A2 – Ramò protagonista, San Giovanni Valdarno passa a Civitanova Marche

0
Credits: Polisportiva Galli - Giacomo Focardi

La Bruschi inaugura il 2022 con una convincente vittoria sul parquet di Civitanova Marche. La formazione di coach Matassini interpreta fin dal primo quarto la gara con il giusto atteggiamento, trovando poi con un perfetto terzo periodo il break decisivo che spezza in due la partita. Sugli scudi la prestazione di Elena Ramò, che al rientro in campo mette 17 punti a referto, chiudendo come top scorer del match.

CIVITANOVA: Paoletti, Trobbiani, Severini, Binci, Bocola
SGV: Vespignani, Lazzaro, Ramò, Bove, Tibè

Cronaca –
 Portano la firma di Bocola e Trobbiani i primi punti di serata. Vespignani e Ramò rispondono per la Bruschi ma il primo break è locale con Binci e Trobbiani a segno per l’8-3. La Bruschi però ritrova subito il controllo del gioco e spinta da Bove, compie il sorpasso sul 8-9. Lazzaro e Milani piazzano il più cinque, obbligando il coach di casa al timeout immediato. Giacchetti e Perrotti tengono in scia la Feba, con la prima frazione che si conclude 13-16. Nel secondo periodo le marchigiane partono meglio, trovando il pareggio prima con Binci (16-16) e poi con Bocola sul 22-22. Si segna poco, ma la Bruschi è brava a riprendere in mano la gara nelle fasi finali e spinta da Vespignani e Ramò va al riposo avanti sul 24-29. Dopo l’intervallo parte subito bene Ramò, che spara sette punti in fila per il 24-36. Bocola interrompe il parziale a sfavore, ma Lazzaro Ramò e Tibe propiziano il più diciassette sul 25-42. Trobbiani e Binci riducono il passivo (31-42), ma cinque punti di Bove sanciscono un terzo quarto monumentale che va in archivio sul 31-47. Negli ultimi dieci minuti di gioco le minori rotazioni locali iniziano a farsi sentire e la Bruschi ne approfitta con Milani, Bove e Tibè a firmare il più ventuno sul 35-56. La partita è praticamente in archivio, con il finale che serve solo a sancire il punteggio finale: la Bruschi espugna Civitanova Marche 44-65.

Le parole di coach Alberto Matassini: “Nei primi 20 minuti siamo stati superficiali e abbiamo giocato sempre sotto ritmo, mostrando scorie dovute al periodo natalizio. Al rientro dall’intervallo abbiamo iniziato a giocare una pallacanestro di un livello leggermente superiore che ci ha permesso di vincere la partita. Complimenti a Civitanova per lo spirito e per la gioventù che sta crescendo, noi ci portiamo via i due punti, una discreta reazione e il rientro di Elena Ramó”.

FeBa Civitanova – Bruschi San Giovanni Valdarno 44 65

Civitanova Marche: Paoletti 4, Bocola 12, Trobbiani 6, Binci 7, Severini, Perrotti 5, Armillotta, Angeloni, Grande, Giacchetti 5, Malintoppi 3, Pronkina 2. All.Carmenati

San Giovanni Valdarno: Vespignani 8, Lazzaro 4, Ramò 17, Bove 13, Tibè 9, Parolai ne, Olajide 2, Gatti 1, Milani 11, Sontsa. All.Matassini

Uff.Stampa Polisportiva Galli