A2 – Il Selargius ingrana alla distanza, Orvieto sconfitta in volata

A2 – Il Selargius ingrana alla distanza, Orvieto sconfitta in volata

San Salvatore Selargius – Cestistica Azzurra Orvieto 69 – 63

di La Redazione

San Salvatore Selargius – Cestistica Azzurra Orvieto 69 – 63 (15-17, 38-35, 56-50, 69-63)

SAN SALVATORE SELARGIUS: Melis NE, Cicic* 5 (1/3, 0/3), Salvemme NE, Lussu* 11 (3/7 da 2), Mura* 3 (1/6 da 2), Arioli 9 (2/7, 0/2), Pinna, Loddo NE, Brunetti* 23 (7/8 da 2), Stoichkova 1 (0/3, 0/3), Gagliano 11 (5/11 da 2), Manfre’* 6 (3/7 da 2)
Allenatore: Staico F.
Tiri da 2: 22/52 – Tiri da 3: 0/8 – Tiri Liberi: 25/33 – Rimbalzi: 36 10+26 (Brunetti 10) – Assist: 15 (Arioli 5) – Palle Recuperate: 10 (Lussu 5) – Palle Perse: 14 (Lussu 4) – Cinque Falli: Manfre’

CESTISTICA AZZURRA ORVIETO: Grilli* 18 (3/11, 3/9), Orsini, Diouf 2 (1/2 da 2), Cantone* 6 (2/4, 0/1), Meroni* 11 (2/8, 2/2), Basili 2 (1/1 da 2), Presta 3 (0/1, 1/2), Yancheva 3 (1/4 da 2), Ceccanti* 6 (2/5 da 2), De Cassan* 12 (4/12, 0/1)
Allenatore: Dragonetto F.
Tiri da 2: 16/48 – Tiri da 3: 6/15 – Tiri Liberi: 13/22 – Rimbalzi: 49 18+31 (De Cassan 11) – Assist: 6 (Cantone 2) – Palle Recuperate: 6 (De Cassan 3) – Palle Perse: 23 (Grilli 4) – Cinque Falli: Yancheva, Ceccanti, De Cassan
Arbitri: Spinello R., Tomasello C.

Esordio con vittoria per il San Salvatore Selargius nel campionato di Serie A2 Femminile. La squadra di coach Fabrizio Staico è riuscita ad avere la meglio dell’Azzurra Orvieto con il punteggio finale di 69-63 al termine di una gara equilibrata che, tuttavia, ha visto quasi sempre le giallonere al comando. Leader realizzativa Federica Brunetti, grande protagonista con 23 punti, 10 rimbalzi e ben 5 stoppate.

LA GARA – Coach Staico sceglie un quintetto composto da Lussu, Cicic, Mura, Brunetti e Manfrè. Dragonetto risponde con Grilli, Cantone, Meroni, Ceccanti e De Cassan. In avvio le umbre sorprendono le padrone di casa, e giocando con grande dinamismo e aggressività si portano avanti al 10’ sul 15-17. Alla lunga, però, vengono fuori le qualità delle selargine, che grazie all’esperienza sugli esterni di Lussu e Arioli, e al grande impatto di Brunetti sotto le plance, si portano avanti toccando anche il +9 prima di andare alla pausa lunga in vantaggio sul 38-35.

Al rientro in campo Grilli e compagne continuano con la loro verve a infastidire il San Salvatore, che tuttavia riesce sempre a mantenere la testa avanti. La gara si gioca punto a punto per larghissimi tratti, ma le selargine dimostrano di aver già fatto dei passi avanti sotto il profilo mentale rispetto all’ultimo finale di campionato, e non perdono mai la lucidità sotto pressione. Staico sfrutta bene le rotazioni (ben 9 le giocatrici con minuti sul parquet), e alla fine il San Salvatore può mettere meritatamente in cascina i primi punti della stagione sul 69-63.

 “Credo che inizialmente la squadra fosse un po’ imballata a causa dei carichi di lavoro della preparazione – dice il presidente Marco Mura – pian piano, però, le ragazze sono riuscite a girare l’inerzia della gara e a vincerla con merito. C’è ancora tantissimo lavoro da fare, ma questo successo ci dà un’iniezione di fiducia per futuro”.

 Agenzia Uffici Stampa Directa Sport

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy