A2 – Savona piazza il bis e stende il Cus Cagliari

0

Non è fortunata la trasferta ligure del CUS Cagliari, sconfitto di stretta misura dall’Amatori Savona nel secondo turno del campionato di A2 Femminile. Le universitarie non sono riuscite ad avere la meglio al termine di una contesa molto equilibrata, che le ha viste comunque spesso al comando. Vane le doppie-doppie di Gagliano e Ljubenovic, protagoniste della partita al pari di Saias. Dall’altra parte, invece, a fare la differenza sono stati soprattutto i 19 punti di Paleari.

LA GARA – Il CUS, privo di Niola, parte con buona aggressività sui due lati del campo e dopo le prime schermaglie arriva a condurre sul +5 con il canestro di Ljubenovic (9-4). Decisa a ben figurare di fronte al pubblico amico, la squadra di casa si scuote e torna ben presto con il fiato sul collo delle avversarie (tripla di Salvestrini per il -1, 11-10). Alla prima sirena, però il vantaggio è ancora cussino grazie al buon impatto di Ljubenovic (15-14).

In avvio di seconda frazione il quintetto di Xaxa tenta in diverse circostanze l’allungo, toccando nuovamente il massimo vantaggio sul +5 con Saias e Caldaro. Savona però non ci sta e – con Paleari protagonista – piazza un break che le permette di ribaltare la situazione sul 30-25 a metà periodo. Il CUS fatica a prendere le misure e scivola indietro fino al -8 (massimo svantaggio), ma poco prima dell’intervallo le lunghe Gagliano (tra le migliori in campo con una doppia-doppia da 17 punti e 13 rimbalzi) e la solita Ljubenovic riportano in scia le cagliaritane, in ritardo di un solo possesso pieno alla pausa lunga (35-32).
Al rientro in campo la sfida prosegue sui binari dell’equilibrio: il CUS fa nuovamente valere la sua aggressività difensiva (solo 10 punti concessi nel quarto). Le importanti triple di Cecili e Puggioni, unitamente al contributo vicino a canestro di Gagliano, consentono alle rossoblù di riportarsi in perfetta parità al 30′ sul 45-45.

Negli ultimi dieci minuti la contesa resta incerta e caratterizzata da numerosi capovolgimenti di fronte. A 2 minuti dal termine il CUS sembra poter prendere l’abbrivio giusto con un altro canestro provvidenziale di Ljubenovic per il +4 (57-53). Zanetti però rianima prontamente le sue mettendo a referto la tripla (aperta) del -1. Dall’altra parte del campo il CUS perde palla e commette fallo antisportivo, favorendo il definitivo cambio di inerzia del match. Paleari sorpassa dalla lunetta e poi, a 11 secondi dal termine, scrive la parola fine sulla partita con il canestro del 61-59.

“E’ stata una partita difficile – commenta coach Xaxa – esattamente come nelle attese. Savona ha difeso in maniera molto fisica contestando ogni tiro. Noi siamo riusciti a interpretare bene la partita, ma ci sono costati cari gli errori nel finale. Primo tra tutti il tiro aperto concesso a Zanetti quando eravamo sopra di 4 a un minuto e mezzo dalla fine. Dall’altra parte, poi, abbiamo commesso fallo antisportivo sul contropiede e la partita è sostanzialmente finita lì”. 

Amatori Savona-CUS Cagliari 61-59

Savona: Poletti 2, Tyutyundzhieva 9, Sansalone 5, Paleari 19, Zanetti 9, Ceccardi, Salvestrini 14, Pregliasco ne, Pitzalis ne, Picasso, Leonardini 3, Guidetti ne. Allenatore: Dagliano
CUS: Puggioni 9, Cecili 3, Prosperi 4, Gagliano 17, Ljubenovic 12, Martis, Striulli ne, Caldaro 2, Saias 12, Piludu ne. Allenatore: Xaxa

Parziali: 14-15; 35-32; 45-45
Arbitri: De Bernardi e Ferrero Regis


Ufficio StampaCUS Cagliari Basket