A2- Ljubenovic non basta al Selargius, Empoli ne vince un’altra

Continua la grande stagione delle toscane, che superano l’ostacolo Selargius pur prive di Rosellini.

di La Redazione

Scotti Use Rosa EmpoliS.Salvatore Selargius 7062 (13-15, 31-34, 53-48)

SCOTTI USE ROSA EMPOLI: Rosellini F. NE , Calamai N. 7 , Gimignani L. 2 , Manetti L. 2 , Sesoldi G. 7 , Chiabotto E. 10 , Fabbri L. 6 , Fabbri F. 13 , Van Der Wardt S. 3 , Lucchesini A. 3 , Narviciute G. 17 , Posarelli R. NE , All. Cioni Alessio
S.SALVATORE SELARGIUS: Arioli C. 6 , Ljubenovic A. 25 , De Pasquale A. 6 , Lussu A. , Mura F. , Cordola I. 8 , Pinna D. NE , Palmas L. , Russo F. 9 , Gagliano D. 6 , Laccorte M. 2 , All. Staico Fabrizio

ARBITRI:Alice Fratalocchi, Francesca Di Pinto,
NOTE:  Scotti Use Rosa Empoli tiri liberi 10/19 (52,6%), S.Salvatore Selargius tiri liberi 19/24 (79,2%)

Dopo lo stop contro la capolista Geas, il San Salvatore Selargius cede il passo anche alla Scotti Empoli seconda in classifica e incassa la terza sconfitta consecutiva nel campionato di Serie A2 Femminile. Nonostante una buona prova, specialmente nel primo tempo, le giallonere non sono riuscite ad avere la meglio delle rivali, che dal canto loro hanno dovuto fare i conti con le pesanti assenze di Pochobradska e Rosellini. Alla fine il tabellone della Palestra Lazzeri ha premiato dunque le padrone di casa (70-62 il finale), ma coach Staico è tornato in Sardegna con indicazioni confortanti: “Sono contento – ha dichiarato – abbiamo iniziato con un buon atteggiamento, dimostrando di voler ancora dire la nostra in questo campionato. La prima parte di gara è stata ottima, ma devo dire che anche nella seconda la squadra si è ben comportata. Peccato soltanto per un arbitraggio che non mi è parso all’altezza, e che alla fine ha inevitabilmente pesato sull’esito dell’incontro”.

Chiuso il primo tempo sopra sul 31-34, il San Salvatore, approfittando della gran serata di Ljubenovic (top scorer dell’incontro con 25 punti) ha provato a ripetersi nel corso del terzo periodo. Dall’altra parte però Nariviciute ha fatto la voce grossa e, nonostante gli adeguamenti studiati da Staico, è riuscita a bucare a ripetizione la difesa selargina: “Parliamo di una giocatrice di altissimo livello – prosegue il tecnico – che è rimasta lucida anche nel momento in cui abbiamo alzato la pressione”. Empoli ha preso così la testa dell’incontro, ma le giallonere non si sono arrese e, con due bombe consecutive mandate a segno da Ljubenovic, sono tornate sul -3. La terza conclusione dai 6,75 m mandata per aria dalla slovena non ha però trovato la stessa fortuna, così Empoli ha potuto condurre in porto un successo che le permette di tenere il passo del Geas. “Peccato – conclude Staico – ma è stata comunque una bella prova. Il gruppo ha dimostrato ancora di essere forte e compatto, e la prossima settimana proveremo a rifarci nella partita casalinga contro Crema”.

Agenzia Directa Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy