A2-Il Geas a fianco di Telethon nella ricerca sulle malattie genetiche rare

di La Redazione

Il Geas Basket e Telethon, fianco a fianco per la ricerca sulle malattie genetiche rare. La società di basket femminile con sede a Sesto San Giovanni, nel palmares della quale figurano, insieme a scudetti e una coppa campioni, anche ben 16 scudetti a livello giovanile, si schiera al fianco di Telethon per aiutare tutti quei bambini che devono affrontare una lotta ben più dura rispetto a una partita di pallacanestro, ovvero quella contro le malattie genetiche rare.

Per questo motivo la società sestese da oggi è al fianco di Telethon per contribuire, anche nel proprio piccolo, a fare in modo che questi progetti di ricerca possano un giorno portare un sollievo a chi invece deve fronteggiare quotidianamente questo tipo di patologie. La Fondazione Telethon, di cui il Geas è onorato di poter far parte, è nata nel 1990 su mandato di una comunità di pazienti e ha come obiettivo quello di realizzare la promessa della cura delle malattie genetiche rare attraverso il finanziamento di ricerca biomedica eccellente. Fondamentale per sostenere le attività di Telethon è il contributo della società civile: volontari sul territorio, aziende partner e donatori che ogni giorno aiutano la ricerca a progredire verso la cura. “Geas ha deciso di intraprendere con entusiasmo questa strada – afferma il presidente Mario Mazzoleni – perché siamo convinti che chi opera con i giovani debba anche provare ad aiutare chi non ha la fortuna di potersi divertire su un campo da pallacanestro, ma deve invece
scontrarsi contro realtà ben più problematiche come quelle portate dalle malattie genetiche rare. Per il Geas è un onore poter camminare a fianco di Telethon e soprattutto poter dare il proprio contributo alla ricerca”. Il Geas è la prima società di pallacanestro a collaborare in maniera continuativa con Telethon grazie a una serie di iniziative che verranno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy