A2 – La Carispezia alza la voce e sbanca Faenza

61-65 il punteggio. Grande prestazione di personalità da parte delle ragazze di coach Corsolini.

di La Redazione

Faenza Basket Project Girls – Carispezia Cestistica Spezzina 61 – 65 (11-13, 25-26, 42-50, 61-65)

FAENZA BASKET PROJECT GIRLS: Franceschelli* 3 (1/5, 0/3), Schwienbacher* 9 (3/6, 1/3), Franceschini, Morsiani* 14 (7/13, 0/1), Minguzzi NE, Ballardini* 19 (3/5, 2/6), Caccoli 2 (0/1 da 2), Policari 5 (1/4, 0/1), Soglia* 3 (1/4, 0/1), Meschi 6 (1/3, 1/1), Panzavolta NE, Preskienyte NE
Allenatore: Bassi C.
Tiri da 2: 17/47 – Tiri da 3: 4/16 – Tiri Liberi: 15/18 – Rimbalzi: 38 14+24 (Morsiani 11) – Assist: 3 (Ballardini 2) – Palle Recuperate: 12 (Schwienbacher 3) – Palle Perse: 15 (Schwienbacher 4)
CARISPEZIA CESTISTICA SPEZZINA: Packovski* 17 (5/8, 0/1), Corradino 5 (1/1, 1/2), Templari* 17 (4/8, 1/3), Tosi* 3 (0/2, 1/2), Linguaglossa* 5 (1/3, 1/3), Cadoni 9 (3/7, 0/2), Mori 2 (1/1 da 2), Sarni* 5 (2/7, 0/2), Olajide 2 (1/4 da 2)
Allenatore: Corsolini M.
Tiri da 2: 18/41 – Tiri da 3: 4/15 – Tiri Liberi: 17/23 – Rimbalzi: 41 13+28 (Cadoni 8) – Assist: 7 (Packovski 4) – Palle Recuperate: 10 (Templari 3) – Palle Perse: 19 (Packovski 6) – Cinque Falli: Linguaglossa
Arbitri: Ragionieri M., Zaniboni F.

Vittoria prestigiosa per la Crédit Agricole Carispezia, che espugna il PalaBubani di Faenza col punteggio di 61-65: una prestazione sontuosa delle bianconere, che disputano una partita di alto livello contro una compagine di qualità e che è riuscita a rientrare dopo i reiterati tentativi di fuga delle spezzine. Top scorer e sole giocatrici in doppia cifra sono Elisa Templari e Lana Packovski, entrambe con 17 punti a referto e realizzatrici dei quattro tiri liberi che hanno regalato il successo nel finale di gara. Con questa vittoria la CA Carispezia conserva il terzo posto assieme a Palermo a quota 32 punti, ma con la formazione siciliana avanti per lo scontro diretto a favore. E nel prossimo turno altro big match in vista: al PalaMariotti arriverà Campobasso, reduce dalla sconfitta proprio contro l’Andros Palermo.

LA PARTITA – L’inizio di partita vede le due squadre con le polveri bagnate, si segna solo dopo tre minuti di gioco, ed è Schwienbacher a sbloccare il punteggio, a cui risponde Packovski. Faenza prova il primo allungo con 5 punti consecutivi di Ballardini, portandosi sul 7-2, ma le bianconere non ci stanno e rientrano in gara con Sarni, Templari da tre punti, e Olajide per impattare sul 9-9. Nel finale di quarto, botta e risposta tra spezzine e faentine, con la frazione che si chiude sull’11-13 per le ospiti.
La partita è sempre combattuta e nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento sull’altra. Nel secondo periodo Faenza rimette la testa avanti grazie a due tiri liberi di Ballardini (15-13), poi la CA Carispezia riprende la guida della partita con Templari e Mori. L’elastico prosegue per il resto della frazione: Meschi controsorpassa a favore dell’Infinity Bio, Cadoni e Packovski riportano avanti le bianconere, Morsiani riavvicina le locali poi due triple di Tosi e Meschi chiudono il parziale all’intervallo lungo sul 25-26 per le spezzine.
Terzo quarto spezzettato, con tante interruzioni e tanti punti giunti dalla lunetta. L’inizio della ripresa vive di due fiammate: la prima ad opera di Faenza, che riconquista la testa della gara con un 7-0 (32-26); la seconda è della CA Carispezia, che torna a guidare la partita con un 2-10 siglato dal trio Cadoni-Templari-Packovski (34-36). Da qui le bianconere provano a scappare, e costruiscono un mini-break che le porta a chiudere il terzo periodo avanti di ben 8 lunghezze sul 42-50, frutto di un momento di inerzia positivo tutto a favore delle spezzine.
L’ultimo quarto si apre con un 6-0 per Faenza, che così si riavvicina a -2 (48-50). Sarni e Templari ridanno ossigeno e 6 punti di vantaggio alle bianconere, prima che l’Infinity Bio costruisca un altro parziale, questa volta di 7-0, che la riporta avanti nella contesa (55-54). Da qui comincia un’altra partita, un supplementare anticipato di soli tre minuti e mezzo che accende definitivamente il finale. Cadoni fa 2/2 dalla lunetta, Ballardini castiga ancora le ospiti da oltre l’arco, ed è +2 Faenza (58-56). Negli ultimi palpitanti istanti si segna soltanto a cronometro fermo, con le due palle perse dalle locali, assieme all’imprecisione al tiro, a fare la differenza. La CA Carispezia invece è quasi perfetta ai liberi. Cadoni fa 1/2, Templari 2/2 ed è +1 (58-59). Ballardini sorpassa con la stessa moneta, poi la stessa Templari e Packovski infilano quattro liberi consecutivi (60-63). Policari fa solo 1/2 e ancora Templari sigilla il successo bianconero sul 61-65.
Ufficio Stampa Crédit Agricole Carispezia Cestistica Spezzina
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy