A2 QF G2 – Il Sanga ci prova, Crema la vince. Tec-Mar in semifinale

A2 QF G2 – Il Sanga ci prova, Crema la vince. Tec-Mar in semifinale

Anche Crema chiude la serie sul 2-0.

di La Redazione

Il Ponte Casa D’Aste MilanoTec-Mar Crema 5261 (16-14, 29-25, 38-45)

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Bottari F. NE , Novati P. , Pozzecco F. 7 , Rossini L. NE , Guarneri S. 11 , Martelliano R. 7 , Canova S. 2 , Maffenini G. 18 , Giulietti V. NE , Vente L. 7 , Trianti G. , Galiano L. NE , All. Pinotti Ugo Franz
TEC-MAR CREMA: Visigalli G. NE , Conti C. 4 , Zagni C. 2 , Capoferri M. , Veinberga I. 9 , Caccialanza P. 13 , Parmesani F. 3 , Cerri G. NE , Rossi F. NE , Rizzi N. 14 , Picotti M. 16 , All. Visconti Luca

ARBITRI:Gian Luigi Giancecchi, Lorenzo Bianchi,
NOTE:  Il Ponte Casa D’Aste Milano tiri liberi 13/23 (56,5%), Tec-Mar Crema tiri liberi 16/22 (72,7%)

Non riesce al Sanga Milano “l’impresa” di rimandare a gara tre il passaggio alle semifinali. Ci va la Tec Mar Crema che conferma il suo trend stagionale facendo “quaterna”   bissando, dopo i due successi della regola season, anche quello ottenuto in gara uno. Sul parquet milanese, come era previsto, c’è stata grande “battaglia” in una partita che è rimasta aperta fino all’ultimo minuto. Merito delle due squadre che certamente non si sono risparmiate dando fondo a tutte le proprie energie per raggiungere i rispettivi obbiettivi. Per le padrone di casa era “l’ultimo appello”. Per le ospiti la possibilità di “chiudere” i conti e poter riprendere energie in vista del turno successivo. Come successo nei precedenti incontri sono state la ragazze di coach Pinotti a prendere la testa della gara con lievi vantaggi mantenuti però a livelli accettabili dalla ragazze di coach Visconti che hanno sempre dato l’impressione di essere ben “dentro” la partita.  Dopo il riposo lungo che segnava un 29 a 25 per Maffenini & C.   la formazione ospite ha decisamente cambiato marcia e atteggiamento beneficiando da subito da questo nuovo aspetto che ha portato Caccialanza & C. prima a recuperare lo svantaggio e poi passare a condurre con un parziale di 20-9 nel terzo periodo che di fatto ha dato una scossa importante indirizzando la partita a proprio favore fino ad un +10 importante nell’economia del risultato. Ma è bastato abbassare un attimo la guardia e commettere un paio di errori per permettere al Sanga di rientrare prepotentemente in gioco fino ad un -2 (54-52) che ha decisamente riacceso le speranze  delle padrone di casa che probabilmente hanno intravisto la possibilità di cogliere l’obbiettivo prefissato. Pronta però è stata la contro replica con un parziale di 7-0 che ha fissato sul 61-52 il risultato finale. Un esito che è arrivato a premiare la squadra senza alcun dubbio più meritevole e che ha saputo indiscutibilmente interpretare meglio, sotto ogni punto di vista le due gare disputate. “Abbiamo disputato due gare molto intense ed impegnative”. il commento del presidente Paolo Manclossi che prosegue: “Come era giusto che fosse le ragazze hanno tenuto i piedi ben saldi a terra e dopo gara uno si sono preparate al meglio, dimostrandolo pienamente, per affrontare questa seconda gara. Sapevamo i pregi e difetti delle nostre avversarie. Le rispettavamo ma eravamo convinti di avere tutte le carte in regola per superarle. Le ragazze meritano i miei complimenti così come i tanti tifosi che l’hanno seguita sostenendola per tutti i 40’. Adesso ci godiamo questo successo che certamente ci darà la carica giusta per affrontare anche il prossimo avversario. Siamo ancora una volta tra le migliori formazioni italiane della categoria e questo non può che riempirci d’orgoglio perché il riconfermarci a certi livelli certifica nel modo migliore il lavoro e l’impegno di questo gruppo di ragazze che non smettono di stupirci”.

Uff.Stampa Tec-Mar Crema

Fotogallery a cura di Enrico Casiraghi

18-0210

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy