A2 – Grudzien e De Gianni in evidenza, Albino batte Vicenza

A2 – Grudzien e De Gianni in evidenza, Albino batte Vicenza

Albino fa valere il fattore campo e batte Vicenza.

di La Redazione

Fassi Edelweiss Albino – Velcofin InterLocks Vicenza 61 – 53 (13-8, 29-28, 47-40, 61-53)

Sesto disco rosso consecutivo per la compagine vicentina in terra bergamasca, sconfitta  da un Fassi Albino, che pur incerottato- tante in tribuna le giocatrici infortunate- ha saputo mettere quel guizzo in più attorno alla sua bravissima straniera Klaudia Grudzien, protagonista del match con 20 punti e 17 rimbalzi. L’epilogo della partita nel quarto periodo. Albino subito a più 10 con una bomba di De Gianni (anche per lei lode), ma Vicenza non molla e per merito di Peric, Kolar da tre e Profaiser al 5° si riporta a meno uno 50-49. E a questo punto con le squadre fallose più che mai VelcoFin InterLocks non ne sa approfittare; così lentamente, prima con una bomba di Mandelli poi con tanti tiri liberi le ragazze di Fassina tengono a distanza di sicurezza Vicenza che non trova più la forza per riportarsi sotto, complice l’uscita all’8°per 5 falli di Olajide, peraltro in una serata non felicissima. Ma guardando i numeri – la squadra in campo si è battuta indomitamente  – a condannare le beriche è un misero 27,9 al tiro dal campo e 14 rimbalzi catturati in meno di Albino. In compenso ha perso 10 palloni in meno delle avversarie (29-19) e catturato 6 palloni in più (13-19). Ma non è bastato: la palla non voleva saperne di bucare la retina! E qui si sono infrante le illusioni di vittoria. Passando alla cronaca il 1°periodo è segnato da un 6-0 di casa, seguito da uno 0-8 vicentino, per finire con un 5-0 per Albino: 13-8 giocato male da entrambi. Molto meglio il secondo quarto caratterizzato dall’equilibrio: 29-28. Nel terzo atto Gorgone passa a zona molto alta e aggressiva con risultati alterni: si recuperano palloni, ma non lo si mette a profitto e Albino chiude avanti di sette 47-40. Del 4° periodo abbiamo già parlato. Segnaliamo l’ottimo comportamento di Tea Peric per i 14 rimbalzi e 5 recuperi, purtroppo vanificati da un 3/10 al tiro e da 5 palle perse. E ancora: nelle ultime partite il tiro da tre era risultato determinante per restare in corsa; stasera con un infelice 2/15 Vicenza è naufragato. Ed ora è atteso domenica al Palazzetto di Via Goldoni quel brutto cliente che è il Crema che veleggia nell’alta classifica.

FASSI EDELWEISS ALBINO: Rizzo 2 (1/1, 0/2), Birolini NE, Mandelli* 7 (1/8, 1/3), Laube* 5 (2/4 da 2), Agazzi NE, Mbengue NE, Panseri NE, Baiardo* 8 (1/5, 2/3), De Gianni* 15 (4/7, 1/2), Grudzien* 20 (4/9, 1/4), Gionchilie 4 (2/3, 0/1), Locatelli
Allenatore: Fassina S.
Tiri da 2: 15/40 – Tiri da 3: 5/15 – Tiri Liberi: 16/26 – Rimbalzi: 52 14+38 (Grudzien 17) – Assist: 15 (Mandelli 5) – Palle Recuperate: 13 (Mandelli 3) – Palle Perse: 29 (Baiardo 7)

VELCOFIN INTERLOCKS VICENZA: Olajide 4 (0/6 da 2), Peric* 9 (3/10 da 2), Gramaccioni* 5 (1/3, 1/2), Monaco 13 (2/5, 1/6), Luraschi NE, Zavalloni* 8 (3/7, 0/4), Kolar 3 (1/1 da 2), Profaiser* 3 (1/6, 0/2), Mioni NE, Salvucci NE, Meroni* 8 (4/8, 0/1), Sartore
Allenatore: Gorgone C.
Tiri da 2: 15/46 – Tiri da 3: 2/15 – Tiri Liberi: 17/28 – Rimbalzi: 38 11+27 (Peric 14) – Assist: 10 (Profaiser 3) – Palle Recuperate: 18 (Peric 5) – Palle Perse: 19 (Peric 5) – Cinque Falli: Olajide
Arbitri: Rezzoagli L., Cattani F.

 

 

Ufficio Stampa VelcoFin InterLocks Vicenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy