A2-Imbattibilità casalinga raggiunta per Orvieto, Carugate cede

A2-Imbattibilità casalinga raggiunta per Orvieto, Carugate cede

Le ragazze di coach Romano hanno la meglio sulle avversarie, ottengono il terzo posto matematico e mantengono l’imbattibilità casalinga.

di Lorenzo Petrangeli

La Ceprini Azzurra Orvieto ha battuto per 76-57 il Basket Castel Carugate e ha in questo modo mantenuto inviolato il PalaPorano per questa stagione regolare. Nonostante il recente infortunio di Manzotti le ragazze di coach Romano sono riuscite ad avere la meglio sulle ragazze di coach Re in un match che dopo un primo quarto di rodaggio ha visto la squadra di casa prendere in poco tempo il largo.

Per Orvieto, priva in questa occasione anche di Azzurra Gaglio, insieme a Bonasia, Brunelli, Manfrè e Mazionyte c’è stato posto pure per la giovane Falanga, autrice del canestro decisivo con Selargius e una delle tante sorprese positive di questa stagione per la società del presidente Giordano. Coach Re ha risposto con Diotti, Colli, Rossi, Albano e Scarsi. Nelle prime fasi di gioco le due squadre si sono risposte colpo su colpo, complici anche alcune disattenzioni difensive su entrambi i fronti. Tra le biancorosse Brunelli è entrata subito in ritmo e ha iniziato a colpire dalla lunga distanza, mentre fra le lombarde si è distinta Scarsi, tenace a lottare sotto i tabelloni e a guadagnare secondi possessi per sè e per le compagne. Le biancorosse hanno tentato l’arma del pressing per rallentare l’attacco di Carugate e causare palle perse, ma non ha sortito gli effetti sperati a causa di qualche leggerezza. Dopo una prima metà di quarto di equilibrio Orvieto ha scavato con i canestri di Bonasia e Mazionyte un primo divario importante che l’ha portata a chiudere i primi dieci minuti di gioco avanti di nove lunghezze (25-16).

Nel secondo quarto Orvieto ha stretto le maglie della difesa e grazie a una grande pressione sulla palla ha forzato molte palle perse a Carugate. Ne è scaturito un break importante firmato ancora da Bonasia e Mazionyte, con la lituana pressochè infallibile dalla lunga distanza. Il divario è cresciuto fino a toccare i venti punti di margine, con Carugate che ha faticato a trovare le giuste contromisure nonostante le buone prestazioni individuali di Scarsi e Colli. Coach Romano ha ampliato più del solito le rotazioni e ha dato spazio anche alle numerose under del roster, come Colantoni, Presta e Bortolotti, che si sono fatte trovare pronte. Le due squadre sono andate negli spogliatoi con Orvieto avanti di ventitrè punti (46-23).

In apertura di terzo quarto Orvieto è sembrata un po’ deconcentrata e ha concesso qualche canestro facile di troppo a Carugate, che ha provato a riavvicinarsi con una positiva Colli. Dopo poco tempo Orvieto ha ritrovato il bandolo della matassa e ha ripreso la fuga guidata da una Mazionyte molto in forma, che è sembrata scrollarsi di dosso ogni problema dovuta alla maschera che porta da qualche partita a questa parte per la rottura del setto nasale. Anche Manfrè si è fatta sentire in post basso, dove ha trovato buoni canestri utili per mantenere il margine. La frazione si è conclusa sul 62-42 per Orvieto.

Nell’ultimo quarto c’è stato ampio spazio per tutte le giocatrici convocate, con le under di Orvieto che hanno potuto sfruttare i minuti a loro disposizione anche come un test in vista delle finali nazionali under 20 della settimana prossima. Quasi tutte le giovani biancorosse sono andate a referto, esclusa Bonaccini che ha però offerto una solida prova in cabina di regia. Per Carugate si è distinta nei minuti finali anche Picco, che ha insaccato due triple che hanno reso meno amaro il passivo.

Con questa vittoria Orvieto ha ottenuto l’imbattibilità casalinga in stagione regolare e si è assicurata il terzo posto matematico anche nel caso di una sconfitta nell’ultima trasferta di Bolzano: gli scontri diretti premierebbero la squadra di coach Romano nell’eventualità di un arrivo a pari punti con Crema. Carugate ha già raggiunto la salvezza matematica e si appresta ad affrontare senza patemi di classifica l’ultima giornata contro Costa Masnaga.

Ceprini Costruzioni Orvieto – Castel Carugate 76 – 57 (25-16, 46-23, 62-42)

CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO: Grilli S. 4 , Falanga M. 6 , Mazionyte G. 23 , Bonasia V. 11 , Colantoni G. 3 , Egwoh A. 2 , Manfre’ G. 12 , Brunelli G. 9, Bortolotti A. 2 , Presta C. 4 , Bonaccini V. , All. Romano Massimo

CASTEL CARUGATE: Zucchetti L. , Beretta A. NE , Correal E. NE , Diotti F. 6 , Picco C. 9 , Colli C. 18 , Rossi L. 7 , Albano C. 2 , Polato S. 2 , Scarsi M. 13 , All. Re Paolo ARBITRI:Simona Belprato, Lucia Bernardo, NOTE: Ceprini Costruzioni Orvieto tiri liberi 8/9 (88,9%), Castel Carugate tiri liberi 10/17 (58,8%)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy