A2 – Jolly Acli Basket, buone indicazioni dal primo test stagionale

A2 – Jolly Acli Basket, buone indicazioni dal primo test stagionale

Il Jolly Acli Basket esce sconfitto dal suo primo test stagionale.

di La Redazione

Il Jolly Acli Basket esce sconfitto dal suo primo test stagionale, contro il quotatissimo pari categoria, la Cestisitica Spezzina. Il risultato finale 61-49, conferma comunque il buon lavoro che il coach Marco Pistolesi sta svolgendo, nonostante le mille difficoltà incrociate dalla società in quest’ultimo periodo. La squadra, apparsa inizialmente contratta, quasi colta di sorpresa dallo strapotere fisico avversario, è andata via via migliorando, fino a giocare un ottimo quarto tempino, ove ha saputo imporsi per 18-9. Buona la prova delle nuove, che stanno pian piano entrando nell’ordine di idee dello staff tecnico, granitiche come al solito le reduci dalla straordinaria annata della promozione. Il tabellino labronico: Orsini 12, Mandroni 6, Ceccarini 6, Bindelli 7, Collodi 3, Maffei 4, Lucchesini 8, Simonetti, Tripalo, Sassetti.

Campo di Gara. Alla fine la decisione è stata presa, ed è una decisione che accontenta un po’ tutti. Le gare interne del campionato, l’Acli le giocherà al PalaMacchia, il sabato sera alle ore 21. Saltate le altre ipotesi (Cosmelli , che non ha superato i controlli di sicurezza per un torneo nazionale, e Bastia, tempi troppo lunghi per allestirlo a dovere), la società ha optato per l’impianto maggiore di via Allende, scegliendo una fascia oraria che non andasse a ‘cozzare’ con gli spazi riservati alla C Gold maschile.

Mercato. Alla fine la fumata bianca è arrivata: Matilde Simonetti, potrà continuare a giocare in maglia rosablu, grazie all’accordo che il general manager Paolo Paoli ha concluso con il BF. Adesso tutte le energie sono rivolte alla ricerca di un pivot, un numero 5 che possa permettere alla squadra di completare i reparti, e consentire maggiori soluzioni per la fase offensiva. Dopo l’inattesa retromarcia di Sofia Dall’Olio, si punta forte verso un profilo straniero; impresa comunque non semplicissima.

Sponsor. La questione più complicata. Nonostante alcuni contatti ben avviati, non si è ancora arrivati al momento di concludere. Il tempo corre e la necessità di trovare un supporto economico si fa sempre più impellente. Alcuni incontri delle prossime ore saranno determinanti.
Pistolesi sulla prima amichevole: “Non abbiamo gioco interno, ed anche le ragazze che potrebbero giocare ‘dentro’, non hanno la giusta mentalità per farlo. In questo senso facciamo fatica. La Spezia d’altronde è un roster di grande livello, ambizioso, con lunghe importanti ed un pacchetto di esterne fenomenali. Abbiamo bisogno di più aggressività e di maggiore concentrazione in parecchi frangenti. Qualcuno ha già dimostrato di avere la faccia giusta, tosta come occorre. In futuro mi aspetto prestazioni coraggiose anche dalle altre: in caso di tiri aperti, non si può e non si deve rinunciare. Un aspetto che mi fan ben sperare, oltre alla difesa, è il nostro livello nelle rotazioni, che resta sempre ben equilibrato”.

Uff.Stampa Jolly Livorno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy