A2 – Rosellini on fire, Civitanova Marche espugna il campo del Cus Cagliari

Cus Cagliari – Civitanova Marche 56 62

di La Redazione

Il CUS Cagliari non sa più vincere. Al termine di una gara combattute, le universitarie di coach Xaxa restano a bocca asciutta per la quarta partita consecutiva. Al PalaCus passa Fe.Ba. Civitanova Marche, che si aggiudicano i due punti grazie al 62-56 sul tabellone finale.

LA GARA – Il CUS deve fare a meno anche questa volta del capitano Erika Striulli, ma coach Xaxa rispetto alla gara di Livorno recupera Prosperi, che parte in quintetto insieme a Saias, Caldaro, Puggioni e Ljubenovic. Le universitarie partono bene, con il primo parziale di 6-0, al quale però rispondono le ospiti con un altro di 9-0. Civitanova prende il controllo della gara e del punteggio, chiudendo il primo quarto avanti di 5 lunghezze (14-19). Più combattuto il secondo quarto, nel quale il CUS torna in partita, riuscendo a restare sulla scia di Fe.Ba. Allo scadere del periodo, Puggioni trova la tripla del -1 (30-31), che rialza il morale delle cagliaritane all’intervallo lungo.

Il terzo quarto è avaro di canestri, con un parziale di 2-2 che si porta avanti oltre metà frazione. Le padrone di casa segnano solamente dalla lunetta, con 9 tiri liberi realizzati. 9 sono anche i punti segnati da Civitanova Marche, che resta avanti di uno (39-40).

Nell’ultimo quarto, l’allungo decisivo delle ospiti, anche grazie alla continuità trovata da oltre l’arco. Fatica invece a segnare dal campo il CUS, che si sblocca quando forse è troppo tardi. Nel finale, la reazione d’orgoglio con Niola e Prosperi, che segna il canestro del -7 a 40 secondi dalla sirena. Non basta al CUS, che si arrende 62-56 e incappa nella quarta sconfitta consecutiva. Non sono bastati i 15 punti segnati da Ljuvenovic e gli 11 a testa di Sias e Niola.

“Siamo in un momento non facile – ammette il tecnico Federico Xaxa a fine gara – Non siamo riusciti ad allenarci con continuità e questo influisce sulla preparazione delle partite. Questo però non deve essere un alibi. Quando si perde purtroppo la paura fa il suo. Abbiamo avuto dei momenti di distrazione sbagliando alcune cose che non potevamo permetterci di sbagliare”.

CUS Cagliari-FEBA Civitanova Marche 56-62

CUS: Puggioni 3, Luridiana ne, Striulli ne, Caldaro 9, Sias 11, Sorbellini, Petrova, Madeddu 2, Niola 11, Prosperi 5, Maccioni ne, Ljubenovic 15. Allenatore: Xaxa

FEBA: Ciccola ne, Rosellini 20, Paoletti 15, Bocola 6, Rimi 2, Trobbiani 2, Castellani 8, Bolognini 6, Binci 3, Pelliccetti ne. Allenatore: Dragonetto

Parziali: 14-19, 30-31, 39-40;

Arbitri: Zanetti e Vicentini.

Cagliari, 31 ottobre 2020
Roberto Carta
Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy