A2 Femminile – La preview della sedicesima giornata

A2 Femminile – La preview della sedicesima giornata

Comincia il girone di ritorno.

di La Redazione

GIRONE NORD

Dopo aver annunciato le sue quattro pretendenti alla Coppa Italia, la Serie A2 riparte dal girone di ritorno e al Nord è già big match. Al PalaCremonesi sfida tra Moncalieri, capolista, e Crema, seconda in classifica. Le due formazioni che assieme ad Alpo hanno sicuramente lasciato il segno sul campionato nella sua prima metà: cremasche che cercano il colpaccio, con voglia di rivincita dopo il -23 rimediato proprio dalla formazione di Terzolo nello scontro della prima giornata di campionato. Molto interessante lo scontro che attende Alpo: venete al PalaGiordani per la sfida contro il Sanga Milano: dopo un avvio molto incerto la formazione di Pinotti, senza apportare modifiche al proprio organico, ha saputo rivoltare come un guanto il proprio campionato, ottenendo sei vittorie negli ultimi sette turni ed entrando in zona Playoff. Avversario davvero tosto dunque per la squadra di Soave.

Con la quarta forza del torneo Carugate a riposo, può momentaneamente effettuare il sorpasso Bolzano: le ragazze di coach Sacchi ospitano Ponzano. Non deve trarre in inganno la classifica, nel match di andata un precedente equilibrato, lottato e intenso per il 61-63 finale in favore delle biancorosse. Che in settimana hanno perso per la stagione Mingardo, infortunio al crociato per lei; per Ponzano out Castellani, Zecchin e Colombo. Castelnuovo Scrivia, che nel prossimo mese dovrà fare a meno della straniera Podrug per infortunio, ospita il Fanola San Martino di Lupari: partita che può condizionare la classifica con le “Lupe” a -2 dalle piemontesi. All’andata si assistette a una sfida tirata, chiusa sul 55-58 in favore della compagine di Pozzi.

Una delle formazioni più in forma della Serie A2 è senza dubbio Mantova, quattro vittorie negli ultimi cinque turni: le lombarde vogliono continuare la loro risalita in classifica e in questo senso ospitano Udine. Le friulane si trovano appena a ridosso della zona Playoff, con un paio di discrete prestazioni all’attivo negli ultimi turni nonostante l’assenza di Vente sottocanestro. Interessante partita anche tra Albino e Sarcedo (con un’ex nel miscuglio, la guardia Iannucci). Formazione lombarda che segue le venete, calate nella fase finale del girone d’andata, a quota 12. Lo scontro diretto in questo momento pende dalla parte di Albino, forte del 53-57 della prima giornata di campionato. In fondo alla classifica, Marghera e Vicenza in uno scontro importantissimo per il loro futuro. Con la zona Playout rappresentata da Ponzano a otto punti ancora distante, ottenere una vittoria è importantissima per entrambe le formazioni. L’unica vittoria colta in questo campionato da Vicenza proprio nel match dell’andata (52-67), Marghera invece a metà campionato cerca ancora di sbloccarsi da quota zero.

GIRONE SUD

Riprende il Girone Sud con una Serie A2: due partite classifica alla mano spiccano, a San Giovanni Valdarno e Faenza. Al PalaGalli la formazione toscana ospita la capolista Campobasso: in settimana, dopo la sconfitta nel derby con Nico Basket, la società ha rescisso consensualmente il contratto con la straniera Rosset: in attesa di nuovi sviluppi dal mercato, coach Altobelli punta anche sul recupero dell’infortunata Pieropan, prossima al rientro. In casa molisana, dopo il titolo di campione d’inverno, condizioni ottimali per tutto il gruppo.

A Faenza le romagnole vogliono estendere la striscia di dieci vittorie consecutive che le ha portate al secondo posto in classifica, nella ritrovata sede del PalaBubani. Avversaria Umbertide, una squadra rinvigorita dopo la qualificazione alla Coppa Italia, che già alla prima giornata giocò un brutto scherzo alle faentine (89-84 il risultato). Per Coach Contu cattive notizie dall’infermeria: l’ala Paolocci ha rimediato la rottura del legamento crociato, previsto un lungo stop. Derby molto sentito quello tra Virtus e Cus Cagliari: all’andata la Virtus riuscì a portare a casa il massimo risultato, 58-63. Il resto del campionato però ha sorriso maggiormente alle cussine, complici i tanti infortuni per la squadra di Ferazzoli (che ancora attende il recupero di Favento): dopo aver perso la possibilità di disputare la Coppa Italia, la formazione di coach Xaxa torna in campo per mantenere saldo il posto in zona Playoff.

Rinfrancata dai recenti risultati con Campobasso e San Giovanni Valdarno, Nico Basket si presenta alla Stella Azzurra per la sfida a High School Basket Lab: le rosanero hanno recuperato Giglio Tos e lavorano sulle condizioni delle acciaccate Giari e Lazzaro, per High School primo match del 2020 con la formazione di Lucchesi che dopo i progressi di metà stagione cerca la prima vittoria in campionato. Trasferta sarda per La Spezia, la formazione ligure fa visita a Selargius: all’andata buon successo delle spezzine, sempre in controllo per il 70-61 finale . Terza per scontri diretti sfavorevoli, la squadra bianconera cerca la vittoria per mantenere il contatto con Campobasso e Faenza e sfruttare il loro turno insidioso, da non sottovalutare però Selargius che nella seconda metà di stagione può puntare decisamente i Playoff.

Chiude il turno la sfida tra Civitanova Marche e Livorno: all’andata la matricola del campionato esordì in grande stile, con una vittoria 62-57. Le marchigiane, però, dopo un periodo di assestamento si sono compattate attorno a una grande Sorrentino (18.1 punti di media) e veleggiano al decimo posto con dieci punti in classifica.

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy