A2 – Ottava sinfonia Sanga Milano, vittoria anche sul campo di Alperia Bolzano

0

Alperia Basket Club Bolzano – Il Ponte Casa d’Aste Sanga Milano 61 – 68 (12-26, 25-40, 40-50, 61-68)

ALPERIA BASKET CLUB BOLZANO: Logoh 6 (3/5, 0/3), Servillo* 2 (0/1 da 2), Chrysanthidou* 2 (1/8, 0/2), Kotnis* 13 (2/6, 3/6), Fall 2 (0/2 da 3), Gualtieri 5 (1/2 da 3), Delbalzo Gueye, Assentato* 4 (1/4, 0/2), Vella* 13 (2/6, 2/5), Mazzucco NE, Azzi 14 (2/3, 2/4), Kob NE
Allenatore: Sacchi R.
Tiri da 2: 11/33 – Tiri da 3: 8/26 – Tiri Liberi: 15/20 – Rimbalzi: 40 11+29 (Assentato 6) – Assist: 10 (Vella 6) – Palle Recuperate: 4 (Vella 2) – Palle Perse: 10 (Vella 3) – Cinque Falli: Gualtieri
IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO: Toffali* 8 (2/4 da 2), Novati* 8 (1/5, 2/6), Guarneri 8 (4/7 da 2), Beretta NE, Penz* 12 (3/5, 2/3), Thiam NE, Van Der Keijl* 9 (4/6 da 2), Bonomi* 12 (1/2, 3/7), Hatch 2 (1/1 da 2), Madonna 9 (0/1, 2/6)
Allenatore: Pinotti U.
Tiri da 2: 16/31 – Tiri da 3: 9/22 – Tiri Liberi: 9/14 – Rimbalzi: 34 3+31 (Novati 11) – Assist: 11 (Madonna 4) – Palle Recuperate: 4 (Toffali 1) – Palle Perse: 10 (Van Der Keijl 3)
Arbitri: Alessi N., Moratti M.

Arriva l’ottava meraviglia del Ponte Casa D’Aste che vince sul campo di Bolzano. Partita condotta a lungo dalle Orange che hanno dovuto però tenere alta la tensione sino agli ultimi secondi contro una Bolzano che non ne ha voluto sapere di arrendersi.

Il Primo quarto è estremamente equilibrato per i primi sei minuti che vedono le due squadre non riuscire a trovare il break (10 – 10). Il Sanga trova continuità da tre punti con Madonna, Novati e Bonomi e piazza il parziale che indirizza la partita; si arriva così al primo riposo con le milanesi avanti per 12-26.

Bolzano non si scompone e gioca la carta della zona andando a mettere un po’ di sabbia negli ingranaggi delle Orange, le padroni di casa galleggiano tra il -7 e il -10, mentre il Sanga continua ad eseguire in maniera ordinata anche se meno efficace. Sono quindi le lunghe de Il Ponte Casa D’Aste a prendersi le responsabilità in attacco; Van Der Keijl prima e Guarneri dopo siglano il parziale che vale 25-40 con cui le due squadre vanno negli spogliatoi. Terzo quarto equilibrato, con il Sanga che può gestire il vantaggio mentre Bolzano non sembra riuscire a riavvicinarsi. È Azzi a provare a scuotere le padroni di casa firmando il 5-0 che riporta le bolzanine sul -10, dopo un lungo periodo passato a 15 lunghezze di distanza, le due squadre si presentano quindi all’ultimo quarto sul 40-50.

L’ultima frazione si apre con la tripla di Gualtieri che vale il -7 di Bolzano che sembra avere l’inerzia del match a favore mentre il Sanga non riesce a trovare il contro-break per chiudere la partita. Bolzano alza l’intensità fisica e si riporta sul -4 ma Penz reagisce subito con una bella tripla dando respiro all’attacco Orange e riportando velocemente le milanesi sul +9 che diventa +11 grazie al canestro di Novati. Kotnis con una tripla cerca di tenere aperta la partita fino all’ultimo minuto, alla lunga di Bolzano fa subito eco Vella che trova il gioco da 4 punti che fissa il punteggio 61-65 quando mancano 20 secondi alla fine. Sul fallo sistematico Madonna realizza solo il primo dei due tiri liberi ma il Rimbalzo è preda di Van Der Keijl che realizza chiudendo la partita sul 61-68.

A fine partita coach Franz Pinotti dichiara: “Come a ogni partita, nessuno vuole perdere con Milano. Noi ci mettiamo sempre del nostro ma poi, quando la palla improvvisamente scotta e diventa pesante, magicamente torniamo a giocare senza più sbagliare nulla. Quando si tratta di vita o di morte, incredibilmente resuscitiamo. Meritiamo il posto che occupiamo. Giochiamo per molti tratti una gran bella pallacanestro. Stiamo lavorando per giocarla in tutti e 40 minuti. Oggi assente Beretta per un problemino fisico ma contiamo di recuperarla sabato prossimo in casa nel big match con Costa Masnaga”.

UFF.STAMPA SANGA MILANO