A2 – Peresson detta legge, Udine espugna Carugate

Blackiron-Rentpoint Carugate – Delser Crich Udine 50 – 65

di La Redazione

È dolce, dolcissima la prima stagionale per la Libertas Basket School Udine targata Delser nel campionato di Serie A2 2020/21. Nel match d’esordio giocato a domicilio del Basket Carugate, capitan Da Pozzo e compagne si impongono con il punteggio di 65-50 dando sfoggio di grande lucidità e forza fisica. All’interno di una prova corale ben orchestrata da coach Matassini in panchina, a spiccare sono i 19 punti del new entry pordenonese Antonia Peresson. Redini della sfida quasi sempre in mano alle friulane, abili nel dare lo scossone decisivo nel terzo quarto grazie a un parziale di 18 a 6.

La partita

È cambiato il roster, non la divisa. La Delser si presenta a Carugate in tenuta arancio, l’angelo della città di Udine a puntar l’indice verso un solo obiettivo: la conquista dei primi due punti stagionali. Per orientare il cammino nella direzione voluta, coach Matassini lancia un quintetto composto da Blasigh, Pontoni, Peresson, Scarsi e Cvijanovic. La premiata ditta Scarsi-Peresson inaugura la stagione del team friulano con i primi punti che valgono il parziale 6-8 ospite. L’ex Georgia Tech punge letale dall’arco; il centro LBS sgomita sotto le plance e tiene a galla le sue dopo il primo moto d’orgoglio firmato Carugate. Il pressing friulano, leit motiv della difesa targata Delser, funziona a corrente alterna, ma tiene le padrone di casa sotto di due al termine dei primi 10’.

Il secondo quarto si apre con la tripla del pareggio Carugate (21-21, Canova), ma è un sussulto perché prima Sturma e poi – due volte – Peresson rispondono con la stessa medicina al tentativo di rimonta Blackiron. Aumenta il solco sul tabellone, anche per merito di una più attenta protezione a canestro: Cvijanovic e Scarsi puntellano il vantaggio sul 26-33 al termine del primo tempo.

Predica calma la play Peresson all’inizio di un terzo quarto che sin da subito procede spedito, a ritmo incalzante. Canova aumenta il suo score (finirà con 17), ma la Delser è brava a concretizzare i contropiedi offerti dalle avversarie senza cedere, a sua volta, il fianco a Carugate. Sotto canestro è Pontoni a dettare legge. Stoppa chiunque, pure una mosca passata per sbaglio dalle sue parti. Sul fronte opposto, una bomba orbitale di Peresson caccia a -12 le padrone di casa quando mancano 5’ alla fine della penultima frazione di gioco. Da Pozzo torna sul tabellino dopo il lungo infortunio; Turel al 39’ fa 32-51. Break spacca-gara?

No, perché un parziale calo di concentrazione tra le file della compagine arancione regala una flebile speranza alla squadra ospitante. Blasigh prova a salire in cattedra con la tripla del +18 a 6’ dalla sirena, ma Carugate sembra crederci. Il tempo però inizia a stringere e Udine, nei minuti restanti del match, ritrova idee, tranquillità. Legittima la propria, meritata, vittoria.

Blackiron-Rentpoint Carugate – Delser Crich Udine 50 – 65 (17-19, 26-33, 32-51, 50-65)

BLACKIRON-RENTPOINT CARUGATE: Discacciati, Diotti* 6 (2/6, 0/1), Miccoli* 6 (3/7, 0/3), Colognesi 14 (6/10 da 2), Olajide* 4 (2/7, 0/1), Canova* 17 (2/9, 3/5), Osmetti, Allevi 1 (0/3, 0/1), Grassia* 2 (1/7, 0/2), Usuelli
Allenatore: Fassina S.
Tiri da 2: 16/50 – Tiri da 3: 3/15 – Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 35 10+25 (Olajide 7) – Assist: 13 (Diotti 4) – Palle Recuperate: 13 (Colognesi 3) – Palle Perse: 13 (Olajide 3)
DELSER CRICH UDINE: Buttazzoni, Peresson* 19 (2/5, 5/8), Blasigh* 5 (1/3, 1/4), Braida, Turel 8 (1/5, 2/3), Sturma 3 (0/1, 1/1), Scarsi* 10 (4/7 da 2), Lizzi 4 (2/3 da 2), Pontoni* 2 (1/8 da 2), Da Pozzo 6 (1/2 da 2), Medeot, Cvijanovic* 8 (4/8 da 2)
Allenatore: Matassini A.
Tiri da 2: 16/42 – Tiri da 3: 9/17 – Tiri Liberi: 6/8 – Rimbalzi: 48 10+38 (Peresson 11) – Assist: 14 (Turel 5) – Palle Recuperate: 6 (Blasigh 2) – Palle Perse: 22 (Turel 4)
Arbitri: Farneti S., Mura E.

Uff.Stampa Libertas Basket School

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy