A2 Poule Retroc: Valmadrera illude con i tre lunghi poi Letkova si porta a casa il tabellone

0

Valmadrera si arrende in casa 49-61 dopo un gara trascorsa quasi sempre a rincorrere, sebbene a cavallo del secondo e terzo quarto sia riuscita a rimontare uno svantaggio di tredici lunghezze accumulato nei primi dieci minuti di gioco grazie all’ingresso di tutti e tre i lunghi a disposizione. Partita fondamentale in chiave salvezza che vede ora le cagliaritane staccare di due punti in classifica proprio le ragazze brianzole, relegate al terz’ultimo posto in classifica in attesa della partita di Biassono.

Le Starlight si presentano con il classico terzetto di piccoli Bussola-Capiaghi-Molteni, con Scudiero ad allargare il gioco e l’inedita Gusmaroli come centro titolare, al posto di una Canova inizialmente preservata per problemi fisici. Le ospiti rispondo con Letkova, Pacilio, Martellini,Marcello e Cirronis. Sono proprio le ospiti a strappare la palla a due e a infrangere la parità iniziale con una tripla di Martellini. L’immediata risposta delle ragazze di Frigerio non si fa attendere ma il ferro nega la gioia all’altro numero dieci della partita, Giorgia Molteni. Cirronis subisce il fallo di Gusmaroli e dalla lunetta firma lo 0-5 a favore della squadra esterna. Scudiero illude con due punti dalla media distanza ma il ritmo dell’Astro è troppo elevato e dopo poco più di quattro minuti dall’inizio, il tabellone recita un +8 a favore degli ospiti. L’allenatore della squadra di casa è costretto a chiamare il timeout ma al rientro in campo la storia è più o meno sempre la stessa: due bombe di Martellini e il canestro in post di Letkova, inframmezzati solo da un colpo di reni di Bussola, portano la squadra sarda sul 7-21. Molteni dalla lunetta cerca di accorciare ma Pacilio è freddissima dall’arco e segna il massimo vantaggio ospite, +15. La prima frazione si conclude con i due liberi sbagliati da Molteni e il successivo appoggio di Canova dopo aver catturato il rimbalzo.

Ad inizio del secondo quarto inizia ad accendersi la scintilla in casa Valmadrera, e con essa anche il pubblico di casa. Scudiero segna da sotto dopo che la sua diretta marcatrice se ne dimentica in mezzo all’area, Martellini sbaglia la tripla dell’allungo e Gusmaroli accorcia nuovamente su lancio lungo di Molteni. La squadra cagliaritana non vive un buon momento, come testimonia la mano fredda del suo numero dieci, e le Starlight ne approfittano nuovamente con altri due punti dalla lunetta di Bussola, riducendo lo scarto a “soli” 7 punti. La difesa aggressiva delle giocatrici in bianco inizia a pagare, costringendo le avversarie prima ai passi e poi al fallo in attacco con la Letkova. La partita si accende quando Bussola conduce un’ottima transizione, scaricando poi in angolo per Canova libera di realizzare i tre punti, il cui effetto viene immediatamente annullato dalla risposta delle ospiti. Scudiero realizza con un tiro piazzatto dalla media distanza su passaggio di Gusmaroli, Cirronis sbaglia due liberi dalla lunetta e Bussola castiga la difesa sarda con altri due punti comodi. L’Astro rialza la testa con cinque punti consecutivi e con altri due siglati poco dopo da Cirronis al termine dei ventiquattro secondi regolamentari, con il pallone che ruota due volte sul ferro prima di depositarsi in fondo alla retina. Bussola cerca di tenere vive le sue compagne con una tripla rabbiosa, ma il fallo di Pontiggia per fermare il contropiede avversario permette a Pacilio di fare 2/2 a gioco fermo. La palla persa di Pontiggia regala il contropiede a Marcello ma è la stessa numero 7 a rimediare poco dopo siglando i due liberi che fissano il risultato parziale di 32-38.

Al rientro dalla pausa lunga continua la rincorsa di Valmadrera sugli avversari, rincorsa che inizia a farsi concreta con i due punti facili di Canova, servita sotto canestro da Bussola abile a smarcarsi da Marcello. Gli ospiti iniziano a faticare, in modo particolare Cirronis che prima sbaglia due liberi e poi commette fallo su Capiaghi. Letkova cerca di concretizzare la prima occasione corale di squadra al terzo minuto ma la palla si ferma sul secondo ferro. E’ sempre Bussola a recuperare e a spingere il palleggio, per poi servire la solita Canova in posizione agevole per realizzare il -2. Il numero sei dell’Astro realizza i primi punti del quarto per la propria squadra e poi sbaglia due volte dalla lunetta dopo aver subito un fallo ad opera di Scudiero. E’ proprio quest’ultima a recuperare il pallone e a servire l’onnipresente Bussola per un’organizzazione migliore di gioco. Mandata in lunetta, il capitano delle Starlight fa ½ , Scudiero cattura l’ennesimo pallone e serve Capiaghi che realizza in fade away e realizza il tiro aggiuntivo che vale il 40 pari a quattro minuti dalla fine del quarto. Il break subito dà nuova forza alle ospiti che rialzano la testa con Ganga e Letkova, sempre più un fattore con il passare dei minuti. Nonostante questo i liberi di Capiaghi danno l’impressione di tenere la squadra di Frigerio a stretto contatto ma 4 punti di Letkova e Gravina segnano un confortante +6 per le giocatrici cagliaritane al trentesimo minuto di gioco.

L’ultimo quarto comincia con l’ennesima realizzazione di Bussola. Dall’altra parte Laccorte sbaglia un comodo appoggio, Scudiero raccoglie il pallone e tenta la tripla che si infrange sul ferro. Fortunatamente per lei Molteni è più veloce di tutti, raccoglie il pallone e fa -2. Marcello è troppo molle sotto le plance e sbaglia tre appoggi consecutivi, ma Valmadrera è troppo frettolosa di ricucire il ritardo sul risultato e spreca malamente il possesso consecutivo; nonostante questo riesce ad impattare a quota 48 con Sara Canova. Purtroppo per la squadra di casa, da ora in poi la partita diventa un monologo a favore degli ospiti: la stanchezza della rincorsa inizia a farsi sentire sulle gambe delle ragazze lecchesi e, complice la sfortuna, l’Astro Cagliari inizia a scavare il solco che la porterà alla vittoria. Prima due liberi di Marcello, poi il tap-in di Pacilio mettono 4 lunghezze tra le due squadre, che diventano 8 dopo la doppia realizzazione della Letkova. Ques’ultima commette però un fallo in attacco che rappresenta l’ultima chiamata per delle Starlight che provano a cambiare le cose con l’ingresso di Gusmaroli per una Scudiero negli ultimi minuti sottotono. Nonostante ciò, la tripla di Martellini che segna il +11 sul tabellone e il fallo in attacco della neo entrata in casa Valmadrera,pongono la parola fine su ogni ostilità. Nell’ultimo minuto di gioco si registra solamente l’1/2 dalla lunetta per Canova da una parte e la palla persa di Gusmaroli che regala a Laccorte la gioia dei due punti e un importante +12 in vista della partita di ritorno.

STARLIGHT VALMADRERA: Bussola 12, Capiaghi 4, Scudiero 10, Pontiggia 2, Canova 10, Molteni 7, Pirovano, Guebre, Gusmaroli 4, Corneo.

ASTRO CAGLIARI: Letkova 18, Gravina 2, Pacilio 10, Mura, Martellin 9, Marcello 11, Laccorte 2, Concu, Cirronis 7, Ganga 2.

 

Fotogallery a cura di Luca Polvara

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here