A2 Nord – Cominciano le Semifinali, mentre Bolzano ospita ben due gare Playout

0

Due Semifinali al via, a Bolzano invece due sfide decisive di Playout nel fine settimana cruciale del Girone Nord di Serie A2.

Partendo dai Playoff, a inaugurare il programma sarà sabato alle ore 19 la sfida del PalaBenedetti tra Delser W.Apu Crich Udine e Autosped Castelnuovo Scrivia. Risultato abbastanza incerto da pronosticare: Udine, che giova ricordarlo ha perso recentemente Turel per in infortunio, ha faticato un po’ per chiudere la serie contro una sorprendente Ponzano, 2-1 per le friulane. Di contro Castelnuovo viene da un “upset” importante contro Brixia al primo turno: i precedenti parlano a favore delle udinesi, comunque favorite per seeding e possibilità di giocare col fattore campo, ma la squadra di coach Riga non dovrà abbassare la guardia, perchè il 60-52 e il 69-74 del campionato lasciano pensare a sfide combattute.

Alle ore 20.30 al PalaCremonesi la Parking Graf Crema ospita Il Ponte Casa d’Aste Sanga Milano nel derby lombardo. Non è il classico “prima contro quarta”: Crema vanta sì il primato di squadra imbattuta, ma il Sanga nel corso della stagione si è affermato come una delle più interessanti antagoniste della squadra di coach Diamanti. Guardando ai precedenti stagionali, tale candidatura risulta sempre più evidente: Milano è la squadra che è andata più vicina a battere le cremasche, e su due scontri vanta un cumulativo -10. All’andata un supplementare giocato, 83-87, col Sanga senza una straniera (che ci sarà per i Playoff, ovvero Zelnyte), al ritorno un 63-57 per Crema ma con posizioni ampiamente già acquisite.

I Playout, curiosamente, vedranno i loro episodi decisivi a Bolzano, per due giorni centro di ben due serie.

In ordine cronologico, si parte alle 20.30 di sabato al PalaMazzali con l’Alperia Basket Club Bolzano che sfida la Podolife Treviso. Dopo il +34 di Gara 1 la squadra di coach Sacchi sembrava aver inflitto un colpo importante alle trevigiane, che però in Gara 2 hanno tirato fuori una risposta d’orgolio: simbolo dell’evidente cambio di prospettiva la straniera Perisa, passata dai 5 del primo atto ai 31 del secondo, con 7/12 da tre. Può esser di nuovo lei l’ago della bilancia.

Domenica alle 18 alla Palestra Stifter tocca all’Acciaierie Valbruna Bolzano che sfida A.S. Vicenza. Anche qui storia di due partite: una Gara 1 giocata con incisività da Bolzano, brava a innescare le sue principali armi offensive, una Gara 2 più brillante per le vicentine anche grazie a Chrysanthidou che ha nettamente vinto lo scontro nel pitturato con Guilavogui: 20-2 il conto dei punti, che fa tutta la differenza per le beriche. Chiamate ora alla missione più difficile, far saltare un fattore campo che sinora, nei Playout del Girone, non è saltato mai.

Area Comunicazione LBF

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here