A2 Sud: il derby di Cagliari tra i clou della prima giornata di gare

La presentazione del primo turno di A2 Sud.

di La Redazione

Dopo la Coppa Italia “Azimut”, ai nastri di partenza anche il campionato di Serie A2 Girone Sud che subito prevede un turno ricco di match di primo piano e primi test impegnativi per le novità e le matricole del torneo.

Molto affascinante il derby cagliaritano tra CUS e Virtus (sabato, ore 18), che già la scorsa stagione riservò molte sorprese ed emozioni ad inizio campionato. In casa Cus coach Xaxa potrà contare su Erika Striulli e Rachele Niola, uscite acciaccate dalla sfida di Coppa. Il CUS punta ad una reazione dopo la prestazione in Coppa Italia, appena 31 punti all’attivo: non sarà facile perché la squadra di Ferazzoli, fisica e arcigna in difesa, promette battaglia. Unica defezione per la Virtus Silvia Favento, ancora non al top per completare il rientro in campo dopo l’infortunio che ha condizionato la sua scorsa stagione.

Un altro derby quello toscano tra Palagiacco Firenze e Jolly Acli Livorno (domenica, ore 18): per Firenze da monitorare le condizioni della veterana Veronica Perini, che con Klara Pochobradska è stato il grande colpo dell’estate per la formazione di coach Corsini. Anche Livorno ha cambiato molto: riparte dall’esperienza di Francesca Ludovica Orsini e da alcune aggiunte di categoria, come la lunga Jaenette Guilavogui: ex della partite per le livornesi Francesca Evangelista.

Nella prima giornata di gare, molto interessante il match tra Bruschi San Giovanni Valdarno e Techfind San Salvatore Selargius (sabato, ore 21): due squadre che hanno cambiato tanto, il team di Franchini ha aggiunto giocatrici importanti (Liliana Miccio e Katarina Trehub su tutte) ma ha anche dovuto fare i conti con le defezioni di Monique Ngo Ndjock prima e Giulia Cecili poi, sostituita da Giulia Togliani. Anche a Selargius tanti cambi, a partire dall’arrivo di coach Fioretto in panchina per proseguire con gli arrivi di Giulia Simioni, Marta Granzotto, Adriana Cutrupi, Giulia Manzotti ed Mounia El Habbab.

Due matricole nel primo giorno di gare: Acciaierie Valbruna Bolzano ospita Nico Basket Femminile (sabato, ore 18). Non un test facile per la matricola che sfida una formazione ambiziosa che ha aggiunto tanti pezzi di spessore per coach Andreoli in estate: Carlotta Gianolla, Elena Ramò e Laura Zelnyte su tutte. In casa Bolzano molta attesa per il debutto dell’olandese Kujit: la squadra di Pezzi al completo e in un buone condizioni.

Partita interna per Alma Basket Patti contro la Crèdit Agricole La Spezia (sabato, ore 18): spezzine reduci da un’autentica maratona da tre supplementari in Coppa Italia e ora pronte a viaggiare verso il campo della nuova matricola siciliana, sulle ali di Lana Packovski ed Elisa Templari, scintillanti a Moncalieri. Le pattesi hanno aggiunto giocatrici come Virgina Galbiati, Marta Verona e Rosa Cupido e sono pronte a rispondere presente nell’esordio in campionato.

Dopo la semifinale di Coppa Italia, la E-Work Faenza ospita la Feba Civitanova Marche (domenica, ore 18): la squadra di Rossi valuta le condizioni di Lucia Morsiani (schiena) e Simona Ballardini (caviglia) per lo scontro con le marchigiane, anche loro rinnovate e, se possibili, ancora più giovani dopo il mercato. Durante il precampionato è cambiata la guida tecnica più volte, con l’arrivo di coach Chimenti e poi il successivo ritorno da capo-allenatore di Dragonetto: interessante vedere come le giovani avranno metabolizzato i vari cambi di guida tecnica e si amalgameranno a veterane come Francesca Rossellini, colpo estivo delle marchigiane.

Affascinante anche il match tra La Bottega del Tartufo Umbertide e RMB Brixia Basket (domenica, ore 18). Umbertide ha vissuto un precampionato difficile per infortuni e si è visto in Coppa Italia con diverse giocatrici non al top della forma per piccole noie fisiche: di positivo l’organico giovane e l’esordio in Coppa di profili interessanti come Giulia Cassetta (2005) e Giorgia Gambelunghe (2004) con un approccio molto positivo. A proposito di giovani, bel mix di Brescia che accanto a “veterane” come Paola Sozzi, Giulia De Cristofaro e Carlotta Rainis vanta un buon vivaio in cui spicca la 2005 Carlotta Zanardi, miglior realizzatrice la scorsa stagione.

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy