A2 SF G2 – Crema si riscatta e impatta la serie con Milano

0

Il Ponte Casa d’Aste Sanga Milano – Basket Team Crema 61 – 70 (17-16, 31-36, 47-55, 61-70)

IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO: Toffali* 9 (3/10, 1/3), Di Domenico NE, Novati 4 (2/3, 0/3), Guarneri, Beretta 8 (1/3, 2/4), Viviani 3 (0/2, 1/3), Laube NE, Penz 12 (6/8, 0/1), Zelnyte* 12 (4/4, 0/2), Rapetti NE, Angelini, Madonna* 13 (2/4, 2/6)
Allenatore: Pinotti U.
Tiri da 2: 18/35 – Tiri da 3: 6/22 – Tiri Liberi: 7/12 – Rimbalzi: 40 6+34 (Zelnyte 16) – Assist: 19 (Zelnyte 7) – Palle Recuperate: 5 (Toffali 1) – Palle Perse: 21 (Penz 5) – Cinque Falli: Novati


BASKET TEAM CREMA: D’Alie* 20 (6/11, 1/7), Melchiori* 6 (0/1, 2/4), Nori* 13 (6/15 da 2), Conte* 9 (1/7, 2/6), Capoferri 6 (2/3 da 2), Leonardi NE, Radaelli NE, Caccialanza NE, Parmesani NE, Rizzi 10 (2/3, 2/2), Pappalardo* 6 (1/8, 0/1), Vente NE
Allenatore: Diamanti M.
Tiri da 2: 18/48 – Tiri da 3: 7/20 – Tiri Liberi: 13/16 – Rimbalzi: 38 10+28 (D’Alie 10) – Assist: 15 (D’Alie 6) – Palle Recuperate: 11 (D’Alie 5) – Palle Perse: 12 (Melchiori 4)
Arbitri: Marconi A., Alessi N.

Ci vorrà Gara 3 per stabilire chi tra il Ponte Casa D’Aste e Crema staccherà il biglietto per le finali promozione. Le Orange non riescono infatti a concretizzare il primo match point a propria disposizione perdendo per 61-70.

Pappalardo e Melchiori aprono le danze firmando il 5-0 iniziale di Crema. In una partita intensa Madonna e Zelnyte predicano calma e ispirano il controparaziale Sanga che arriva a metà quarto sopra per 12-7. Time-Out obbligato per coach Diamanti e Crema impatta a quota 14 grazie alla tripla di Melchiori mentre le Orange devono fare i conti con l’infortunio di Guarneri. Si va quindi al primo riposo sul 17-16 per il Sanga.

Basso punteggio nel secondo quarto con Crema che riesce a tornare sul +6  grazie  ai canestri di Capoferri e Pappalardo. Sanga che ha difficoltà in attacco anche a causa della fisicità delle ospiti ritrovandosi per la prima volta sotto in doppia cifra. Madonna trova 5 punti consecutivi e Penz a fil di sirena inventa il canestro che porta le due squadre al riposo lungo sul 31-36.

Al rientro in campo arrivano subito 2 sanguinose palle perse per le Orange che si ritrovano sotto di 9 lunghezze costringendo coach Pinotti a chiamare time-out. Penz si prende responsabilità in attacco e trascina le milanesi di nuovo sul -4, infiammando il PalaGiordani. Partita che diventa sempre più maschia e D’Alie firma il controparziale ospite che vale il 47-55 con cui si va all’ultimo riposo.

A inizio quarto periodo le triple di Toffali e Madonna riportano le Orange sul -2. Conte chiude la rimonta Sanga con le due squadre che faticano a trovare la via del canestro. A questo punto l’attacco di Crema è un assolo di D’Alie che vale il +7 a 70 secondi dalla fine che di fatto vale la vittoria delle Cremasche.

Coach Pinotti a fine partita dichiara: “Le partite con Crema si possono descrivere con semplicità: se incontriamo arbitri che fischiano le mettiamo in difficoltà altrimenti vincono facile. A loro mancava Vente e per noi era una bella occasione per chiudere la serie. Prego la federazione o chi designa di mandare degli arbitri capaci per la prossima partita. Poi ovviamente dobbiamo fare autocritica: non eravamo quelli di sabato, ma adesso dobbiamo pensare che non cambia nulla, in Gara 3 si parte 0-0 e abbiamo il 50% di possibilità di vincere, in ogni caso andremo a vendere cara la pelle”.

Uff.Stampa Sanga Milano