A2 – Il CUS Cagliari non vuole fermarsi, Mannoni: “Ad Ariano Irpino per dire la nostra”

A2 – Il CUS Cagliari non vuole fermarsi, Mannoni: “Ad Ariano Irpino per dire la nostra”

La nota del club.

di La Redazione

Quattro vittorie in sei gare e il secondo posto in classifica in coabitazione con Ariano Irpino, La Spezia e Nico Basket. È stato entusiasmante l’inizio di stagione del CUS Cagliari, che sabato scorso ha fornito un ulteriore conferma del proprio momento di forma superando con autorità le toscane di Andreoli. Più forti della sfortuna, che ha messo fuori causa prima Zucca e poi Niola, le universitarie sono pronte a dire le loro anche su uno dei campi più caldi del campionato come quello di Ariano Irpino: “A questo punto della stagione – commenta il dirigente Mauro Mannoni – la classifica può risultare ingannevole. Ci sono delle squadre che hanno già osservato il turno di riposo e altre che hanno giocato degli scontri diretti importanti. Le prime, vere somme si potranno tirare soltanto alla fine del girone d’andata. Per il momento, però, ci godiamo con grande soddisfazione il secondo posto. Un risultato non da poco, se si pensa che di recente la rotazione della squadra si è accorciata da dieci a otto elementi”.

Dopo un duro lavoro coach Xaxa è riuscito a dare alla sua squadra un’identità di gioco precisa e riconoscibile: “E’ così – prosegue Mannoni – specialmente nella metà campo difensiva. Ma credo che pian piano anche in attacco la squadra stia dimostrando delle qualità importanti. C’è un sistema che continua a funzionare anche quando manca qualche interprete, e questa è una caratteristica che mi lascia ben sperare. Abbiamo inserito con successo tre ragazze del 2001 che stanno avendo minutaggi e responsabilità importanti. Il corso inaugurato tre anni fa sta dando i suoi primi frutti”.

Domenica pomeriggio Striulli e compagne proveranno a dire la loro in casa di Ariano Irpino, compagine ambiziosa che fin qui ha fatto registrare un ruolino di marcia identico a quello del CUS. Nell’ultimo turno la squadra di William Orlando ha perso di un soffio in casa della capolista imbattuta Campobasso, confermando di poter stare nei piani alti della classifica: “Andiamo a giocare in una piazza di buonissima tradizione cestistica – aggiunge – quello di Ariano Irpino è un campo sempre ostico. Ci confronteremo con una squadra dal buonissimo livello tecnico, che può contare su giocatrici affermate come Scibelli e Fabbri, peraltro vecchie conoscenze del basket sardo. Per noi si tratta di una partita importante: andremo in casa loro per giocare la nostra partita, sperando che si dimostri un altro buon test. Alla vigilia di Campobasso mi auguravo che la squadra potesse dimostrarsi competitiva in un contesto tecnico e ambientale così complicato, e la stessa cosa faccio stavolta”.

Squadre in campo domenica 10 novembre alle 15.30 al Palasport di Ariano Irpino (AV). Gli arbitri designati sono Marco Palazzo e Marco Guarino di Campobasso.

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy