A2 – Nico Basket, a tu per tu con Laura Zelnyte

Zelnyte si racconta.

di La Redazione

Mentre la Nico Basket continua nel suo percorso di avvicinamento al debutto in campionato, scopriamo un’altra tra le nuove giocatrici ingaggiate dal Presidente Nerini per rendere il team sempre più competitivo. Alta 1,92 m, grande rimbalzista e dotata di un letale tiro da tre punti, la lituana Laura Zelnyte è alla quarta stagione in Italia, dopo le esperienze con Carugate, Campobasso e Crema. Oltre alle evidenti doti atletiche, Laura è una ragazza di una simpatia contagiosa e il potenziale della coppia vicino a canestro con Carlotta Gianolla è veramente elevato.

Cosa ti aspetti da quest’anno?
“In questo momento penso solo alle vittorie ed allo spettacolo che potremmo offrire con la nostra pallacanestro. Darò il cento per cento per aiutare la squadra. Non ero sicura di giocare in Italia anche questa stagione perché volevo provare qualcosa di nuovo. Poi però il mio agente mi ha suggerito questa opportunità e ho deciso di riprovare. Ho la fortuna di conoscere già abbastanza bene la lingua, il cibo e che tipo di persone sono gli italiani e sono davvero felice di essere alla Nico Basket. L’Italia è uno dei paesi più belli del mondo e, se in futuro dovesse trattenermi qualcosa, mi piacerebbe restare a vivere qui.”

Perché hai cominciato a giocare a pallacanestro?
“Non ho una risposta precisa. Quando avevo otto anni ero già molto alta e mio nonno mi ha portata in palestra. Tutto sommato è stato lui a decidere per me e adesso, a distanza di diciotto anni, sto ancora giocando e mi sto togliendo tante soddisfazioni.”

Quale sarà il tuo numero di maglia?
“Quest’anno ho puntato sul 23 anche se il mio preferito sarebbe il 13. Non ci sono motivi particolari se non il fatto che il 13 è il giorno del mio compleanno (Laura è nata il 13 settembre 1994, ndr). Spero mi porti fortuna. Una volta, in Nazionale mi è capitato di lasciare la maglia in hotel e dover giocare con un numero diverso da quello che avevo scelto.”

Quali sono i tuoi idoli?
“Sicuramente Kobe Bryant e LeBron James ma, ad essere sincera, non guardo molto l’NBA. Dal lato femminile dico la cestista statunitense Breanna Stewart perché ho avuto l’opportunità di giocare contro di lei e, pur avendo la mia stessa età, il suo livello di basket è incredibile.”

Uff.Stampa Nico Basket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy