A2 – Le rotazioni ridotte non fermano Alpo, espugnato il campo di un’opaca Acciaierie Valbruna Bolzano

0

Acciaierie Valbruna Bolzano – MEP Pellegrini Alpo 56 – 62 (13-20, 23-36, 34-52, 56-62)

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Botteghi* 6 (3/6, 0/2), Gottardi, Kuijt* 2 (1/4, 0/1), Rossi, Fabbricini* 9 (4/7 da 2), Miccio 12 (2/4, 2/5), Hafner 1 (0/1 da 2), Marcello 2 (1/3, 0/2), Hafner, Sasso* 7 (2/3, 1/2), Pellegrini 6 (0/2, 2/4), Santarelli* 11 (4/5, 1/2)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 17/37 – Tiri da 3: 6/19 – Tiri Liberi: 4/6 – Rimbalzi: 43 10+33 (Botteghi 10) – Assist: 12 (Kuijt 3) – Palle Recuperate: 7 (Botteghi 2) – Palle Perse: 15 (Sasso 5)

MEP PELLEGRINI ALPO: Marangoni* 16 (2/10, 3/4), Packovski* 13 (1/6, 3/9), Rosignoli 3 (0/2, 1/1), Pachera NE, Diene* 9 (4/11, 0/2), Soglia NE, Bertoldi NE, Vitari* 19 (7/14, 1/3), Mancinelli* 2 (1/6, 0/2), Franchini NE
Allenatore: Soave N.
Tiri da 2: 15/49 – Tiri da 3: 8/21 – Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 41 16+25 (Packovski 9) – Assist: 10 (Packovski 3) – Palle Recuperate: 8 (Mancinelli 5) – Palle Perse: 8 (Vitari 3)

Arbitri: Occhiuzzi G., Andretta A.

Quarta vittoria consecutiva per la MEP Pellegrini Alpo che espugna il parquet della Pallacanestro Bolzano 56-62 al termine di un match dominato dalle biancoblù. Il +6 finale non rende il giusto merito all’Alpo Basket, se si pensa che a 3 minuti e mezzo dalla sirena le veronesi erano avanti di 19 punti (41-60, massimo vantaggio della serata). Rotazioni limitatissime per Nicola Soave che ha utilizzato soltanto 6 giocatrici (oltre a Franco e Soglia, out pure Franchini per distorsione ad una caviglia), mentre dall’altra parte coach Pezzi ne ha fatte scendere in campo esattamente il doppio. Ancora una volta la difesa della MEP Pellegrini ha fatto la differenza: 23 punti subìti nei primi due quarti di gioco e 2 soli punti concessi in tutta la partita alla straniera di Bolzano, Kuijt. 
Le Acciaierie Valbruna fanno bene soltanto all’inizio: 6-2 biancorosso dopo tre minuti e Alpo che risponde con uno 0-8 chiuso dal cesto di Diene per il 6-10. Le Sisters operano il sorpasso a metà tempo (11-10), Packovski risorpassa dalla lunetta (11-12) e Sasso sigla il 13-12 che sarà l’ultimo vantaggio altoatesino della serata. Ci pensa Marangoni con 8 punti consecutivi (2 triple e un canestro da due) a provocare il primo strappo della gara: 13-20, risultato con il quale si va al primo mini-riposo.

Nel secondo periodo le ospiti raggiungono la doppia cifra di vantaggio con Diene dopo nemmeno 4 minuti (17-27), Bolzano fatica in attacco, al punto di mettere a segno la miseria di 10 punti in questo quarto. Vitari è in palla e per due volte realizza i punti del +12 (17-29 e 21-33), Kuijt segna il suo unico canestro della serata (23-33) e la frazione si chiude con la tripla di Rosignoli (23-36 all’intervallo lungo).

Nel terzo quarto la forbice si allarga ulteriormente: Vitari e Packovski mettono a segno i canestri del +17 (23-40), le Sisters si piazzano a zona e rispondono con due triple di Pellegrini (30-43), limando il ritardo sino al -11 (32-43). La solita Paskovski da tre e capitan Mancinelli da sotto ristabiliscono le distanze (32-48) e il tempo si conclude con un rassicurante +18 veronese (34-52). 
Nella frazione conclusiva la MEP Pellegrini tira un po’ il fiato, tanto che segnerà soltanto 10 punti in questo quarto, anche a causa della stanchezza dovuta all’organico ridotto. Bolzano non ne approfitta più di tanto, risale sino al -12 con l’ex Santarelli (41-53) a metà tempo ma poi, come detto in apertura, viene ricacciata a -19 dalla tripla di Vitari (41-60). Le Acciaierie Valbruna però vogliono cadere in piedi e, con un break di 15-2, riescono a risalire sino al già citato -6 conclusivo (56-62). La sfortuna si accanisce ulteriormente sull’Alpo perché, proprio nell’ultima azione del match, Elisa Mancinelli in un contrasto subisce la lussazione di un dito della mano destra.

Andrea EtrariUff. Stampa Alpo Basket ’99

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here