A2 POUT G2 – Vicenza nel segno di Chrysanthidou, è 1-1 nella serie con Pallacanestro Bolzano

0

A.S. Vicenza – Acciaierie Valbruna Bolzano 71 – 58 (18-6, 30-28, 43-41, 71-58)

A.S. VICENZA: Tognazza NE, Bellon NE, Monaco* 10 (2/8, 2/5), Zadra NE, Garzotto 4 (2/4 da 2), Mioni 4 (2/5 da 2), Sturma* 6 (3/9, 0/1), Villarruel* 17 (2/5, 3/5), Reschiglian NE, Baruffato NE, Chrysanthidou* 20 (5/8, 2/3), Tagliapietra* 10 (4/12, 0/3)
Allenatore: Zordan P.
Tiri da 2: 20/51 – Tiri da 3: 7/17 – Tiri Liberi: 10/12 – Rimbalzi: 49 11+38 (Monaco 11) – Assist: 19 (Villarruel 5) – Palle Recuperate: 5 (Monaco 2) – Palle Perse: 13 (Villarruel 4)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Fumagalli, Guilavogui 2 (1/6 da 2), Gottardi 5 (1/1, 1/1), Kuijt* 16 (3/6, 2/7), Hernandez Pepe 14 (7/10, 0/1), Rossi, Fabbricini 2 (1/4, 0/1), Marcello, Sasso, Pellegrini 12 (0/4, 2/5), Santarelli 7 (1/2, 1/4)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 14/39 – Tiri da 3: 6/20 – Tiri Liberi: 12/22 – Rimbalzi: 37 6+31 (Guilavogui 9) – Assist: 11 (Santarelli 4) – Palle Recuperate: 6 (Guilavogui 2) – Palle Perse: 13 (Guilavogui 3)

Finalmente! Con una prestazione spettacolare Vicenza conquista il diritto di giocarsi gara tre a Bolzano domenica prossima. Un serata magica in cui le ragazze di Ussaggi hanno espresso tutta la loro voglia di vincere e di giocare bene; fin dall’inizio che è scioccante: 18/2 per i colori biancorossi. Partono col fuoco in mano Sturma, Chrisanthidou (6 punti), Tagliapietra. Il primo canestro di Kuijt arriva sull’11/0 al 6°. Il magnifico primo periodo si chiude sul 18/6.

Il secondo periodo si svolge sulla falsariga del primo. Ma a tre minuti dalla fine sul 30/17 Bolzano piazza un 11/0 che dà speranze alle altoatesine, riapre la partita e fa fermare il primo tempo sul 30/28. E’ l’unico sbandamento vicentino: così è tutto da rifare.

Il terzo atto si gioca sul filo della parità, anche se Vicenza rimarrà in testa tutta la partita e al massimo Bolzano arriva al pareggio (35/35 al 3°). Ma cominciano le prove di quel capolavoro che sarà il quarto periodo. Nel momento del pericolo Villarruel mette dentro due triple e porta Vicenza sul 43/36. Bolzano ricuce con Hernandez, Guilavogoui e Pellegrini: 43/41.

Ma, come appena detto, arriva l’uragano berico. Via stanchezza – Vicenza gioca con 7 elementi contro 11 – via paura dei falli: soprattutto grande gioco, grande cuore e grandissima difesa, artefice del successo. Monaco e compagne si scatenano e siglano 28 punti. Partono con un perentorio 10/0 frutto di Chrysanthidou (6 punti), alla migliore partita dell’anno, Villarruel, e Tagliapietra. Bolzano crolla. Rompe la serie con Hernandez, ma ormai le ragazze di Ussaggi sono sono esaltate, col morale al settimo cielo. Al 7° minuto si arriva al massimo vantaggio  sul 66/47 e in un clima di festa alla presenza – finalmente! – di un grosso pubblico  molto partecipativo e vivace si arriva al finale: 71/58.

Alcuni dati: 49/37 sui rimbalzi. Monaco – generosa come sempre la capitana – 11 rimbalzi, 10 Sturma, 9 Tagliapietra. Contenute le palle perse, 19 assist. Soprattutto 39,7 x 100 al tiro contro il 33,9 di Bolzano. Su tutto, come detto, una difesa eccezionale e ritmo altissimo. Una nota in favore delle due più giovani: Mioni e Garzotto, quando vengono chiamate in campo, fanno sempre il loro dovere. Così nel migliore dei modi Vicenza si conquista meritatamente gara tre domenica prossima. Anche Treviso ha battuto BCB Alperia Bolzano e si prende gara tre. Ci aspetta un week end coi fiocchi.

Ufficio Stampa

A.S.Vicenza Basket Femminile

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here