A2 – Ljubenovic torna a far male, tutto facile per il Selargius ad Alghero

La lunga slovena protagonista nella vittoria ad Alghero.

di La Redazione

Mercede Alghero – S.Salvatore Selargius 62 – 78 (15-22, 31-41, 45-57)

MERCEDE ALGHERO: Spiga C. 10 , Zinchiri G. NE , Georgieva I. 12 , Barbone C. 13 , Marini C. 3 , Azzellini S. 5 , Petrova A. 7 , Sow D. 12 , Solinas M. , Manconi V. NE , Canu G. NE , All. Monticelli Manuela
S.SALVATORE SELARGIUS: Arioli C. 4 , Ljubenovic A. 27 , De Pasquale A. 6 , Lussu A. 2 , Mura F. 2 , Schirru A. NE , Pinna D. , Palmas L. 2 , Russo F. 21 , Gagliano D. 12 , Lai G. , Laccorte M. 2 , All. Staico Fabrizio

ARBITRI:Federica Servillo, Lucia Barbagallo,
NOTE: Mercede Alghero tiri liberi 14/24 (58,3%), S.Salvatore Selargius tiri liberi 15/17 (88,2%)

Sesta vittoria stagionale per il San Salvatore, che nel derby della 13esima giornata batte la Mercede Alghero col punteggio finale di 62-78, sorpassando il Fassi Albino nell’ottava posizione che vale l’accesso ai playoff.

A dispetto della classifica delle catalane, ancora prive di successi in campionato, la gara è stata tutt’altro che scontata: per violare il PalaCorbia c’è voluta infatti la miglior Ana Ljubenovic, dominatrice dell’incontro con 27 punti e 8 rimbalzi. Ma un contributo importante in zona offensiva lo ha dato anche Francesca Russo, che ha fatto registrare 21 punti personali con 6/8 da due. Silenziosi invece i 6 punti di Ada De Pasquale, che però ha svolto un encomiabile lavoro in difesa limitando le imprevedibili iniziative della bulgara Georgieva.

L’incontro ha visto il San Salvatore condurre sempre nel punteggio, senza però mai riuscire a chiudere definitivamente i conti. La Mercede, infatti, è sempre rimasta agganciata alla partita grazie a una buona prova del collettivo (ben quattro le giocatrici in doppia cifra), arrendendosi solo nelle battute conclusive. “E’ una vittoria importante per la classifica – commenta coach Fabrizio Staico – grazie alla contemporanea sconfitta di Albino a Crema siamo dentro la zona playoff. D’ora in avanti faremo di tutto per rimanerci, e magari per guadagnare anche una posizione più prestigiosa. Le avversarie, del resto, non sono distanti. Ljubenovic? Aspettavo da tempo una prestazione di questo tipo – aggiunge – ora dovrà proseguire sugli stessi binari”.

Uff.Stampa Agenzia Directa Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy