino, le Lupette di coach Francesca Di Chiara si riscattano e portano a casa due punti preziosi, al termine di una sfida quasi sempre condotta ma combattuta fino all’ultimo.

È subito ottima la partenza di San Martino, che con 5 punti a testa di Guarise e Beraldo sale sul 3-10 dopo 3′. Carugate su scuote con Olajide, autrice di 6 punti nel primo quarto, ma il Fanola rimane avanti coi due bei canestri di Varaldi (9-16 al 7′). È un vantaggio che però le padrone di casa rosicchiano nel finale di frazione, quando approfittando anche del bonus si riportano a contatto.

A inaugurare la seconda frazione è il bel canestro di Antonello, ma pian piano cresce l’intensità difensiva delle padrone di casa, che col contropiede ritornano ancora a -3 (17-20). La risposta è affidata a Peserico e alla tripla di Varaldi, ma nonostante conservi il vantaggio, la formazione ospite non riesce a scappare via. Anzi, negli ultimi 7′ del primo tempo le giallonere non vedono più il canestro, e così Carugate piazza un 7-0 chiuso da Olajide, con cui ritrova il -1 (24-25) prima dell’intervallo.

In avvio di terzo periodo arriva anche il primo vantaggio delle locali, coi liberi di Grassia. Le Lupe si sbloccano finalmente con Beraldo e Nezaj (30-32), ma la terza frazione è tutta punto a punto. Solo sul finale, grazie anche alle tante seconde opportunità (si contano 4 rimbalzi offensivi nella stessa azione) le Lupe provano a riprendere un po’ di margine, con tre canestri consecutivi di Peserico che propiziano il 37-42 del 30′.

Miccoli e Allevi provano a tenere a contatto Carugate in avvio di quarto periodo, ma San Martino risponde con Arado, Nezaj e ancora Peserico, per il 41-49. Per l’ennesima volta però il vantaggio non viene conservato, è un 5-0 di Canova e Grassia a riequilibrare il punteggio. Per le Lupe arrivano le importanti triple di Peserico e Beraldo, e poi il contropiede della stessa Peserico (che nel secondo tempo firma 17 punti dei suoi 19 punti, career high in A2 per lei) vale il massimo vantaggio: 49-58 a 3′ dalla sirena. Finita? Neanche per sogno: Carugate rientra ancora, e a meno di 30″ dalla fine il furto di Canova vale il nuovo -3 (55-58). Le Lupe però giocano col cronometro, e sul fallo a 6″ dalla sirena è proprio Alice Peserico a fare 2/2, e a sigillare la vittoria.

Ufficio Stampa Lupebasket

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

Antonello

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy