A2 – Riscatto Castelnuovo, niente da fare per il Fanola

A2 – Riscatto Castelnuovo, niente da fare per il Fanola

Autosped Bc Castelnuovo Scrivia – Fanola Lupe San Martino di Lupari 70-47

di La Redazione

Pronto riscatto per l’Autosped che liquida più agevolmente di quanto fosse lecito prevedere la pratica San Martino di Lupari, formazione che inseguiva in classifica a sole due lunghezze di distanza; prova di grande solidità quella delle giraffe, brave ad incanalare subito il match sui binari desiderati ed a non concedere mai alle avversarie chances di rientrare in partita. Alla palla a due si registrano due defezioni per parte con la squadra di Pozzi che deve rinunciare a Podrug e Carolina Colli, entrambe a referto per onor di firma ma inutilizzabili, la prima per il problema muscolare patito contro Carugate, la seconda fermata da un attacco influenzale; sull’altra sponda le assenze riguardano il totem Toffolo (aggregata al gruppo della A1 per la trasferta di Battipaglia) e Pasa, stoppata da un problema di natura fisica. Locali che partono subito fortissimo e, sfruttando anche un paio di errori banali al tiro delle ospiti, fatturano, nei primi 3′, un 9-0 grazie a 5 punti di Albano ed alle conclusioni di Claudia Colli e Bonvecchio; primi due punti patavini che arrivano dalla linea della carità ma neppure il time out chiamato da Valentini ferma la cavalcata biancorossa che produce un altro importante break (10-0) figlio delle realizzazioni di Claudia Colli e Bonvecchio (4 punti a testa) e di Albano (2) con San Martino, senza canestri dal campo nei primi 10′, a muovere la retina solo dalla lunetta e con Bonvecchio a mettere a segno il libero che chiude un quarto a senso unico (20-4). La prima sirena non placa la sete delle castelnovesi che ripartono a spron battuto grazie anche ai numerosi recuperi ottenuti (ben 21 punti in contropiede nei primi 20′) grazie alla pressione a metà campo sulle portatrici di palla avversarie; in 5′ l’Autosped firma un altro parziale (12-2) con Bonvecchio e Claudia Colli a supportare Pavia, autrice di 8 punti quasi filati. Il 32-6 del 15′ mette la sfida in discesa per le padrone di casa e neppure un piccolo accenno di risveglio, perlomeno in fase offensiva, delle venete sposta gli equilibri con le giraffe che vanno al riposo con un tranquillizzante +25 (41-16) fissato dal jump di Albano e dalla tripla sulla sirena di Repetto.

La prevedibile sfuriata del coach ospite, negli spogliatoi, sembra sortire qualche effetto alla ripresa del gioco con le Lupe a trovare con buona continuità la via del canestro riportando il distacco al di sotto delle venti lunghezze nonostante i punti di Claudia Colli e Pavia; la fiammata giallonera si spegne però ben presto perché le bombe di Bonvecchio, Bernetti ed Albano e l’appoggio da sotto di D’Angelo, dopo un bel rimbalzo offensivo, ristabiliscono le distanze (56-31). A chiudere il quarto, ed in pratica il match, arrivano poi una conclusione di Albano (alla sua migliore prestazione stagionale con 18 punti e 9 rimbalzi), un contropiede di Serpellini ed un libero di Pavia con il 61-35 del 30′ a togliere ogni speranza di rimonta per le giovani Lupe. Ultimi 10′ che nulla aggiungono o tolgono alla storia della partita con l’Autosped che alza il piede dall’acceleratore limitandosi a gestire l’ampio margine accumulato e tenendo a bada gli ultimi, neppure troppo convinti, tentativi di recupero delle venete; c’è ancora il tempo di assistere alla bomba di Repetto ed ai canestri di Bonvecchio ed Albano (2) prima della sirena che al 40′ pone fine alle ostilità. Successo e prestazione convincente per le giraffe, brave a mettere sul parquet la giusta intensità ed a tenerla alta per larghi tratti dell’incontro, senza mai permettere alle avversarie di farsi veramente pericolose; quasi tutte a referto le atlete schierate da Pozzi (con ben 4 in doppia cifra) e risposte molto positive sono arrivate anche dalle under, cui sono stati concessi minutaggi importanti lungo tutto l’arco della sfida. Una vittoria che non deve essere certo considerata un punto di arrivo ma, semmai, una base di partenza per un girone di ritorno che, continuando a giocare su questi livelli, potrà garantire soddisfazioni.

Autosped Bc Castelnuovo Scrivia – Fanola Lupe San Martino di Lupari 70-47 (20-4, 41-16, 61-35)

Autosped: Repetto 6, Corradini, D’Angelo 2, Pavia 14, Ca. Colli, Serpellini 2, Cl. Colli 11, Bernetti 3, Bonvecchio 14, Albano 18, Podrug. All. Pozzi, v.all. Maresca e Martinelli
Fanola: Guarise 2, Beraldo 2, Peserico 8, Amabiglia 7, Coccato 2, Nezaj 4, Giordano 8, Beraldo 2, Antonello 3, Rosignoli 2, All. Valentini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy